Iniziare medicina alla soglia dei quaranta...

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #242491 da Stinkiwinki
Salve a tutti!
Ho 38 anni e mi sono laureata in economia e commercio quando avevo 23 anni. Ho lavorato sin da subito, buttando lacrime e sangue sulla scrivania. Ho fatto il tirocinio triennale, ho superato l'esame di stato come dottore commercialista e ora ho uno studiolo tutto mio. E voi penserete: e quindi? Cosa ci stai a fare qui?
Arrivo al punto. Sarà che il mio lavoro mi va veramente stretto e negli anni ho capito che non è questa la strada che mi entusiasma. Non lo faccio più con passione, ma solo per senso del dovere e della responsabilità verso i miei clienti. Insomma, da qualche tempo riflettendo su quello che avrei fatto tornando indietro la mia risposta è univoca: medicina. Sarà folle, ma mi dico che in fondo un essere umano non può smettere di sognare. Non può accettare il proprio presente solo perchè sarebbe da folli non farlo. Sarà che alla soglia dei quaranta è naturale fare il bilancio della propria vita e che  io questo lavoro lo lascierei volentieri ai miei colleghi per intraprendere la strada che potrebbe condurmi verso un sogno.
Chiedo a voi che, in qualche modo, siete dentro il mondo della medicina, che prospettive ci sono per una persona come me che, considerando che tutto vada bene, arriverebbe ad essere un medico specializzato alla soglia dei 50 anni?
Grazie a chi vorrà rispondermi!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa - 8 Anni 7 Mesi fa #242505 da Adalo
Se ora hai 38 anni, ipotizzando che passi il test al primo colpo (studiando come una pazza da ora a settembre il programma di biologia chimica e fisica del liceo, che immagino te lo sei dimenticata dopo tutti questi anni).... la laurea dura 6 anni, ma metti anche 7 visto che sei fuori forma per lo studio e lauerearsi in pari a medicina è difficile (a medicina non è per niente difficile laurearsi, la difficoltà sta nel finire in tempo e con voti buoni dal 27 in su)... poi l'abilitazione, tirocinio di stato di 3 mesi, e varie cose burocratiche perdi quasi un anno... più 5 anni di specializzazione se riesci ad entrare subito, che per le cliniche è quasi impossibile .... si arriva intorno ai 50-52.

Bè, voglio essere sincero, secondo me faresti bene a farlo rimanere un sogno... ogni persona ha dentro di se dei sogni che non realizzerà, io compreso.

Laureandosi a 45 anni, anche con voti medio-alti, praticamente nessuna delle specializzazioni più ambite  ti prenderebbe, chi prenderebbe in formazione una persona già così in su con gli anni? Tieni conto che in specializzazioni come cardio, pediatria, onco, neuro,dermato... è difficile entrare entro due anni, anche per un 26enne laureato con 110.
Medicina generale ha poco senso perchè dopo 3 anni, devi fare almeno una decina di anni di guardie mediche e sostituzioni per scalare la graduatoria ed avere un posto fisso da qualche parte come medico di famiglia... quindi andresti a finere a 56-58 ed oltre... se ti sembra una cosa fattibile? fai te...  poi i contributi per la pensione dove li metti?! (apparte che la mia generazione probabilmente se la sognerà la pensione!)

L'unica alternativa è una volta laureata e abilitata fare le guardie mediche (notte e festivi) e accontentarsi di quelle a vita. Ti sentiresti soddisfatta? Se si fallo ... ma io ci penserei non dieci ma mille volte.
Oppure specilizzarsi in branche "poco mediche", poco ambite dagli altri studenti dove ce la faresti ad entrare con tesi attinente (credo), tipo patologia clinica, genetica, farmacologia, med. legale, med. del lavoro, igiene, neurofisiologia... ma in questi casi ho comunque seri dubbi che tu riesca a trovare un lavoro e qualcuno ti assuma a quella età.

