"Mai più visite in studio per i medici dei nostri ospedali"

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #240458 da DrHP

Rispondo solo per l'ultima volta perchè siamo già offtopic

Meno male, perché oltre che offtopic sei incompetente e manipolato dai media.

La qualità c'è lo stesso, semplicemente perchè è lo stesso farmaco!

NON è lo stesso farmaco.
E' la stessa MOLECOLA, che è un concetto completamente diverso. Gli eccipienti possono essere diversi, i processi produttivi possono essere diversi, l'azione biologica può variare anche del 20%, che non è poco.
Inoltre può essere diverso il confezionamento, il che può sembrare un dettaglio, ma se uno è competente e ha esperienza non lo è affatto. Ho visto dei farmaci generici pediatrici con dosatori MOLTO poco comprensibili rispetto ai corrispettivi farmaci di marca. Restando in ambito pediatrico, il gusto E' un problema e spesso i farmaci di marca sono meno disgustosi. Se non ci credi, prova tu stesso.
Ci sono poi alcuni miti da sfatare.
Come detto, l'effetto benefico dell'introduzione sul mercato dei generici è che ha determinato il crollo verticale dei prezzi dei farmaci di marca. La conseguenza è che ormai spesso la differenza di prezzo è risibile, se non nulla. Esempio: amoxi+clav generico euro 8,72, neoduplamox euro 8,72 (prontuario del 2010). Azitromicina generico euro 6,90, l'ultima volta che ho preso lo zitromax costava uguale. Prima dell'introduzione del generico lo zitromax costava sui 18 euro. La situazione è analoga per la maggior parte degli antibiotici e degli inibitori di pompa protonica.
Altro mito da sfatare: i generici sfuggono alle leggi speculative tipiche delle case farmaceutiche. Esempio: benzilpenicillina benzatinica, farmaco generico tolto dal commercio perché costava troppo poco (circa 2 euro) e reintrodotto a 24 euro in siringa preriempita non mutuabile. In questo caso non c'è nemmeno scelta perché un corrispondente farmaco di marca in Italia non c'è più.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #240460 da Leizer
Concordo con HP e pablito sui farmaci... la mia frase riguardava proprio quello che è stato appena detto: le case farmaceutiche non guadagnano certo con antibiotici (chiaramente quelli di più largo consumo e non quelli ospedalieri) e FANS... La sola presenza dei generici fa crollare i prezzi del farmaco di marca? Meglio, tanto le aziende ci hanno guadagnato già abbastanza in passato, se ora guadagnano meno con questi si rifanno con gli antiipertensivi, gli antidislipidemici e i biologici di cui il brevetto non è scaduto. E quando scadrà avranno altri farmaci con cui guadagnare.
Però prescriverei un generico prodotto, che ne so, in thailandia? Avrei i miei seri dubbi sulla sicurezza.... Quindi no...

Eppur si muove

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #240481 da pablito pablito
DrHP mi hai preceduto nella risposta, quoto tutto.

Never give up!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #240509 da ari
Quoto DrHp sui generici...mi è capitato di parlare con medici di famiglia sull'argomento, che mi hanno confermato che spesso i farmaci generici o equivalenti non dimostrano la stessa efficacia dei farmaci di marca conosciuta...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #241779 da dex
Il discorso sui farmaci è molto complesso e sottoposto a spinte economiche dell' ordine di MIGLIAIA DI MILIARDI per uno Stato come l' Italia .
Da futuro farmacologo di poche parole posso dire che molte diagnosi (ipertensione per esempio in cui si parla di ipertensione da camice bianco e tante altre cose piuttosto specialistiche ) e molte terapie hanno una variabilità molto ampia tanto che nel singolo paziente occorre ricorrere a farmaci non utilizzabili/utilizzati per la stessa identica malattia .
Purtroppo i trial sono pochi (costano milioni di euro e impiegano decenni che comportano mancati introiti per miliardi di euro ) e quindi il singolo medico ha il suoi farmaci di "fiducia" e i suoi farmaci "rifugio" per ogni patologia che sono il frutto delle sue esperienze personali .
Senza contare l' effetto placebo che a volte è veramente alto ( un paziente  è riluttante ai farmaci generici ) .
Sulla mancanza di efficacia dei generici (esistono pure quelli con gli stessi eccipienti dei farmaci griffati poi ! ) ho i miei "pregiudizi " visto , che per esempio , nei miei studi ho visto di recente che la tanto sponsorizzata moxifloxacina è meno efficace della levofloxacina secondo le ultime ricerche ! E , per esperienza personale ( me l' hanno prescritta a me ! ) vi assicuro che è inefficace pari pari alla levofloxacina (pur costando il doppio) !

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #241780 da dex
Riassumendo spesso il farmaco migliore è quello che sa utilizzare il medico ! E poi non vi crediate che sia facile avere informazioni SCIENTIFICHE al 100 % sui farmaci . Avete mai sentito parlare dei me too ? Dei farmaci non inferiori ? Vi assicuro che c' è da diventare matti  :sarcastic:  .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 0.329 secondi