Ennessima aggressione ad un medico

8 Anni 1 Mese fa #231576 da DrHP

  • FM professore
  • FM professore

  • Messaggi: 2624
  • Karma: -19
  • Ringraziamenti ricevuti: 77

  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Va beh, però non si può nemmeno fare i puri.
    E' pieno di padri che sponsorizzano i figli e i medici non fanno eccezione, tra i cattedratici poi è prassi assolutamente comune. Quindi la casta c'è, inutile negarlo: tuttavia non tutti i medici nè i loro figli fanno parte della casta.
    Personalmente parto sempre prevenuto nei confronti del figlio di medico, tuttavia sono anche disposto a cambiare la mia idea preconcetta se vedo uno preparato (spesso lo sono) e volenteroso (raramente lo sono).

    Per quanto riguarda l'idea della grafologia, suggerirei Candida Livatino e la sua celebre interpretazione della cartolina di mathias schepp (svizzero tedesco) riscritta in italiano con word usando il font Segoe Script:
    http://www.youtube.com/watch?v=xT00V0UyMJw
    Una figura di merda epocale.

    Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
    comandante Peter Quincy Taggart
    Galaxy Quest, 1999

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 1 Mese fa #231582 da F

  • Utente bloccato
  • Utente bloccato

  • Messaggi: 347
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Donna
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Io devo dire che ho parecchi esempi nel mio corso, di figli di medici (alcuni con entrambi i genitori medici) che pedalano, ma tanto anche.
    Sono figli di medici di base, o comunque di persone che lavorano in piccoli ospedali, sicuramente non si tratta di "figli di" (e sui cattedrati hai ragione, sinceramente se sento del figlio del mio professore che, guarda un po', ha passato il test dove insegna mammà, il naso lo arriccio eccome),è gente che studia davvero e cha ha la passione.
    Poi l' eccezione c'è sempre, ma mi sento di considerarli come i figli di un avvocato, di un operaio, di un vigile o di un insegnante.

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 1 Mese fa #231880 da

  • Visitatori
  • Visitatori


  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: 17 Nov 2019
  • Va beh, però non si può nemmeno fare i puri.
    E' pieno di padri che sponsorizzano i figli e i medici non fanno eccezione, tra i cattedratici poi è prassi assolutamente comune. Quindi la casta c'è, inutile negarlo: tuttavia non tutti i medici nè i loro figli fanno parte della casta.

    Aggiungo che se può essere difficile "truccare" per superare il concorso di ammissione a Medicina, può risultare molto più facile "addomesticare" i risultati dei concorsi per l'ammissione alle Scuole di specializzazione (si sentono tante voci a riguardo, e personalmente un minimo di "credito" glielo dò).

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 1 Mese fa #233749 da Dr.Cox91

  • FM borsista
  • FM borsista

  • Messaggi: 781
  • Karma: 1
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Uomo
  • Data di nascita: 12 Feb 1991
  • Anche a me è capitata spesso la domanda "Che mestiere fa tuo padre?" dopo aver detto che frequento medicina,la cosa peggiore però è la faccia perplessa,come a dire chissà che c'è sotto,che resta sull'interlocutore dopo che gli ho detto di essere figlio di impiegati.
    Comunque per quanto riguarda le aggressioni io non conosco direttamente nessun medico,per cui non sò di alcuna rissa,certo è vero che agli occhi degli altri siamo visti come raccomandati,anzi aggiungerei che gli studenti di ingegneria ed altre facoltà come legge(su mia esperinza personale)dicono che una volta passato il test è tutto in discesa,che medicina è facile,che la frequenza obbligatoria rende tutto simile alle superiori,ecc...Una caterva di stronzate....
    In conclusione, ragazzi, per gli altri noi facciamo parte di una lobby che cerca di soppiantare quella ebraica...  nonciclopedia.wikia.com/wiki/Centro_Culturale_San_Giorgio   (giusto per farsi due risate vah :D )

    Credo che mettere a segno qualche vittoria sia l'unica cosa che ci dà la forza di continuare a giocare le altre partite, quelle che sappiamo di non poter vincere

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    Moderatori: Cyanidegaudio
    Tempo creazione pagina: 0.306 secondi