Mi dispiace :-\, io ho cercato di non illuderti e di essere il più sincero possibile...

Devi provare a rimanere con i piedi per terra:
iniziare a studiare medicina alla soglia dei 40, lasciando un lavoro sicuro, non è solo un sogno ma sfocia nella follia e nell'imprudenza. E' una mossa troppo azzardata... fidati.

Se ti piace medicina per l'idea di aiutare ed essere utile al prossimo.... ci sono molti altri modi per farlo, come per esempio con i vari tipi di volontariato.
Ultima Modifica 8 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #242528 da romiac
Sono d'accordo con il commento di Adalos, anche se vorrei aggiungere una cosa: io ritengo che
1- si debba riuscire a vivere in modo degno e con una certa tranquillità economica
2- della propria vita ognuno debba fare quello che più piace , ASSOLUTAMENTE se no non è vita... è una continua frustrazione,
3-  con IMPEGNO E SACRIFICIO COSTANTI si possa fare tutto.
Per il tuo caso però ti direi questo: se sei benestante , puoi permetterti di non lavorare per rendite , risparmi di famiglia , grado sociale CORRI a fare medicina (che è quello che ti piace di più). Ma se devi guadagnarti da vivere con uno stipendio fisso , medicina non è la strada giusta , va contro il primo punto che ti ho detto in quanto inizieresti a vedere un certo stipendio (forse) a 50 anni e poi la pensione? anzi la tua vita?
Già è difficile per noi giovani.  :(

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #242575 da Gadet
...in questo sito c'è una discussione in cui partecipano ragazzi un pò più grandi  :) ...e tra questi una mia "amica di forum" si è laureata a 44 anni e attende con impazienza e ansia l'uscita del concorso per le specializzazioni, che mi sa ancora non essere uscito...chiedo alla prima risposta di questa discussione: come la mettiamo in questo caso???  :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #242683 da Adalo
Gli esempi da portare che vanno contro la mia idea ci sono… ma bisogna vederli in un'ottica maggiore.
Io, in corso con me, ho un 65enne, ma questo non vuol dire che farà il medico una volta laureato… lui è in pensione non ha niente da fare e viene a seguire le lezioni e dà gli esami. Niente da recriminare su ciò.

Ripeto quello che hanno scritto nel post successivo al mio:  iscriversi a medicina alla soglia dei 40 va bene solo se poi non devi campare facendo il medico…  se hai da parte un bel mucchio di soldi e puoi vivere di rendita ben venga la realizzazione di una passione e la soddisfazione di avere quella laurea tanto ambita.

Io ho molti, anzi moltissimi, dubbi che quella persona di 44 anni che hai citato , una volta specializzata riesca ad essere assunta da qualche parte, peggio che mai iniziare un ambulatorio privato dal nulla a 50 anni. Dopo la specializzazione l’ambiente tra i giovani medici diventa iper competitivo , sinceramente un 50enne non ce lo vedo a “scozzare”  per un posto di lavoro con un 30enne "raspante" …

Tieni conto che in questi ultimi anni purtroppo molti giovani medici appena specialisti, hanno difficoltà a trovare lavoro che abbia un contratto a tempo indeterminato, ormai anche nella sanità esistono quasi solo contratti precari rinnovabili ogni tot. mesi … lo so è uno schifo, ma in Italia si sta andando in questa direzione.

Quindi in questo periodo di crisi e incertezze, lasciare un lavoro sicuro che ti dà la possibilità di avere a fine mese la certezza di uno stipendio, per iscriversi a medicina con la prospettiva di rilavorare FORSE tra 7 anni come specializzando e poi con il rischio che dopo la specializzazione nessuno ti assuma, è da imprudenti… anzi proprio da incoscienti.

