Aiutatemi!!!!

Di più
9 Anni 7 Mesi fa - 9 Anni 7 Mesi fa #213365 da Freedom
Risposta da Freedom al topic Re:Aiutatemi!!!!

Perchè, stai dicendo qualcosa? Avrei giurato, come si dice dalle mie parti, che "non sesi narendi nudda"!!  :dash: (Svelo la sciarada per gli individui che non vantano affinità etnica con il sottoscritto: "non stai dicendo niente", detto di persona che aggiunge solo banalità ad un discorso in atto  ;)).

A invece tu stai dicendo tutto. :sarcastic:

Ah sì? E di cosa ha bisogno, della predicozza del maestrino con piglio da sofista di carta straccia?

Nessun predicozzo ma neanche nessuna piangeria da show.
"il percorso di una persona che -stando a quello che racconta- sta LOTTANDO per non buttare al vento il lavoro che ha fatto e costruirsi il futuro al quale aspira" 
se l'avessi sentito da maria de filippi o simili mi sarei emozionato

Stiamo parlando di una persona che semplicemente non ha sviluppato una personalita' adulta perche' chiusa nel proprio bozzolo famigliare o a seguito di eventi spiacevoli ci si e' chiusa...non di una persona affetta da disturbo bipolare
Dovrebbe concentrarsi diventare indipendente, non continuare degli studi stressanti accompagnata dalla mamma. Magari iniziando un percorso con tranquillita' da uno specialista bravo.
Non c'e' bisogno di fare melodrammi

"Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio."
Ultima Modifica 9 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #213368 da lucadoc
Risposta da lucadoc al topic Re:Aiutatemi!!!!

Non c'e' bisogno di fare melodrammi

infatti nessuno sta facendo melodrammi. Io dico quello che ho sempre pensato. A medicina ho trovato persone che a 19 anni sono seriamente convinte di essere luminari della scienza medica (il fatto che poi i risultati degli esami li smentiscano costantemente non sembra intaccare minimamente la loro sicurezza), ho trovato arroganza ed ego smisurati, destinati a sgonfiarsi non appena metteranno piede in un reparto e avranno contatti coi pazienti. Studiare medicina è come studiare qualsiasi altro CdL scientifico, fare il medico invece non è come fare qualsiasi altro lavoro. Per cui incidiamola bene la frase, che sia ben leggibile.

Si immagino che il miglior aiuto sia la commiserazione e l'autocommiserazione

Non c'è autocommiserazione nel tentativo di risolvere un problema che si ha. Sono il primo a dire che se non riuscisse a risolvere il problema diventerebbe un limite per lei come medico(e come persona), ma non stiamo parlando di una 50 enne depressa, ma di una ragazza di 25 anni. Non sappiamo quali potenzialità può avere. Ti faccio un esempio: mia madre a 25 anni aveva paura persino di guidare la macchina, non voleva responsabilità perché le procuravano una stato di ansia cronico. Si è fatta aiutare e oggi gestisce una famiglia di 5 persone, un ufficio di 18 e guida meglio di molti uomini.

Magari iniziando un percorso con tranquillita' da uno specialista bravo.

è quello che ha fatto.

attenzione che arriva il Ma anche no
questo si che andrebbe inciso.

Freedom sai già che abbiamo idee diverse di quel che vuol dire essere medico.

Gia' quando verra' da te gente che ne passa di tutti i colori, che prova sofferenze di ogni genere, ricordati di quando ti bloccavi a dare gli esami e ti accompagnava la mamma...questo si che ti dara' l'empatia necessaria!

ahahahaha! Lo sapevo che l'avresti scritto. La sindrome del dottor House continua ad impazzare noto. Evviva evviva!! I blocchi psicologici capitano e possono capitare a tutti, ma possono essere superati e usati come mezzo per capire chi questi problemi li ha. Potrebbe capitare pure al buon freedom, che ovviamente, in coerenza con le proprie posizioni, correrebbe in segreteria con la rinuncia agli studi sotto braccio, nevvero?

Mortui Vivos Docent

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #213372 da verap
Risposta da verap al topic Re:Aiutatemi!!!!
Ciao,
Premetto che io non sono una persona dal carattere sicuro-  sono molto testarda, questo sì…ma non sicura.

