Il problema è perseguire i propri obiettivi

Di più
6 Anni 4 Settimane fa - 6 Anni 4 Settimane fa #312181 da Ruby434
Ciao colleghi, sono una studentessa di 23 anni e indietro di due (sono entrata subito ma ho ripetuto il secondo anno, e ora sono in procinto di ripetere il terzo) e voglio raccontarvi la mia esperienza perché dubbi e rimorsi mi stanno ammazzando.

Sto preparando fisiologia1. Sono indietro perché da quando ho dato biochimica passo 5-6-7 mesi sullo stesso esame, per poi darlo con voti più o meno dignitosi (ho dato le anatomie con 30 e 28, biofisica con 26, e biochimica – odiosa materia – con 25).
In realtà al liceo ero molto brava, per me vivere così male l’università è una mazzata…. Ho anche dovuto cambiare completamente metodo…non ho mai avuto bisogno di ripetere a voce alta alle superiori, invece per preparare anatomia ho dovuto implorare mio padre di ascoltarmi mentre ripetevo. Da sola, infatti, mi blocco continuamente, e arrivano l’ansia, la fatica, la disillusione…come se quello che stessi facendo non servisse a nulla!

So cosa sbaglio quando preparo un esame: dedico troppo poco tempo alla materia e non ripeto a voce alta.


Quello che mi fa stare male è che se io decido di studiare dalle 8 alle 12, alla fine riesco a studiare solo un’ora…Prima perché temporeggio cercando il coraggio di iniziare a studiare, poi perché dopo un’ora mi stanco, infine mi avvilisco e mi viene un’ansia mostruosa. Non sono mai stata così in vita mia! (a parte un anno al liceo, ma stavo veramente male perché subivo bullismo pesante dai miei compagni – e adesso vivo male lo studio come allora)

Al liceo amavo lo studio e sono riuscita a entrare a medicina perché ci ho creduto fino in fondo e ho sputato sangue COL PIACERE per 10 mesi, ma quello che prima mi riusciva così bene, ora…dov’è?


Il fatto di stare così male, di essere così pigra e di trovare così tante difficoltà mi sta facendo credere che sono più portata per le materie umanistiche e per la letteratura, come effettivamente era al liceo, e che non sono adatta a studiare medicina, per quanto desideri fare il medico. Mi auguro davvero di sbagliarmi, anche perché mi sembra veramente uno sfregio rinunciare a un lavoro che amerei sicuramente solo perché non trovo qualcuno con cui studiare (non mi faccio tutte queste seghe mentali se sono in compagnia, però penso anche che se non riesco a studiare da sola magari non amo davvero quello che studio).

Molto pragmaticamente ho cercato e messo su carta una soluzione: Tempo (8 ore al giorno, 6 se ho lezione, magari in aula studio anziché a casa), Orale (ripetere ciò che ho appena studiato, almeno mezz’oretta) e Programmi. Può darsi che abbia scoperto l’acqua calda, comunque quello che a me importa è perseguire questi obiettivi, ma quello che mi scoraggia enormemente è che già ripetendo il secondo anno ero convinta che avrei cambiato registro e invece sono incappata negli stessi identici errori. Ho una paura tremenda di ripetere anche altri anni e di bloccarmi con fisio2, patologia, microbiologia…

Magari ho sbagliato facoltà e non amo abbastanza la medicina? Dovrei emozionarmi ogni volta che ripeto oralmente come funzionano le contrazioni ad anello, le correnti pacemaker e il riassorbimento del sodio nel tubulo prossimale, e se non lo faccio significa che mi manca la passione?
L’unica cosa che so è che quanto prima troverò la serenità mentale, tanto prima comincerò a studiare seriamente e impegnarmi come si deve…
Ultima Modifica 6 Anni 4 Settimane fa da Ruby434.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 4 Settimane fa #312184 da carryjersey22
Io credo che per come sono strutturati gli esami, si finisca sempre un po' per odiare quello che si sta studiando verso la fine...oltretutto non stiamo nemmeno parlando di cliniche....
tu non hai scelto biologia...hai scelto medicina...e diciamo che il biennio è fatto di materie basilari. Certo...ovviamente appasionarcisi aiuta...però come ribadisco, hai scelto medicina e non biologia come CdL....quindi io ti consiglierei di aspettare...vedere se le materie dei prossimi anni ti appassionano.
Se no...cambia, infondo vivi una sola vita e passarla a fare cose di cui non hai il minimo interesse non ha senso.
Se si, sarai contenta di non aver cambiato...e di poter in futuro svolgere la meravigliosa professione che è quella del medico :)

Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 4 Settimane fa #312195 da DrHP
Ripetere, come metodo di studio, permette di prendere ottimi voti ma non crea nessuna conoscenza.
Tre settimane dopo aver dato l'esame è tabula rasa.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 4 Settimane fa #312196 da HCl
Mi ritrovo TROPPO in quello che scrivi! Anch'io sono in ritardo di un anno sulla tabella di marcia "solo" per fisiologia e capisco quanto ci si possa arenare su questo esame effettivamente enorme.
Io ti dico di non scoraggiarti né stupirti di niente. è normale non emozionarsi fino alle lacrime studiando, soprattutto quando si tratta di materie del primo biennio/triennio. Purtroppo la visione romantica per cui è tutto fighissimo, interessantissimo, studiabilissimo una volta iscritti a medicina lascia spazio a dormite apocalittiche su valanghe di dettagli che purtroppo si dimenticano a mezz'ora dall'esame. A proposito, dando una personale opinione, spesso lo studiare vagonate di dettagli (come possono essere le liste di geni per ogni virus in microbiologia) fa perdere la visione d'insieme della materia e va a finire che non ci si ricorda di altre cose fondamentali. Non so se mi spiego. Poi ci saranno sicuramente quelli che si ricordano tutto e riescono a organizzare egregiamente quanto studiato, non ne dubito, ma non mi sento di rientrare nella categoria.
Purtroppo gli esami sono praticamente tutti orali, e fa una figura migliore chi arriva lì sparando un mega discorso senza intoppi per un quarto d'ora a mò di recitazione di una poesia. E con questa situazione bisogna fare i conti.
Ripetere è una cosa che odio, mi fa sentire un imbecille, ma purtroppo è una cosa che secondo me bisogna fare per darsi più possibilità di successo in un esame orale. E in fisiologia COME NON MAI. Fatti forza e fallo, meglio se con dei compagni di corso: da soli è parecchio dura e se non si è dei mostri di motivazione si rischia di lavorare troppo poco. Ma dal tuo piano d'azione vedo che ti stai già muovendo nella giusta direzione! Se sei arrivata a questo punto è perché hai già fatto tanto, non buttare via tutto perché te ne pentiresti.
Non farti bloccare da un nefrone, studia in gruppo, e se vogliono una "registrazione del libro" all'esame cerca di dargliela (anche se è un metodo di studio ABOMINEVOLE). E se puoi vai a tirocinio, A VOLTE aiuta a ritrovare la bussola. In bocca al lupo!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 4 Settimane fa - 6 Anni 4 Settimane fa #312199 da AbbiFede
a me sembra di vedere troppa ansia e paura di affrontare lo studio.
Un consiglio sincero (senza nessuna offesa), se non riesci a vincere l'ansia, prova a parlare con qualcuno che possa aiutarti, una psicoterapeuta che ti insegni a gestire ansia, paure ed ossessioni.

a tal proposito nella mia università c'è uno sportello apposito per gli studenti che hanno proprio questi tipi di difficoltà con lo studio! Sono sicuro che ci sono cose simili nelle altre università.

Il mio blog sulla vita da med-student!

vitadamedico.blogspot.it
Ultima Modifica 6 Anni 4 Settimane fa da AbbiFede.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 3 Settimane fa - 6 Anni 3 Settimane fa #312213 da Ruby434
Vi ringrazio infinitamente per questi quattro pareri così diversi, per me sono molto importanti! :cheer:

a me sembra di vedere troppa ansia e paura di affrontare lo studio.

Eh sì alla fine di tutto è proprio quella a rallentarmi così tanto. In realtà sono stata in terapia per due anni, ma per quanto riguarda questo aspetto non è stata particolarmente utile...Più di consigliarmi di pensare a un esame per volta e magari di provare con i tutor del Cepu, lo psicologo non è stato in grado di aiutarmi molto.

Ripetere, come metodo di studio, permette di prendere ottimi voti ma non crea nessuna conoscenza.
Tre settimane dopo aver dato l'esame è tabula rasa.

Sono quasi d'accordo con te, per me questo metodo era la negazione dello studio fatto bene. Ma diventa irrinunciabile in alcune situazioni, vedi anatomia!

Vediamo come va, per ora escludo che medicina non sia cosa mia, ma se non riesco a rispettare (nuovamente) la tabella di marcia mi dovrò dare per forza un aut aut prima del secondo semestre :P Nel frattempo i bocca al lupo anche a voi ;)
Ultima Modifica 6 Anni 3 Settimane fa da Ruby434.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidemorghina
Tempo creazione pagina: 0.550 secondi