Riconoscimento indennità di rischio radiologico

10 Anni 7 Mesi fa #127722 da drnarese

  • FM matricola
  • FM matricola

  • Messaggi: 17
  • Karma: 5
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Cari colleghi specializzandi di Radiologia, il SIMS (Segretariato Italiano Medici e Specializzandi) in collaborazione con l\'SNR (Sindacato Nazionale Radiologi) hanno approntato un\'iniziativa legale volta al Riconoscimento dell\'indennità di rischio radiologico per specializzandi e specializzati dal 1998 ad oggi.E\' possibile agire giudizialmente contro un ingiusto torto che ormai da troppo tempo viene perpetrato ai danni degli specializzandi in Radiodiagnostica e Radioterapia. Infatti, secondo la corretta interpretazione dell\'attività svolta da questi ultimi, accolta anche da alcune recenti sentenze, la stessa va definita come attività professionale. Conseguentemente, ad essi spetta l\'indennità di rischio radiologico ex L. 460/88, nonché il congedoordinario aggiuntivo di quindici giorni ex L. 724/94. E ciò anche in riferimento a quanto previsto dal D. Lgs. n. 187 del 2000. Pertanto, tutti i medici che stanno ancora seguendo il corso di specializzazione o che lo hanno già ultimato (in epoca successiva al marzo 1998) possono tutelare i propri diritti, iniziando una vertenza giudiziaria al fine di richiedere il riconoscimento della citata indennità di rischio radiologico e del congedo aggiuntivo e, quindi, le relative differenze retributive, a partire dal marzo 1998 in poi. E\' anche opportuno agire quanto prima a causa del rischio di prescrizione con conseguente definitiva estinzione del diritto ai predetti benefici. Per attivare la relativa procedura, i relativi ricorsi saranno redatti, proseguiti e curati dal seguente legale:Avv. Daniele Mandracchia , con studio in Via Plebis Rea n. 85, 92100 Agrigento (tel/fax 0922 26016 – cell. 3476057388 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).Lo stesso Avvocato si rende disponibile a titolo gratuito ad ogni richiesta di chiarimenti e delucidazioni a mezzo telefono o e-mail, al fine di iniziare in maniera pienamente consapevole la vertenza giudiziaria. Inoltre, viene garantito il contatto costante con il cliente al fine di informarlo sugli sviluppi della controversia giudiziaria.Per poter aderire, dovrà essere inviata la seguente documentazione agli indirizzi predetti:1) fotocopia del codice fiscale (o tessera sanitaria);2) fotocopia fronte-retro di un proprio documento valido;3) copia attestato di laurea;4) certificato di avvenuta specializzazione rilasciato dall\'Università o, in alternativa per gli specializzandi, autocertificazione di iscrizione alla relativa scuola di specializzazione;5) recapiti telefonici ed eventuale indirizzo di posta elettronica del ricorrente.Successivamente saranno comunicate le modalità per il rilascio della procura e per eventuale altra documentazione. Il costo sarà di € 90,00 a titolo di acconto (da inviare unitamente alla suddetta documentazione), nonché solo in caso di esito positivo della controversia il 9% delle somme riconosciute.

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    Moderatori: bisturina83
    Tempo creazione pagina: 0.553 secondi