Paradossalmente ho  anche  notato su di me che in certe occasioni, l’insicurezza può essere anche un grosso vantaggio, se la si usa nel modo giusto(… è stata per me  davvero un modo  per migliorarmi di continuo!...quindi, secondo me non c’è di che preoccuparsi dell’insicurezza…ogni aspetto del nostro carattere può essere un pregio o un difetto allo stesso tempo a seconda  di come la usiamo….e oltretutto, secondo me, molta sicurezza, in questo lavoro, la si acquisisce col tempo, con l’esperienza).

Inoltre sempre da quella che è stata la mia esperienza personale, anche le persone che apparentemente sembrano molto determinate o“spocchiose”, hanno le loro fragilità e debolezze. Tutte.

Quindi una persona insicura non è inferiore ad una determinata e sicura, né viceversa.

Io  ho avuto un periodo di problemi nel mio percorso e per questo sono intervenuta in un post, cercavo di essere di aiuto…perché davvero anche se magari non sembra, capisco molto bene la situazione.
Non volevo giudicare , volevo dare un consiglio in base a quella che è stata la mia esperienza personale(anche se forse non essendo stato aperto da roberta questo topic, il mio consiglio  non era richiesto!)

Chiedere aiuto non è sbagliato, anzi. Né il fatto di chiedere aiuto o di avere dei problemi durante il proprio percorso farà di una persona un  medico peggiore( sono perfettamente d’accordo con lucadoc  sul fatto che i problemi, una volta superati e rielaborati, ti possano aiutare a capire meglio te stesso e gli altri).

Quello che volevo dire è semplicemente che, metaforicamente parlando, quando si ha un problema è come se ci  si fosse persi in una grossa città. Chiedere aiuto quando si ha un problema non è sbagliato , ma deve essere, metaforicamente, come “farsi dare una mappa delle strade della città” per poi essere  di nuovo in grado di guidare la macchina percorrendo la strada giusta da soli. Magari all’inizio non si riuscirà a leggere la mappa, si sbaglieranno tutte le strade e si prenderanno contromano dei sensi unici….ma alla fine si imparerà come fare per raggiungere la meta guidando la macchina da soli.  Questo “metodo” è stato assolutamente fondamentale per me perché mi ha insegnato davvero tanto e mi ha aiutato a “venirne fuori”dai periodi più difficili….. per questo sono intervenuta in un post.

Con questo, in ogni caso, faccio un grosso in bocca al lupo a tutti  ed un augurio sincero di buone feste!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #213375 da Freedom
Risposta da Freedom al topic Re:Aiutatemi!!!!

A medicina ho trovato persone che a 19 anni sono seriamente convinte di essere luminari della scienza medica (il fatto che poi i risultati degli esami li smentiscano costantemente non sembra intaccare minimamente la loro sicurezza), ho trovato arroganza ed ego smisurati, destinati a sgonfiarsi non appena metteranno piede in un reparto e avranno contatti coi pazienti. Studiare medicina è come studiare qualsiasi altro CdL scientifico, fare il medico invece non è come fare qualsiasi altro lavoro. Per cui incidiamola bene la frase, che sia ben leggibile.

Ma io le persone piu' egocentriche che ho trovato sono invece proprio quelle trovano conferme nei risultati degli esami e credono di essere medici luminari solo perche' imparano a memoria il libro, poi se gli fai una minima domanda trasversale non capiscono nulla

Non c'è autocommiserazione nel tentativo di risolvere un problema che si ha. Sono il primo a dire che se non riuscisse a risolvere il problema diventerebbe un limite per lei come medico(e come persona), ma non stiamo parlando di una 50 enne depressa, ma di una ragazza di 25 anni. Non sappiamo quali potenzialità può avere. Ti faccio un esempio: mia madre a 25 anni aveva paura persino di guidare la macchina, non voleva responsabilità perché le procuravano una stato di ansia cronico. Si è fatta aiutare e oggi gestisce una famiglia di 5 persone, un ufficio di 18 e guida meglio di molti uomini.

