L'ultima follia sui gay: cure omeopatiche anti-omosessualità

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219786 da lucadoc
io non so più se ridere o piangere, davvero...

PILLOLE ZUCCHERATE, PSICOTERAPIA E CONSIGLI RELIGIOSI
Dalla Germania l'ultima follia sui gay
Cure omeopatiche anti-omosessualità


La terapia lanciata dall'associazione dei medici cattolici tedeschi fa infuriare la federazione di gay e lesbiche


MILANO - Cure omeopatiche per combattere l'omosessualità. Ha scatenato rabbia e polemiche l'articolo intitolato «Con l’omeopatia contro l’omosessualità» pubblicato sul magazine online Telepolis che racconta del lancio da parte dell'associazione dei medici cattolici tedeschi (BKA) di una terapia rivolta ai gay e alle lesbiche che vogliono sconfiggere la loro omosessualità. La federazione delle lesbiche e dei gay tedeschi (LSVD) ha giudicato l'iniziativa «un insulto» e ha affermato che ancora una volta i membri della comunità cattolica si dimostrano omofobi e confermano di non avere alcun rispetto per gli omosessuali.

LA CURA - Il BKA, che si autodefinisce «la voce della comunità medica cattolica», afferma che la cura omeopatica può essere acquistata direttamente sul sito web dell'associazione. L'omosessualità - si legge sul sito ufficiale - non è una malattia, ma una serie di trattamenti sono disponibili per tenere a bada tale inclinazione. La terapia è un mix di cure omeopatiche, psicoterapia e consigli religiosi. Ad esempio tra le terapie omeopatiche più controverse l'associazione consiglia la prescrizione di «globuli», piccole pillole che contengono per lo più zucchero: «Sappiamo di numero persone con inclinazioni omosessuali che si trovano in difficoltà e soffrono molto - dichiara Gero Winkelmann, direttore dell'associazione, in una lettera spedita al settimanale tedesco Der Spiegel - Se qualcuno è infelice, malato o si sente in difficoltà, deve sapere che noi possiamo aiutarlo».

LE FONTI - Secondo Winkelmann, che sottolinea come l'iniziativa non vuole né ferire né mettere sotto pressione la comunità gay, esiste una ampia e affermata letteratura medica e scientifica che conferma la tesi che l'omosessualità può essere curata. Il professore cita testi di psicoterapia, filosofia e teologia quindi «l'insegnamento della Chiesa cattolica, le Sacre Scritture e gli studi omeopatici di Samuel Hahnemann», il medico tedesco vissuto tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo, ritenuto il fondatore della medicina alternativa chiamata omeopatia. Sul sito dell'associazione dei medici cattolici compare anche la testimonianza di un omosessuale tedesco che ringrazia la BKA perché la cura può dare una speranza a tutti i gay che soffrono per le proprie inclinazioni sessuali.

LE CRITICHE - Di diverso avviso appaiono i membri dell'associazione tedesca dei gay e delle lesbiche. Dopo aver precisato che i più importanti studi scientifici affermano che l'orientamento sessuale si manifesta già dall'infanzia, i membri dell’LSVD dichiarano che non è possibile alterare con falsi medicinali le proprie inclinazioni sessuali: «Quest'iniziativa è davvero pericolosa - sbotta Renate Rampf, portavoce dell'associazione gay - Essi usano le insicurezze dei giovani omosessuali e bisessuali e soprattutto quelle dei loro genitori. Queste ridicole soluzioni terapeutiche sono pericolose perché posso essere destabilizzanti». Quindi, dopo aver ricordato che l’Organizzazione mondiale della sanità ha rimosso l’omosessualità dal codice delle malattie internazionali solo nel 1993, dichiara con amarezza: «Il diciannovesimo secolo per gli omosessuali è già finito con novanta anni di ritardo».

http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_04/germania-cure-contro-omosessualita_e6f902dc-8eb1-11e0-a8a9-c25beeea819c.shtml

Mortui Vivos Docent

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219810 da Pulcione86
Io piangerei!

Brucerò per te, mi ferirò per te, mi ammalerò per te, perchè parlo al futuro, ...è già cosi.
Mi nascondo, ma non mi importa niente di quello che succede ne della gente..
Non tornerai, perchè se una cosa va male, non andrà mai bene..
Vorrei solo rivederti ridere...
Io e Negramaro

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219812 da Cy92
E' sempre peggio. Non è considerata più una patologia dal 1973 (tolta dal DSM IV), e perchè si ostinano a volerla curare? Siamo nel 2011 ragazzi, possibile che si abbia ancora una mentalità così medioevale?

Nullus medicus nisi philosophus.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219813 da gaudio
Farò ancora una volta l'avvocato del diavolo, ehm, pardon, della Chiesa:
Voi tenete sempre conto degli omosessuali fieri di esserlo. Ma vi siete mai messi nei panni di chi sogna da una vita una famiglia, vorrebbe sposarsi, avere dei figli e crescerli, ma si rende conto di essere attratto da persone dello stesso sesso. Dunque? Qual è la soluzione?
Ci sono moltissime persone per cui è veramente difficile accettare la propria situazione sessuale, persone che vorrebbero essere normali ma non possono esserlo, perchè c'è qualcosa dentro di loro che non glielo permette.
Mettiamo un attimo da parte lo standard imposto dalla società e prendiamo in considerazione un ipotetico IO:

"Ho sempre voluto avere una famiglia, una moglie, dei figli, un buon lavoro. Sono molto legato alla mia famiglia a cui voglio molto bene e che voglio far felice. Tuttavia dopo esser stato con molte ragazze mi rendo conto di non essere soddisfatto e di guardare con curiosità i corpi maschili. Mi rendo conto che la curiosità diventa un esigenza, un istinto. Ma io voglio una donna e una famiglia! Dunque mi rivolgo a uno psicologo "laico" perchè non sono credente e so che i cattolici puntano sempre alla stessa cosa, invece il laico può aiutarmi con maggiore rigore. Costui tuttavia invece di aiutarmi a cambiare mi porta ad "accettare la mia diversità". ma io sono infelice perchè voglio una famiglia tradizionale!"

