abortisti o antiabortisti?

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100688 da cenerentola
quoto anche io HelterSkelter

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100704 da CatPower
L\'unica possibilità per non \"utilizzare\" la legge 194 sarebbe quella di avere anticoncezionali infallibili,e per adesso questi non esistono.L\'aborto non lo praticano solo povere ragazze senza soldi,violentate o altre,non siamo ipocriti.Io devo avere la possibilità di scelta qualunque sia la mia situazione.Non mi sembra irrilevante il fatto che ormai ricorrorno all\'aborto donne immigrate,che cioè vivono in un contesto socioculturale svantaggiato,e che non hanno le informazioni e le possibilità necessarie per evitare gravidanze che non desiderano.Ah,Inchis, tu non ti puoi permettere di dire quello che vuoi perchè la tua libertà finisce dove inizia la mia.Poi sarebbe curioso sapere se la madre della tua bambina ha potuto frequentare l\'Università e realizzarsi professionalmente come hai fatto tu.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100724 da Carlos Chagas
HelterSkelter ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

io mi sono trovata piu\' volte di fronte a questo problema, una volta personalmente ed altre volte per delle amiche....in coscienza sono per la vita....cerco una soluzione alternativa....e credo che oggi un buon ginecologo deve riuscire a fare PREVENZIONE, i metodi per nn concepire ci sono e sono tanti, ed anche semplici da usare bisogna fare una buona scuola ai ragazzi ed il medico ha il dovere di fare questa prevenzione....ma se purtroppo la gravidanza inizia beh...a quel punto spingere a riflettere su cosa realmente si vuole per se e per il nascituro...capire se la donna è in grado di prendere una decisione se ha il supporto dei famigliari, capire soprattutto cosa l\'ha portata a sbagliare.... se così si puo\' definire un concepimento...molte donne che abortiscono statisticamente ci ricascano entro un anno dal fatto....questo è un dato tristissimo perchè indica come la 194 bis nn sia formulata e gestita nella maniera corretta c\'è qualcosa che i medici e gli psicologi tralasciano nell\'iter...Allora bisogna lavorare su questo...Ci sono dei casi pero\' come quello della violenza, da parte di familiari o altri in cui la donna o la ragazza o la bambina (ne ho viste di 11 anni con un neonato appena partorito tra le braccia in corsia di maternità, dio che pena!!! una bimba con una bimba in braccio!!! straziante!!! senza nemmeno il petto per poterla allattare!!!)nn potrà mai accettare un figlio, è lacerata ed allora ringraziamo l\'esistenza della RU, in questi casi si evita un male peggiore l\'aborto del 3 mese....A verona c\'è un ospedale psichiatrico, molto triste è quello dove finiscono tutte le madri infanticide....io credo che a volte bisogna capire davvero e supportare una donna con ogni mezzo.... per far si che quell\'ospedale possa essere chiuso....In sintesi l\'aborto nn è mai una scelta facile...ma una possibilità che ogni ginecologo deve dolorosamente tenere in considerazione...Oh preferite mandarle dalla Mammana?i tempi orribili della mammana....un orrore, o quelli del dottor morte?intrugli e beveroni terribili, ferri da lana che laceravano uteri, bimbi deformi che nascevano lo stesso....sepsi mortali!ringraziamo l\'esistenza di questa legge....piuttosto!ma ricordiamoci che si deve migliorare...fare in modo che nessuna donna abbia piu\' motivo di utilizzarla!!!HelterSkelter

Sono felice sentirti parlare così. Mi spiego meglio.Sono convinto fermamente che la vita debba trionfare sempre, ma mi rendo conto che a volte vi sono casi disperati che non possono essere misurati con lo stesso metro.Alcuni aborti sono quasi inevitabili, per me è mostruoso dirlo, ma hai ragione negli esempi che hai riportato.In quelle circostanze nostro compito di medici, amici o famigliari è quello di sorreggere quanto più possiamo (poco purtroppo), colei su cui pesa una tragedia così grande.Questo non deve e non può farci dimenticare che sono "casi estremi", non è la "normalità".Rimane raccapricciante il gesto in tutti quei casi in cui c\'è un supporto economico e psicologico.A tal propostio, stiamo bene attenti a non stirare troppo il concetto di "immaturità" e di "prontezza psicologica", perchè finiremo con giustificare sempre e comunque l\'aborto.Chi di voi è genitore conosce quella sensazione d\'improvviso smarrimento che si ha non appena si realizza quello che sta per succedere.Chi potrà mai dirsi veramente "pronto" a diventare genitore?Infine concordo anche su cosa puntare nel futuro.Prevenzione, educazione sessuale e supporto psicologico, prima, durante e dopo la gravidanza.L\'aborto è praticato da moltissime donne e ragazze a cui di certo i soldi non mancano, quindi evitiamo ipocrisie per favore.Molte pensano solo di poter fare quello che vogliono del loro e dell\'altri corpo (il concepito).E così spero di aver risposto anche a Serendipity. ;)CatPower ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