Se il problema e' un incapacita' di affrontare certi problemi e situazioni, cadere nell'autocommiserazione e' facile.
Quali siano le sue potenzialita', ci vuole molto tempo per superare un problema simile, e' una pessima idea portare avanti un percorso di studi che invece richiede una certa responsabilita' e impegno.

Freedom sai già che abbiamo idee diverse di quel che vuol dire essere medico.

Si anche se non ricordo in cosa.

ahahahaha! Lo sapevo che l'avresti scritto. La sindrome del dottor House continua ad impazzare noto. Evviva evviva!! I blocchi psicologici capitano e possono capitare a tutti, ma possono essere superati e usati come mezzo per capire chi questi problemi li ha. Potrebbe capitare pure al buon freedom, che ovviamente, in coerenza con le proprie posizioni, correrebbe in segreteria con la rinuncia agli studi sotto braccio, nevvero?

che c'entra dr.house?
Ho affrontato i miei problemi (che magari fossero solo un blocco) prima di iniziare medicina, in coerenza con le mie posizioni, ho aspettato 2 anni prima di iniziare medicina proprio per mettere ordine nella mia vita.
A tutt'ora continuo a prendere calci ogni giorno e da ogni direzione ma ho un obiettivo e lo porto avanti.
E se un giorno arrivassi a capire di non riuscire a continuare i miei studi, rinuncerei...anche se oramai sono troppo avanti :sarcastic: del resto non ho detto di rinunciare ai suoi studi ma di non continuarli finche' il problema sussiste.




"Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio."

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 7 Mesi fa #213381 da
Risposta da al topic Re:Aiutatemi!!!!
Ok, allo stato attuale mi sembra che la situazione sia la seguente:

La fronda dei "cinici", sostenuta con vigore dall'indipendentista Freedom (che ha svelato anche il suo animo più intimista, rivelando la capacità di commuoversi davanti ad una trasmissione della De Filippi) sostiene che a 25 anni sia incompatibile con lo studio della medicina farsi aiutare dalla famiglia a risolvere i propri problemi-blocchi.

La fronda degli "inguaribili buoni cuori" -di cui faccio parte- sostiene che da questa situazione di difficoltà -se affrontata con coraggio, anche con l'aiuto della famiglia- può nascere sicuramente un medico capace e sensibile.

Ognuno si farà la propria idea, tanto alla fine quello che è giusto da farsi lo sa solo la persona che ha raccontato la propria esperienza (tra l'altro con l'intento di "dare una mano" alla persona che aveva aperto la discussione).

Considerazione personale: ragassuoli, sdrammatizziamo un po', non prendiamoci troppo sul serio (io per primo fornisco l'esempio con i miei post obiettivamente difficili da prendere seriamente  _fiesta_). E soprattutto ricordiamoci (e qui la grattatina è d'obbligo) che prima o poi tutti quanti abbiamo-abbiamo avuto-avremo bisogno d'aiuto, e trovare un minimo di comprensione e solidarietà da parte degli altri (invece di spocchiose prese di posizione da Catoni senza macchia) può senza dubbio aiutare.  ;)

Tra l'altro mi viene in mente che se leggessero questa discussione al Ministero sarebbero senza dubbio interessati a scoprire i segreti delle teorie di chi con tanta precisione sa chi è adatto a studiare medicina e chi no.  :king:

Peace and love  :drinks:  -giveheart-


Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa - 9 Anni 7 Mesi fa #213385 da Freedom
Risposta da Freedom al topic Re:Aiutatemi!!!!
No infatti ti sembra male
la situazione e' questa:
capisci solo quello che vuoi  e ti fai forte sulla tua (spero volontaria ) cecità.
cioe' patetico ma contento te contenti tutti.