Dunque? che fareste?

(non è una provocazione, vorrei tirar su una discussione sensata...)

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219816 da Theli

Voi tenete sempre conto degli omosessuali fieri di esserlo. Ma vi siete mai messi nei panni di chi sogna da una vita una famiglia, vorrebbe sposarsi, avere dei figli e crescerli, ma si rende conto di essere attratto da persone dello stesso sesso. Dunque? Qual è la soluzione?


Magari legalizzare i matrimoni omosessuali e dare a queste il diritto di adozione? Troppo semplice, siamo in Italia, e mai si andrebbe contro il sacro volere del Vaticano (ironia mode On).

Siamo seri, la rabbia è comprensibile, nel momento in cui si parla di "terapia" o "cura" per l'omosessualità, perchè automaticamente la si paragona a un qualcosa di anormale. Dubito che si possa quindi "curare", visto che è qualcosa di interiore, di "innato" (occhio alle virgolette) l'attrazione verso lo stesso sesso (non saprei dire se ormonale, genetico o sociale, forse un misto di tutte). Invece che consentire alle coppie omosessuali di potersi realizzare, c'è questa "mentalità" di doverle cambiare.

PS, finchè si parla di curiosità o che è un conto. Io parlo di persone omosessuali nel vero senso, che hanno già compiuto la loro "introspezione".

"In ogni caso, veniamo dal nulla e andiamo nel nulla, e non c'è nulla di cui preoccuparsi" (Peter Wessel Zapffe)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219819 da Noma

persone che vorrebbero essere normali ma non possono esserlo


C'è da vedere che significa essere normali però...
Secondo me, la maggior parte delle persone "non normali" e che invece vogliono essere tali sono influenzate dalla società: a chi piacerebbe essere deriso? Non essere accettato? Essere guardato male?
Sfido poi che uno vuole sentirsi "normale".
Certo ci sarà sempre una minoranza che sognava una vita in campagna con moglie/marito e 4-5 pargoletti somiglianti a entrambi, ma che invece è stato "deluso" dalle sue preferenze.
Ma la maggior parte degli omosessuali, a parer mio, sono portati a odiare la propria condizione, a desiderare di essere chi in realtà non sono. E la colpa è nostra, che ancora li consideriamo "non normali"...

People cry not because they're weak. It's because they've been strong for too long.

The greatest pleasure in life is doing what people say you cannot do.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219822 da Pulcione86
Gli unici al mondo che non sono normali sono gli assassini....

Brucerò per te, mi ferirò per te, mi ammalerò per te, perchè parlo al futuro, ...è già cosi.
Mi nascondo, ma non mi importa niente di quello che succede ne della gente..
Non tornerai, perchè se una cosa va male, non andrà mai bene..
Vorrei solo rivederti ridere...
Io e Negramaro

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219826 da DrHP

Voi tenete sempre conto degli omosessuali fieri di esserlo. Ma vi siete mai messi nei panni di chi sogna da una vita una famiglia, vorrebbe sposarsi, avere dei figli e crescerli, ma si rende conto di essere attratto da persone dello stesso sesso. Dunque? Qual è la soluzione?

Magari legalizzare i matrimoni omosessuali e dare a queste il diritto di adozione? Troppo semplice, siamo in Italia, e mai si andrebbe contro il sacro volere del Vaticano


Enorme vizio di fondo di questo ragionamento: un'adozione serve a risolvere il problema di un bambino, NON di un adulto.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219830 da Cy92
Concordo con Theli: Perchè non legalizzare matrimoni ed adozioni? Concorrerebbe tutto a dissolvere quell'alone di anormalità che gira attorno alle coppie omosessuali.

Nullus medicus nisi philosophus.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 6 Mesi fa #219831 da Theli

Voi tenete sempre conto degli omosessuali fieri di esserlo. Ma vi siete mai messi nei panni di chi sogna da una vita una famiglia, vorrebbe sposarsi, avere dei figli e crescerli, ma si rende conto di essere attratto da persone dello stesso sesso. Dunque? Qual è la soluzione?

Magari legalizzare i matrimoni omosessuali e dare a queste il diritto di adozione? Troppo semplice, siamo in Italia, e mai si andrebbe contro il sacro volere del Vaticano


Enorme vizio di fondo di questo ragionamento: un'adozione serve a risolvere il problema di un bambino, NON di un adulto.


Certamente, ma anche una coppia eterosessuale può procedere per l'adozione, nel caso non può avere figli (per cause fisiologiche o che), così come può una coppia fertile ma che non intende avere figli propri. Anche queste coppie stanno risolvendo un problema loro?

In ogni caso, non era quello il senso del mio commento, quanto piuttosto dire che, invece di uscirne con pseudoterapie curative della omosessualità (che poi magari funzionano anche, lo dubito, ma credo siano più efficaci sedute psicoterapeutiche, a questo punto), non sarebbe il caso, prima, di equipararli (intendo le coppie) in quanto a diritti (es. matrimonio)?

Solo la mia opinione.

"In ogni caso, veniamo dal nulla e andiamo nel nulla, e non c'è nulla di cui preoccuparsi" (Peter Wessel Zapffe)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidegaudio
Tempo creazione pagina: 0.580 secondi