L\'unica possibilità per non "utilizzare" la legge 194 sarebbe quella di avere anticoncezionali infallibili,e per adesso questi non esistono.L\'aborto non lo praticano solo povere ragazze senza soldi,violentate o altre,non siamo ipocriti.Io devo avere la possibilità di scelta qualunque sia la mia situazione.Non mi sembra irrilevante il fatto che ormai ricorrorno all\'aborto donne immigrate,che cioè vivono in un contesto socioculturale svantaggiato,e che non hanno le informazioni e le possibilità necessarie per evitare gravidanze che non desiderano.Ah,Inchis, tu non ti puoi permettere di dire quello che vuoi perchè la tua libertà finisce dove inizia la mia.Poi sarebbe curioso sapere se la madre della tua bambina ha potuto frequentare l\'Università e realizzarsi professionalmente come hai fatto tu.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100729 da CatPower
Ovviamente sono felice che tu e la madre del tuo bambino siate felici e abbiate preso la decisione giusta per voi.Ma tutto è soggettivo,non puoi ampliare la tua esperienza a dogma generale.Io sono razionale,e per questo dico che l\'embrione non ha una volontà propria.come potrebbe?è una vita in potenziale,che non ha un\'esistenza se non attraverso il corpo della madre.E si,tra i presunti 3 \"vince\"(termine inappropriato) la madre.Primo perchè il corpo è suo,secondo perchè il l\'em rione non è una persona.Qualcuno diceva che se anche gli uomini partorissero si potrebbe abortire anche dal barbiere...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100735 da marti87
Risposta da marti87 al topic Re:abortisti o antiabortisti?
a parte il fatto che io non considero l\'embrione vita...ma chi ci dice che il piccoletto VUOLE VIVERE in certe condizioni??? Dato che il parere del piccoletto non lo possiamo conoscere nè noi nè la \"madre\" e che ognuno lo userebbe per tirare acqua al suo mulino penso che non si debba considerare!!!!Quindi lo scontro rimane tra 2 libertà... una delle quali io non ritengo libertà ma imposizione

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Visitatori
  • Visitatori
12 Anni 9 Mesi fa #100736 da
Risposta da al topic Re:abortisti o antiabortisti?
cito Inachis_LO:\"L\'aborto è praticato da moltissime donne e ragazze a cui di certo i soldi non mancano, quindi evitiamo ipocrisie per favore.Molte pensano solo di poter fare quello che vogliono del loro e dell\'altri corpo (il concepito)\".inachis_lolo hai detto tu stesso...ci sono donne aride che nn sono mature ed in grado di dare affetto nemmeno a se stesse, ma nn STA A NOI GIUDICARE PERCHE\' SONO COSI\', nn si amano perlopiu\'!!! come potrebbero allora amare quel piccolo essere che cresce dentro di loro se nn sono in grado di rispettare nemmeno se stesse??Quindi la parte del confronto psicologico con il medico della 194 è FONDAMENTALE....i medici devono QUI saper fare bene il loro lavoro....Se nn vogliono fare le madri se non sono in grado di farlo, fargli avere quel piccolo vuol dire fare nascere UN PICCOLO MARTIRE!e riempire il famoso ospedale psichiatrico di Verona o Mantova (nn mi ricordo con esattezza dove sia) di madri infanticide, ancora piu\' infelici di quanto lo fossero prima della gravidanza e soprattutto ancora piu\' colpevoli di quanto lo potevano essere in coscienza con un aborto!Io ho fatto la mia scelta a 19 anni, ed è stata una scelta sofferta ma soprattutto fatto con amore, la mia famiglia mi aveva cresciuto in maniera da essere una persona sufficientemente adulta ed equilibrata da sapere quello che stavo facendo e quello che avrei potuto e nn potuto fare, cionostante ti senti sempre impotente, piccola, con una cosa immensa addosso che nessuno potrà mai levarti, sia che tu decida per l\'aborto sia che tu scelga la vita...Ci sono ragazze che nn riescono poverine, nn hanno la forza la capacitàl\'amore per poterlo fare, io nn sto li a giudicare IO NON SONO DIO O UN PRETE, IO sono SOLO UN MEDICO UN AMICO UN FAMILIAREe devo solo dare consigli, aiuto sanitario e magari un sorriso.......La scelta è sua della donna,e lo rimarrà per sempre sia nel campo etico sia in quello della vita, il medico è solo un curatore della profilassi, ma è anche colui che è riuscito a illustrarti le 2 porte al meglio, aiutandoti ad attraversare quella che meglio fa per te...gli anticoncezionali oggi sono sicuri ed efficaci ce ne sono di ultimissima generazione a bassissimo dosaggio facili da prendere e quasi privi di rischi..... invogliamo i ns ragazzi ad usarli nella maniera giusta e con criterio!;)helterskelter

