In Italia mancheranno 20.000 medici

Di più
8 Anni 10 Mesi fa - 8 Anni 10 Mesi fa #214113 da lucaleo
Dove finiscono le nostre tasse?

Ecco, in Italia paghiamo tasse alte (la pressione fiscale non è diminuita PER NIENTE per le fasce produttive) e sosteniamo una spesa pubblica immensa, che ogni anno fa lievitare il debito pubblico di qualche punto. Da questa equazione ci si aspetterebbero servizi eccelsi, invece riceviamo servizi di scarsa qualità e questi sono mal distribuiti sul territorio.
Dove finisce il gap tra spesa pubblica e servizi effettivi: in una parola CORRUZIONE.
Quando scialo denaro pubblico per forniture inutili perché ho preso una mazzetta dall'azienda X, per un lavoro appaltato all'azienda Y che vale un decimo del prezzo che sto pagando, per consulenze inutili e gettoni di presenza ridicolmente alti per personaggi ridicolmente... ridicoli, ecco che spendo il denaro pubblico impoverendo i servizi.
Ultima Modifica 8 Anni 10 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214122 da AleLehninger
ovviamente avete ragione anche voi, che ne sapete senza dubbio più di me del mondo medico-lavorativo. Ma fatto sta che se uno prende anche "SOLO" 2500 euro al mese fa meno fatica a vivere del restante  70% della popolazione che prende tra gli 800 e i 1200 euro al mese. Se il discorso è " gli stipendi in italia sono troppo bassi" ok, condivido...(soprattutto se paragonati a quelli di altri paesi europei, dove però anche la vita è più cara) ma non mi sembra intelligente lamentarsi di non riuscire ad arrivare alla fine del mese con 2500 euro, quando c'è chi lo fa con molto meno.
Dove finiscono i soldi delle tasse, dove?  Non lo so... ma se ci fossero anche meno evasori fiscali in italia senza dubbio qualche risorsa in più ci sarebbe. Inutile dare sempre colpa allo "Stato" la colpa è di ogni singolo individuo che pensa solo a se stesso e non alla collettività. Di fondo, come sempre, c'è una questione purante culturale.
Il problema del mondo medico non è un caso unico, pensate ai farmacisti! Studiano 5 anni e non è una passeggiata farmacia, poi finiscono nella maggior parte dei casi a fare un lavoro orrendo, da commesso...nel quale il loro studio serve solo per calcolare il resto da dare... e prendono 1200 euro al mese se non sono figli di nessun titolare.
I giovani archietti, i giovani avvocati?... e i biologi?
Quantomeno un medico può fare il lavoro per il quale ha faticato anni di studio, prende uno stipendio decente e ha molte possibilità di lavorare nel privato, dove non si fanno grossi scrupolo per chiedere 100 euro per 30 minuti di visita... loro mica ci pensano che anche gli altri fanno fatica ad "arrivare alla fine del mese"... e la salute non è un optional.
Se  nell'ambiente medico esiste ancora netta disparità (generazionale e non) tra gli stipendi dei medici, e la correlazione nulla tra responsabilità, carico di lavoro, impegno e la retribuzione ecc... allora fate qualcosa VOI per cambiare le cose.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214123 da lucadoc

I giovani archietti, i giovani avvocati?... e i biologi?
Quantomeno un medico può fare il lavoro per il quale ha faticato anni di studio, prende uno stipendio decente e ha molte possibilità di lavorare nel privato, dove non si fanno grossi scrupolo per chiedere 100 euro per 30 minuti di visita... loro mica ci pensano che anche gli altri fanno fatica ad "arrivare alla fine del mese"... e la salute non è un optional.
Se  nell'ambiente medico esiste ancora netta disparità (generazionale e non) tra gli stipendi dei medici, e la correlazione nulla tra responsabilità, carico di lavoro, impegno e la retribuzione ecc... allora fate qualcosa VOI per cambiare le cose.

Per quello che mi riguarda il discorso stipendi è sinceramente l'ultima cosa che mi interessa, anche perché non puoi scegliere questo mestiere per lo stipendio, altrimenti al primo anno sei già fuori. Ma il discorso qui è molto complesso e se non viene risolto riserverà grossi problemi: mancheranno 20.000 medici tra sei/sette anni...ora voi siete così certi che il governo(questo e i successivi) abbia i soldi e l'intenzione di supplire a questa mancanza assumendo nuovi medici, attualmente precari?io non ne sarei così certo...il problema non è lo stipendio in sé comunque che per me andrebbe anche bene, ma il fatto di non essere assunti a tempo indeterminato, il fatto di dover cambiare ospedale ogni sei mesi. Questo crea due conseguenze, la prima è che impedisce al medico di realizzarsi sul piano personale(le banche non concedono prestiti a chi non ha un contratto a tempo indeterminato), quindi non puoi comprare casa, non puoi sposarti, non puoi avere un figlio, ameno che mamma e papà ti aiutino, ed io trovo scandaloso che dopo i trentanni ancora bisogna farsi aiutare dai genitori per questioni economiche, quando invece dovremmo essere noi ad aiutare loro, la seconda è che continuando a cambiare ospedale è impossibile instaurare un rapporto di fiducia con i pazienti e con i colleghi, dato che appena si crea si viene trasferiti. E questo non può portare a nulla se non ad un peggioramento della sanità pubblica, a vantaggio ovviamente di quella privata.

