informazioni per ammissione a campus biomedico

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #222379 da giondre
Salve a tutti voi che già fate parte di quello splendido istituto.
L'anno scorso era indeciso sul provare medicina o meno e studiai in modo abbastanza svogliato. Tuttavia una volta arrivato al campus mi impressionò moltissimo la pace, la serenità ,l'ordine (per non parlare di quanto sia nuovo l'edificio) del campus biomedico. Non passai il test, a causa della mia negligenza nello studio e ho frequentato per un anno biotecnologie a milano. Quest anno sarei intenzionato a riprovare il campus biomedico, ormai certo delle mie intenzioni futuri (ho riflettuto molto durante questo anno) e volevo chiedervi alcuni consigli:
1. La biografia iniziale: è meglio a punti o come una lunga narrazione??? Posso inserire anche eventi realtivi alle medie (es. pagella d'oro)???E' necessario ribadire il mio andamento scolastico delle superiori??? Devo scrivere anche la mia media di esami dell'università che ora sto frequentando?Concorsi di latino??Tratto il settore umanistico ed anche quello sportivo???
2. Di solito allo scritto quanto è necessario fare per passare??? (l'anno scorso io sono arrivato 600 e ho fatto 30.5 su 50)
3. Mi farebbe molto piacere sentire qualche esperienza di orale (ne ho lette qualcuno su qualche vecchio post)
4. Venendo da biotecnologie ho fatto molti esami. Credete potrebbe esserne riconosciuto qualcuno?? o dovrò riniziare da zero(qualora entrassi)??
5. La mia prima impressione sul campus (pace, tranquillità, ordine e ambiente elevato culturalmente) era solo un impressioneo rispecchia davvero quello che il campus è???

Scusate per il numero eccessivo di domande, alcune ripetute altre meno, ma l'anno scorso sono rimasto abbastanza impressionato e mi piacerebbe realmente riprovare lì se è relamente come mi era sembrato. GRazie a tutti per la disponibilità :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #222414 da Irsed
Ciao sono nuovo del forum, cerco di risponderti come posso...

1) scrivi tutto quello che puoi ma ricordati che ogni cosa che scrivi poi la devi provare con relativo attestato...
2) cambia veramente di anno in anno ma quando l'ho fatto io lo scritto contava meno dell'orale (ora non lo so sincermanet ma non credo sia cambiato molto
3)ti chiedono cose molto generali, sulle tue motivazioni, su come la pensi sulle questioni etiche, su quanto è importante per te il gioco di squadra, il sacrificio per un amico...
4)non credo proprio... comunque chiama la segreteria e informati
5)eheh... e qui casca l'asino. Io sono al IV anno e ti posso dire confrontandomi con i miei amici che fanno altre università che il campus è molto più duro. Alla sapienza ad esempio ci sono esami come cardiologia,gastroenterologia etc.. mentre al campus c'è gastro-pneumo-cardio tutto insieme, poi c'è endocrino-infettive-nefro-uro-immuno tutto insieme. quindi gran parte della medicina clinica in due esami. Beh quasi nessuno prende trenta e mantenere una media alta dopo i mattoni dei primi anni (anatomia,fisiologia,biochimica,patologia) è estremamente dura perchè ogni programma è immenso e i prof sono abbastanza pignoli. In più non ci sono mai appelli straordinari e rimanere al passo è difficilissimo perchè oltre questi esami ci sono anche farmacologia, anatomia patologica che sono altrettanto difficili.
Certo i vantaggi ci sono, nel senso che siamo veramente pochi e potenzialmente tutte le specalizzazioni sono accessibili con un'attesa di uno max due anni. Senza fare false modestie, mi pare che la preparazione sia migliore perchè il fatto di fare tutto insieme ti da una visione più globale. Inoltre vedo i miei amici degli anni più grandi che sono intenri in discipline chirurgiche che comunque fanno qualcosa. Quindi ti devi sentire di affrontare una facoltà ancora più dura delle altre, dove la strada è sempre in salita, mentre tutti ti diranno che dal IV anno con le cliniche la situazione migliora, dove ti vengono incontro pochissimo per quanto riguarda appelli straordinari, spostamenti di esami etc...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #222451 da giondre