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100743 da Pixxius
Risposta da Pixxius al topic Re:abortisti o antiabortisti?
Raga, alle soglie del 2008 vedo che esiste ancora il controllo della chiesa sulla scienza.. e questo è uno scandalo!Sopravvive di fatto ancora l\'inquisizione, solo che invece di usae la tortura, utilizza la finta morale e cerca di far passare la donna che abortisce come un\'assassina ed il medico come un criminale...I veri criminali siete invece voi che ancora cercate di pilotare la nostra morale, siete voi quelli che alla domenica dite l\'atto di dolore e vi piegate di fronte ad un sacerdote per poi uscire e sentirvi purificati......e magari venire da me, libero pensatore, ad intimarmi ed a criticarmi l\'etica che seguo.L\'atto criminale è permettere a preti ed a ciellini di esprimersi su argomenti così delicati i quali richiedono una profonda conoscenza scientifica.Ancora si permette a gente riprovevole come il Cardinale Ruini di criticare, di parlare della vita.Persone che hanno basato la loro stessa esistenza sul potere e sul denaro, gente che spende miliardi per fare l\'Agorà e poi lascia morire di fame le persone.Le stesse persone che coprono e proteggono preti stupratori e pedofili.Ed io dovrei essere criticato sulla morale da queste persone quà???Ma perfavore, io sono Medico per proteggere la vita, e come dice la legge devo preservare la vita di chi è già, non di chi deve essere... :angry: :angry: :angry:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100745 da Carlos Chagas
marti87 ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

a parte il fatto che io non considero l\'embrione vita...ma chi ci dice che il piccoletto VUOLE VIVERE in certe condizioni??? Dato che il parere del piccoletto non lo possiamo conoscere nè noi nè la \"madre\" e che ognuno lo userebbe per tirare acqua al suo mulino penso che non si debba considerare!!!!Quindi lo scontro rimane tra 2 libertà... una delle quali io non ritengo libertà ma imposizione

Per la serie: si faccia una domanda e si dia una risposta eh?Mi dispiace ma non posso essere d\'accordo. Primo per me l\'embrione è vita, secondo perchè è persona e come tale ha dei diritti inalienabili, come li abbiamo tutti noi.Il relativismo (tutto è soggettivo), porta con se\' solo disordine.Infine vi voglio ricordare che viviamo in società, ogni vita è legata ad un\'altra, la morte di un essere umano, tanto più che si tratta del più debole tra tutti gli esseri umani, non mi potrà mai passare davanti come se nulla fosse, questo vale per l\'aborto, la guerra, la malattia.Tu stessa poi, escludendo il suo parere porti acqua al tuo di mulino....Che poi, se non consideri vita l\'embrione, come ammetti, che te frega di chiedere: \"ma chi ci dice che il piccoletto VUOLE VIVERE in certe condizioni???\"?Se non è vita per te il discorso è chiuso, è sterile, inutile.Altri però, come me, credono che quell\'embrione sia VITA, sia una PERSONA, allora ti rendi conto che dal nostro punto di vista, tutto assume un altro significato.Pixxius ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

Raga, alle soglie del 2008 vedo che esiste ancora il controllo della chiesa sulla scienza.. e questo è uno scandalo!Sopravvive di fatto ancora l\'inquisizione, solo che invece di usae la tortura, utilizza la finta morale e cerca di far passare la donna che abortisce come un\'assassina ed il medico come un criminale...I veri criminali siete invece voi che ancora cercate di pilotare la nostra morale, siete voi quelli che alla domenica dite l\'atto di dolore e vi piegate di fronte ad un sacerdote per poi uscire e sentirvi purificati......e magari venire da me, libero pensatore, ad intimarmi ed a criticarmi l\'etica che seguo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100753 da CatPower
quale rispetto delle mie idee e della mia persona permane quando un medico nega il mio diritto a decidere cosa fare del MIO corpo?OT: il relavinismo è la base del progresso,la scienza,della vita.Chi lo nega è perchè ha paura che le persone pensino con la propria testa,che mettano in dubbio se stesse.Con questa demonizzazione del relativismo siamo culturarmente arretrati di millenni,scimmie che sann ousare il pc.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 9 Mesi fa #100758 da Pixxius
Risposta da Pixxius al topic Re:abortisti o antiabortisti?
Negare ad una donna la possibilità di esprimere un DIRITTO quale l\'aborto è un atto criminale, punto e basta.La morale non c\'entra, è questione di professionalità.Lasciamo i discorsi sulla morale ai preti che,ripeto, vengono pagati per farlo...Come scrisse De Andrè:Si sà che la gente dà buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio... si sà che la gente dà buoni consigli quando non può dare cattivo esempio...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidegaudio
Tempo creazione pagina: 1.393 secondi