Mortui Vivos Docent

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214254 da ocean
Dal documento ufficiale del Piano Sanitario  Nazionale

Proprio al fine di governare il fenomeno che, per quanto detto, a breve determinerà una carenza di detti professionisti, questo Ministero ha richiesto un ampliamento dell‟offerta formativa, ossia del numero delle immatricolazioni al corso di laurea in Medicina e Chirurgia già a partire dall‟anno accademico 2008/2009. Tuttavia, tenendo conto che il percorso formativo di un medico si completa in circa 10 anni, occorrerà attendere il 2019 affinché il maggior numero di laureati/specializzati sia disponibile sul mercato del lavoro.
In ogni caso, allo stato non è ancora corretto parlare di “emergenza medici” nel breve periodo, in quanto negli ultimi anni i vincoli finanziari ed il blocco di assunzioni hanno alimentato una sacca di inoccupazione dalla quale il SSN potrebbe attingere per assicurare un adeguato turn-over delle risorse umane



Da qualche anno a questa parte stiamo assistendo a due trend costanti:

- da un lato una continua diminuzione dei posti di specializzazione, perchè lo stato non ha soldi per finanziare le borse.

- un aumento del nuomero di studenti immatricolabili  al corso di laurea in medicina, perchè ogni studente porta soldi con le tasse universitarie.

www.medici-oggi.it/archives/0009224.html

qui il ministro fazio dice che già chiesto l'aumento di 2.000 matricole ,  e che "forse" aumenteranno 50 borse di specialità per pediatria e geriatria

E gli altri 1950 che fanno??? la matematica non è un'opinione!!




fonte: www.giovanimedici.com/index.php?option=c...x.php?topic=157861.0

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214277 da Leizer
Beh non è un mistero che manchino e mancheranno medici di base, per cui il bacino da riempire sarà quello... certo l'anomalia son proprio i pediatri di base e geriatri che mancheranno anche quelli...

Eppur si muove

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214800 da gaudio
Leizer, mancano i pediatri di base e mancheranno i "geriatri di base", quest'ultimi che di fatto non esistono sono una nuova figura che si vuole inserire nella medicina territoriale per togliere gli anziani dagli studi dei medici di base e dagli ospedali e affidarli a una figura professionale specializzata nei problemi dell'invecchiamento. Mah. Questo è quanto.

Per quanto riguarda gli stipendi, signori, ma invece vi rendete conto che un qualsiasi altro professionista che lavora privatamente riesce con facilità a superare abbondantemente i 2500?
Mi riferisco a elettricisti, idraulici, geometri. etc. Costoro non si sono nemmeno presi la briga di prendersi una laurea, e lavorando a domicilio sono sicuramente meno insidiati dal fisco, pertanto fatturano una volta su dieci, denunciando un decimo di quello che guadagnano, pagando le tasse su quel decimo.
Allora ritorniamo al discorso delle tasse: perchè dovremmo pagare tasse che non servono a nulla? Peccato che un dottore, un avvocato o un architetto con uno studio è strettamente controllato dal fisco, perchè certamente a singola prestazione guadagna di più, ma come far capire alle persone che se io chiedo 100 euro per una visita, ne devo dare 40 allo stato, mentre le 50 euro che danno all'elettricista se le mette in tasca?

Allora vedete come non è questione di guadagno assoluto, ma di guadagno relativo, che è quello più importante, perchè se tutti i lavoratori guadagnessero 10 euro e il medico 15, nessuno si lamenterebbe, il problema è che il guadagno del medico è innanzitutto pari o inferiore ad altre figure professionali che non ci fatturano sopra, e poi è insediato da decurtazioni allucinanti (in intramoenia su 100 euro te ne porterai a casa 30 forse, mentre il paziente è convinto di averti pagato 100, aspettandosi una prestazione da 100, che chiaramente non viene fornita perchè sai che stai prendendo 30, a prescindere che si dovrebbe sempre dare il massimo)

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #214814 da Leizer
Geriatri di base??? Mah la vedo come una stupidata... Parere personale, poi è discutibile....
Riguardo agli stipendi no comment... Finché il lavoro in nero è incoraggiato non possiamo nulla...

