ti rendi conto di essere a medicina quando..

Di più
7 Anni 5 Mesi fa #284160 da Tornacatalessi

jerryleelewis ha scritto:



hahahaahahah bellissima! :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 2 Mesi fa #286843 da Dottoressa Petunia
quando sei di fronte a tuo nonno che, dopo una settimana di sofferenza, è appena morto e non sai fare altro che stare lì impalata senza neanche riuscire a piangere e senza riuscire a fare il massaggio cardiaco ad una delle persone a cui tieni di più al mondo, e ti chiedi se stai facendo la cosa giusta, se, dopo esserti laureata in infermieristica ed essere poi al terzo anno di medicina, quella è la tua strada; se non riesci a reagire nemmeno con una persona a cui vuoi bene, ti chiedi come puoi agire prontamente e razionalmente di fronte ad un paziente perfetto estraneo...
Dopo che durante l'ultimo tirocinio del terzo anno di infermieristica (in terapia intensiva neonatale) ti senti dire dal tuo tutor che non sei un'infermiera del tipo"intervista" ma "assistenziale", perchè non sei pronta a reagire in situazioni di emergenza :( ...
Tutt'ora continuo a chiedermi se questa è la strada giusta x me, ma è quello che ho sempre sognato di fare, mi piace lavorare in ospedale a contatto con i pazienti e soprattutto con i bambini, ci ho messo tre anni a superare il test di medicina :blink: e adesso che sono quasi a metà strada non ci rinuncerei x niente al mondo,non mi vedo in nessun'altra professione diversa da quello del medico, in particolare di pediatra-neonatologo...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 9 Mesi fa #314529 da Dott.ssa Lehninger
Ho le lacrime agli occhi... Ho ritrovato dopo ben 9 anni questo topic e ho riletto quello che avevo scritto allora. Quante cose sono cambiate... Mi sono laureata, abilitata, sono rimasta fuori dalla specialistica che volevo fare, ho fatto quasi per scherzo il test per il corso di formazione in medicina generale e mi sono diplomata. Ora sono un medico e posso lavorare. Quanto ho sognato tutto questo... Anche se allo stesso tempo rimpiango da morire gli anni da studentessa, senza pensieri e senza problemi se non quelli legati agli esami...
Ma quello che ho scritto non è sempre valudo, oggi come allora....
Ti rendi conto di essere a medicina quando ti siedi spaventata nell'aula universitaria per la prima volta....
Ti rendi conto di essere a medicina quando dici " grazie per l'attenzione " e ti rendi conto che ti sei appena laureata e che da quel giorno tutto cambia.
Ti rendi conto di essere un medico quando durante il tirocinio dell'esame di stato i colleghi iniziano a trattartida pari....
Ti rendi conto di essere un medico quando ti siedi terrorizzata dietro ad una scrivania il primo giorno della prima sostituzione con il terrore di fare dei danni perché in quel momento non ci sono professori o tutor ma ci sei solo tu.....
Ti rendi conto di essere un medico quando i "tuoi" pazienti tornano a dirti che sono stati meglio e ti ringraziano per quello che hai fatto per loro.....
Non c'è paga più bella delle mele messe in un sacchetto di carta dall'anziano signore che sei andata a visitareva casa o del caffè fatto con la moka assieme alla signora 90enne che si dimentica di metterci proprio il caffè e quando viene su solo l'acqua calda si mette a ridere per il proprio errore e tu ridi con lei.....
Tutto questo ti fa rendere conto che finalmente sei un medico anche se ogni volta, ogni singola volta quella parola " dottoressa" ti fa sentire così bene ed ancora stenti a crederci.... Ma capisci che hai fatto la scelta giusta, che è quello per cui hai studiato e per cui state studiando....

- Niente è impossibile se lo vuoi veramente -

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 6 Mesi fa #314762 da Doraemon
Quando nonostante le tante difficoltà dovute al fatto che sei una studentessa lavoratrice, nonostante nessuno capisca perché hai "buttato all'aria" una quasi laurea in Biotecnologie, nonostante hai quasi 28 anni e sei ancora al secondo anno, nonostante le giornate no e i tanti sacrifici, la vedi la luce in fondo al tunnel, sai che per quanto potrà essere difficile, per quanto dovrai stringere i denti, sai che questa finalmente è la tua strada, e sei lì, esattamente nel posto in cui ti immaginavi da anni.
Ad maiora...dedicato a me.
Mi raccomando, non mollare mai!
Dialogo interiore in una giornata qualsiasi, in realtà in una giornata "no", in cui la pacca sulla spalla provo a darmela da sola.
"Boia chi molla!" :)
Ringraziano per il messaggio: Paolo.C, asd

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 0.639 secondi