Quando rianimare?

8 Anni 2 Mesi fa #225157 da cataplema

  • FM matricola
  • FM matricola

  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Quando rianimare? è stato creato da cataplema
    è una cosa cui non riesco a smettere di pensare da alcuni giorni....
    voi cosa ne pensate? medici e non.
    mi è praticamente morto un paziente tra le mani e non riesco a smettere di chiedermi se avremmo dovuto rianimarlo o no e pensarci e ripensarci.
    sto entrando nella spirale del "ma se...", non è la prima volta che vedo morire qualcuno ma stavolta forse è diverso...
    grazie a chi vorrà rispondere.

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 2 Mesi fa #225159 da MoonWolf

  • FM esperto
  • FM esperto

  • Messaggi: 399
  • Karma: 4
  • Ringraziamenti ricevuti: 22

  • Sesso: Uomo
  • Data di nascita: 12 Mar 1987
  • Risposta da MoonWolf al topic Quando rianimare?
    ti capisco perfettamente... mi ricordo benissimo la prima volta che mi è successo... uno dei primi giorni di nefrologia (e fresco di BLS da tipo una settimana) vengo accolto da un bell'arresto cardiaco in camera 12... panico! essendo un signore bello grosso ed ero l'unico che riusciva a massaggiarlo efficacemente (anestesista, infermiera e nefrologo erano tutti mingherlini e bassi e facevano una fatica cane) e quando hanno costatato il decesso ero io ad averlo fisicamente sotto le mani... una sensazione terribile, quel pomeriggio sono andato in panico pensando "e se..." vagliando milioni di ipotesi...
    ma come dice il detto "con i se e con i ma, la storia non si fa"... il giorno dopo devi comunque presenatarti in reparto e dare il meglio di te... non devi avere dubbi sul tuo operato, devi essere convinto che quello che hai fatto (o non hai fatto nel caso di DNR)... se non sei convinto, pensi che sia stato un errore o quant'altro, parlane con altri che erano presenti: il tuo assistente, un medico che era in turno con te, l'infermiera che seguiva il paziente, a volte anche parlare coi parenti aiuta (anche se è decisamente più difficile e rischioso) fino a quando non ti sarai chiarito le idee... portarti dietro questi dubbi ti renderà soltanto più difficile il cammino, quindi meglio levarseli quando sono ancora caldi per agire con la massima serenità la prossima volta che ti capiterà un caso simile, lo devi a te stesso, ma sopratutto ai tuoi pazienti =)

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 2 Mesi fa #225168 da cataplema

  • FM matricola
  • FM matricola

  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Risposta da cataplema al topic Quando rianimare?
    intanto ti ringrazio...
    il mio problema è proprio che non sono convinta di quello che è successo.
    ne ho parlato con un medico del reparto, e anche lei mi ha detto che secondo lei il paziente andava rianimato, mi ha anche detto che non era responsabilità mia, che sono in formazione, deciderlo ma del medico di turno; ma non mi convince tanto. ero comunque un medico presente, e non credo di essermi comportata come tale, credo di avere perso la prontezza negli attimi decisivi. avrei dovuto agire indipendentemente dalla decisione del medico che era con me? la cosa mi è complicata anche dal fatto che il paziente era appena arrivato, praticamente senza esami dal p.s. e quindi non so perché è morto.
    vado avanti lo stesso ma mi pare di portarmi dietro un macigno.

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 2 Mesi fa #225297 da MoonWolf

  • FM esperto
  • FM esperto

  • Messaggi: 399
  • Karma: 4
  • Ringraziamenti ricevuti: 22

  • Sesso: Uomo
  • Data di nascita: 12 Mar 1987
  • Risposta da MoonWolf al topic Quando rianimare?
    posso soltanto insistere su questo punto: parlane... vai dal medico in questione e chiedigli come mai ha deciso di non rianimare, esponigli i tuoi dubbi... almeno avrai anche il suo punto di vista... se ci sono altri studenti in reparto con te, confrontati con loro... se il reparto ha uno psicologo, approfittane... portarti dietro un peso simile non ti sarà mai d'aiuto, prima scogli i dubbi e meglio è =)
    unica altra cosa che mi viene in mente è di informarti presso il ps sui risultati degli esami del paziente, magari vedere i risultati degli esami, e capire come mai è morto, potrebbe aiutarti ad accettare la cosa...

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 2 Mesi fa #225673 da HelterSkelter
    • HelterSkelter

  • Visitatori
  • Visitatori


  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: 12 Nov 2019
  • Risposta da HelterSkelter al topic Quando rianimare?
    Credo che MoonWolf ha perfettamente ragione, rifletti su quello che e' successo, e poniti sempre nella posizione che tu eri li' per osservare ed imparare, ricostruisci l'anamnesi del paziente, informati sulle procedure e poi fai i tuoi ragionamenti, una volta elaborata quella che per te e' la conduzione migliore, ricordati che anche questa tristissima vicenda fara' parte di quel bagaglio di informazioni che ti torneranno utili quando sarai tu a dover decidere il da farsi....purtroppo i medici possono anche sbagliare o decidere altrimenti e questo fa parte del rapporto medico paziente....se vi e' stata imperizia o peggio ancora mancanza, beh sicuramente la storia avra' un proseguimento e tu avrai avuto una lezione su cosa non vuoi diventare....

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    8 Anni 2 Mesi fa #225861 da cataplema

  • FM matricola
  • FM matricola

  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti:

  • Sesso: Sconosciuto
  • Data di nascita: Sconosciuto
  • Risposta da cataplema al topic Quando rianimare?
    vi ringrazio entrambi per i consigli
    che davvero mi sono molto utili adesso.
    a prescindere dal caso, decidere se rianimare un paziente o no, mi pare sempre scelta difficile. dubbio che mi sono già ritrovata davanti. in alcuni casi - pazienti molto anziani o terminali - mi pare ovvio, ma ci sono sempre casi al limite; e al di là della mia inesperienza inizio a pensare che nemmeno i colleghi anziani abbiano la vita facile quando devono prendere queste decisioni.
    spero che come dite voi questa esperienze migliori il medico che sarò e non mi renda una persona più insicura.

    Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

    Moderatori: Cyanidegaudio
    Tempo creazione pagina: 0.305 secondi