(che ha svelato anche il suo animo più intimista, rivelando la capacità di commuoversi davanti ad una trasmissione della De Filippi)

Ironizzare su una battuta ironica e' masochismo puro

Considerazione personale: ragassuoli, sdrammatizziamo un po', non prendiamoci troppo sul serio (io per primo fornisco l'esempio con i miei post obiettivamente difficili da prendere seriamente  _fiesta_). E soprattutto ricordiamoci (e qui la grattatina è d'obbligo) che prima o poi tutti quanti abbiamo-abbiamo avuto-avremo bisogno d'aiuto, e trovare un minimo di comprensione e solidarietà da parte degli altri (invece di spocchiose prese di posizione da Catoni senza macchia) può senza dubbio aiutare.

in effetti e' difficile, del resto sdammatizzi benissimo nel LOTTARE :sarcastic:.
Comunque e' vero avremo tutti bisogno di sfegatati avvocati di cause perse "inguaribili buoni cuori" che ci portano in salvo da chi la pensa diversamente

Voglio vedervi quando andrete in ospedale e vi ritroverete una persona incapace di prendere decisioni, di confrontarsi con altri colleghi, di farsi valere, di insistere e a pagarne le conseguenze sarete voi o qualcuno che conoscete.
Ognuno capisca quel che vuole, lascio la discussione perche e' inutile parlare con troll di "buon cuore" .

"Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio."
Ultima Modifica 9 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 7 Mesi fa #213398 da
Risposta da al topic Re:Aiutatemi!!!!
lascio la discussione

Ci (mi) mancherai, amico  :-\ 

Buon Natale a tutti  :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #213400 da lucadoc
Risposta da lucadoc al topic Re:Aiutatemi!!!!

Voglio vedervi quando andrete in ospedale e vi ritroverete una persona incapace di prendere decisioni, di confrontarsi con altri colleghi, di farsi valere, di insistere e a pagarne le conseguenze sarete voi o qualcuno che conoscete.
Ognuno capisca quel che vuole, lascio la discussione perche e' inutile parlare con troll di "buon cuore" .

io non sono un troll e tanto meno di buon cuore. Freedom ti do ragione sul fatto che se il problema di Roberta dovesse continuare anche una volta laureata sarebbe una tragedia, per lei, per i pazienti e per i colleghi. Ma siccome ho conosciuto molte persone con questi problemi, che ora sono stimatissimi professionisti, e in misura minore li ho avuti e superati pure io, so come ci si sente, e so come ne si può uscire. L'aiuto di terzi nella fase iniziale della terapia è fondamentale, certo non deve essere la normalità, ma solo un passaggio ad una graduale indipendenza. Con mia madre ha funzionato, con me anche. Mi limito ad esporre quella che è la realtà che ho osservato. Se poi per te è impossibile che la ragazza diventi un buon medico perché per un breve periodo della sua vita ha avuto un blocco psicologico benissimo, nulla da dire, ti consiglio solo di non escludere a priori la possibilità che questa ragazza un giorno guidi il reparto in cui lavorerai tu. Cordiali saluti.

Mortui Vivos Docent

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #213408 da Bogdani
Risposta da Bogdani al topic Re:Aiutatemi!!!!
Ragazzi e colleghi, ho letto questa interessante discussione e colgo l'occasione per dire la mia: ognuno di noi hai i suoi tempi ed inoltre nello stesso periodo si può essere più avanti in alcuni aspetti ( lavorare da solocome medico ) e meno in altri che possono sembrare a prima vista più semplici( guidare la macchina).
Questo non vuol dire assolutamente che non si sia capaci di fare poi queste cose:l'età inoltre c'entra relativamente, perchè ognuno segue un percorso di vita diversa. C'è chi cresce prima e chi cresce dopo a seconda di quello che vive e soprattutto di come lo vive:secondo me non è un problema all'inizio farsi accompagnare dalla madre a fare gli esami, è un modo per farsi coraggio e per superare uno scoglio.Poi poco a poco lo si supera e si va da soli: che male c'è?
Il giudizio degli altri? Ma quello ci sarà sempre e sarà nostra premura non farci condizionare da questo ed agire cmq. bene. Io volevo inoltre continuare a dire che è meglio muoversi anche se a piccoli passi ed usando delle armi magari meno viste di occhio dagli altri, che non fare nulla:cambiando strada, ti blocchi e rinunci ad un sogno questo è innegabile.
Farsi aiutare non è un problema,quindi non te la prendere se uno ti dice di vergognarti o ti fa considerare una bambina: anzi. se tu ne sarai capace, potrebbe essere uno spunto per migliorare e lavorare su te stessa, migliorando ancora di più.
a presto ed in bocca a lupo a tutti,Luca
BUON NATALE

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidemorghina
Tempo creazione pagina: 0.951 secondi