Poi ognuno faccia un po’ quello che si sente di fare, questa è solo un'opinione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #242689 da AlexBell
Anch'io credo che dipenda molto dalla tua condizione.
Se hai famiglia, se devi lavorare per tirare avanti, medicina sarebbe quasi una follia. xò se non hai nulla da perdere, FALLO! al massimo, se ti rendo conto di aver fatto uno sbaglio, puoi sempre ritornare al lavoro di prima.
Credo quindi che devi valutare bene la tua situazione, oltre che i tuoi desideri. Dovresti tener conto anche di eventuali persone a te molto vicine. E poi non x forza bisogna fare medicina x lavorare in un ospedale. Infermieristica non può interessarti? Oppure lauree triennali come ostetrica e cose così...

Non servono le parole, non servono nemmeno gli sgurdi. Bastano la tua mano nella mia e le nostre dita intrecciate.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #242733 da F
Concordo sulla difficoltà
L'unico caso in cui consiglierei di farlo senza pensarci troppo è il caso in cui
1- il futuro studente ha davvero tanti soldi, anche perché dubito che una persona che presumibilmente ha smesso di studiare 15 anni fa riesca a rimettersi in pista terminando in 6 anni-io sono una di quelle che dopo le vacanze è sì rilassata ma per ingranare ci mette una decina di giorni, se mi fermassi per 15 anni non saperi nemmeno da dove cominciare.
2- si abbia in mano una laurea, fisioterapia in primis, caso in cui facendo medicina allarghi il tuo giro di clientela, non necessariamente facendo poi la specialistica in fisiatria, ma come semplice "dottore in medicina e chirurgia".

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #242745 da laDawkins
Io sono più o meno sulla linea degli altri, è una scelta un pò azzardata e anche secondo me va fatto se si ha una buona disponibilità economica ma soprattutto se non si ha una famiglia sulle spalle!
Al di là di ciò però devo dire che mi rincuora scorgere anche a quest'età questa voglia di sognare..  -gomma:

Faremo un salto dentro al buio, non avremo pace, perchè nel centro dell'ignoto c'è una luce.. Se un cuore nasce marinaio, non potrai averlo, perchè non basta un altro cuore per tenerlo!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #242816 da RiBESanità
Se hai una buona condizione economica, puoi anche farlo!  considera che i primi anni di medicina potresti anche lavorare volendo, nel senso che avendo tu un'attività tua potresti portarla avanti.
Potresti farlo per molte ragioni...in primis per la voglia di cambiamento...
Ma la situzione è particolare, perchè finendo a 44 anni...magari anche 45, potresti decidere di non specializzarti ( o come ti hanno spiegato potresti NOn riuscire a specializzarti)... e in questo caso potresti lavorare un po' come guardia medicia o fare altri lavori ( un po' brutti a dir la verità) per i quali basta la laurea di 6 anni ( rappresentante farmaceutico o lavori affiniti nel marketing farmaceutico... piuttosto che tenere corsi di igiene ecc.. nei corsi per operatori socio-assisenziali, corsi di primo soccorso ecc... ( ma non so quanto sia facile trovare un lavoro così).  Ma se ti va bene potresti anche fare il ricercatore... accontentandoti però di pochi soldi ovviamente.
Oppure potresti dover tornare a fare il tuo vecchio lavoro e allora, dopo magari 4-5 anni... saresti ancora capace come prima di farlo?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #242895 da Gadet
Sì Adalos concordo con l'ultimo post che hai scritto...è vero, anche se in questi concorsi non sono previsti limiti d'età, viene scelto il candidato più giovane (mediamente è così)..e comunque è vero anche che una volta superata una certa età bisogna considerare altre condizioni: i soldi per vivere, la voglia di rimettersi in discussione o di ricominciare, le prospettive buone e non buone che si potrebbero definire...in ogni caso però c'è sempre, penso, alla base un discorso di opportunità del mercato del lavoro di oggi: forse se non ci fossero tutti sti problemi legati alla crisi ci sarebbero anche delle possibilità per i più "vecchi"...o no?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: ThomasManca
Tempo creazione pagina: 0.760 secondi