5)eheh... e qui casca l'asino. Io sono al IV anno e ti posso dire confrontandomi con i miei amici che fanno altre università che il campus è molto più duro. Alla sapienza ad esempio ci sono esami come cardiologia,gastroenterologia etc.. mentre al campus c'è gastro-pneumo-cardio tutto insieme, poi c'è endocrino-infettive-nefro-uro-immuno tutto insieme. quindi gran parte della medicina clinica in due esami. Beh quasi nessuno prende trenta e mantenere una media alta dopo i mattoni dei primi anni (anatomia,fisiologia,biochimica,patologia) è estremamente dura perchè ogni programma è immenso e i prof sono abbastanza pignoli. In più non ci sono mai appelli straordinari e rimanere al passo è difficilissimo perchè oltre questi esami ci sono anche farmacologia, anatomia patologica che sono altrettanto difficili.
Certo i vantaggi ci sono, nel senso che siamo veramente pochi e potenzialmente tutte le specalizzazioni sono accessibili con un'attesa di uno max due anni. Senza fare false modestie, mi pare che la preparazione sia migliore perchè il fatto di fare tutto insieme ti da una visione più globale. Inoltre vedo i miei amici degli anni più grandi che sono intenri in discipline chirurgiche che comunque fanno qualcosa. Quindi ti devi sentire di affrontare una facoltà ancora più dura delle altre, dove la strada è sempre in salita, mentre tutti ti diranno che dal IV anno con le cliniche la situazione migliora, dove ti vengono incontro pochissimo per quanto riguarda appelli straordinari, spostamenti di esami etc...


Bene grazie delle informazioni :) (anche se nel punto 1 non ho capito bene se allora è preferibile a punti o a narrazione XD). Cmq quello che hai detto mi piace molto; è quello che mi aspettavo dal campus: serietà, diligenza ed arduo impegno. Sembrerà un po masochista ma sono cose che a me piacciono molto :)..... se anche qualcun altro vuole darmi una suo opinione sono felicissimo di ascoltarla :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #222539 da Irsed
La biografia non ha importanza come la scrivi (quando l'ho fatta io c'erca un modulo a sezioni da riempire), l'importante è che certifichi tutto!

Sono contento che ti piace il modello, tuttavia non voglio scoraggiarti, ma poi quando ti troverai a competere con gente di altre università che ha voti più alti dei tuoi sapendo molto meno, è un po' avvilente, perchè d'accordo che poi uno studia per se, ma nei concorsi, carta canta.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Mesi fa #222565 da giondre


Sono contento che ti piace il modello, tuttavia non voglio scoraggiarti, ma poi quando ti troverai a competere con gente di altre università che ha voti più alti dei tuoi sapendo molto meno, è un po' avvilente, perchè d'accordo che poi uno studia per se, ma nei concorsi, carta canta.

No fai bene a dirmi come la pensi, cioè mi fa piacere sentire altre opinioni; tuttavia quello che hai detto è vero (sui voti più bassi ), a volte può dare fastidio, ma io credo che quando si diventa dottori si vedrà la vera bravura del medico, quanto veramente conosce; ed allora si sarà valutati per quello che si vale. Forse il mio pensiero ti sembra un pochino idealista ma a me piace così : faticare e lavorare sodo, indipendentemente da quello che mi succeda attorno, continuando sempre a coltivare i miei interessi personali (amicizia,..) e culturali (letteratura,...). Cmq grazie per l'esperienza, se ci sono altre particolarità che puoi dirmi sono ben contento di ascoltarle :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: lulù84
Tempo creazione pagina: 0.431 secondi