Eppur si muove

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #214822 da AleLehninger
Non diciamo falsità, anche i medici lavorano in nero alla grande nei loro studi privati.... i dentisti in particolare.
Un elettricista guadagna 2500 euro? Ma chi te l'ha detto?  Forse 1 elettricista su 10 ma non è certo la regola.
Il grande problema dell'Italia è l'arroganza delle persone, scommetto che se gli italiani non fossero tutti così capre in matematica e fisica molti ora sarebbero sui forum di “futuri ingegneri” , per farsi i conti di quanto si può guadagnare ..anche se per molti non sarà mai abbastanza.
Basta con l'idea arcaica che il medico è una divinità in terra, che solo il suo corso di laurea difficile  e che quindi  il suo lavoro merita una retribuzione esagerata. Leggendo certe cose mi passa la voglia di studiare medicina, non osa immaginare quanti boriosi ignoranti ci siano tra i futuri medici e tra i medici.
Un mio parente neurologo mi ha detto testuali parole un giorno " Non fare medicina, l'ambiente medico è il peggiore...non sai con quanta gente con complessi di superiorità mi sono dovuto scontrare". Se avete scelto si studiare 6 anni più 5 di specializzazione (retribuita!!!!!!!!) dovreste averlo fatto per interesse, non per guadagnare 3000 euro al mese. E allora i biologi, i chimici ecc... che prendono il dottorato? e i fisici...e i laureati in lettere antiche che seguono anche corsi post-laurea?  sono tutti SCEMI? meritano solo 800 euro al mese fino a 40 anni perché i loro sforzi non sono nulla in confronto a MEDICINA?  io diventerò un tecnico di laboratorio biomedico e per quanto non possa certo paragonare i miei sforzi intellettuali a quelli di uno studente di fisica, matematica ecc... penso che il mio corso richieda un certo impegno fisico e mentale e non mi lamenterei mai dello stipendio perché , per quanto mediocre, è nella MEDIA. Non so se mi specializzerò in biotecnologie o se mi iscriverò a medicina...ma vi ripeto, sentendo certi discorsi mi sta davvero venendo un sconforto IMMENSO. E non solo su questo forum, che tutto sommato è frequentato da persone apparentemente intelligenti, ma soprattutto da certi idioti che conosco personalmente e che si stanno per laureare in medicina.
BASTA, non scriverò più su questo forum, perché per ora non sono per niente un FUTURO MEDICO e ho anche sbagliato a scriver così spesso.
Se non altro leggere certe cose ho capito che:
1-  molto idioti voglio fare medicina e che tanti la stanno facendo
2- i medici sono, in generale, molto VENALI
3-  molti di voi non rispettano le altre professioni
4- molti di quelli che partecipano al test lo fanno spinti dai telefilm americani superstupidi sui chirurghisuperfighi
5. molti ragazzini/ragazzine che chiedono informazioni sul test NON SANNO SCRIVERE IN ITALIANO!
6- il test di medicina è la prova che non c'è uniformità culturale tra l'italia del nord e quella del sud. ( mi riferisco ai punteggi minimi, non voglio offendere l' orgoglio meridionale).
7- ho perso tempo inutilmente.


Vi saluto, come diceva Heidegger "solo un dio ci può salvare" (ma voi preferirete : "solo un medico ci vuò salvare").

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #214828 da Leizer
Non penso che i medici guadagnino poco, diciamo che rispetto ad altre libere professioni son penalizzati da miliardi di controlli... E comunque non c'è solo il fatto dell'impegno di studi, siamo tutti d'accordo che i ricercatori, i dottorandi ecc non percepiscano il dovuto e si facciano il c*** tanto quanto se non di più uno studente di medicina, ma il medico ha il fardello della responsabilità. Un qualsiasi fisico, matematico, o chi per loro non deve interfacciarsi ogni giorno coi pazienti ed esser responsabile della loro salute, e non tiriamo in ballo le professioni sanitarie perché il primo da cui si va a lamentarsi è pur sempre il medico.
Per amor di discussione e faccio l'avvocato del diavolo pur essendo d'accordo con tutti i tuoi punti:
1- gli idioti ci son ovunque, son certo più attirati da professioni "ambite" (potrei citare un proverbio locale, ma mi astengo  :sarcastic: )
2- Penso ci siano dovute eccezioni
3- Beh le altre professioni non rispettano i medici, la cosa è reciproca (Infermiere che dicono "senza di noi il reparto non va avanti" quando il tutto è sempre e sempre sarà un lavoro di equipe con compiti specifici)
4- Preconcetto, quelli che iniziano così spesso e volentieri non passano o mollano
5- Nulla da dire, se non sconforto
6- Da quando in qua è un problema che riguarda solo i medici?
7- Non si perde mai tempo, si impara sempre

Eppur si muove

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #214829 da gaudio
Ale lehninger: l'esempio vivente del coglioncello che non ha capito un cazzo.

Assicurazione professionale chi credi che la paghi? pensi che un fisico paghi la stessa cifra di assicurazione professionale di un medico? I medici che lavorano in nero sono tampinati dal fisco, anzi ad oggi nemmeno esistono più gli studi privati, esistono solo quelli dei vecchi baroni, i giovani medici lavorano in intramoenia dove chiedono 100 e si prendono 30 (sai leggere?).
Ma tu sei più preoccupato a dire "dovreste studiare per passione" "i medici sono venali" e stronzate simili,.

Ragazzino, quando dovrai affrontare i problemi della vita ne riparleremo.

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidegaudio
Tempo creazione pagina: 0.388 secondi