Quanti abbandonano il corso di studi?

  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 5 Mesi fa #218033 da
Quante volte avete pensato: Io smetto, non ce la faccio più' ?

E' davvero così stressante e invadente per il tempo libero studiare medicina?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218038 da DrHP

Quante volte avete pensato: Io smetto, non ce la faccio più' ?

Personalmente mai, ma fare medicina per me non era scontato ed era una cosa che desideravo da molto tempo.
In media ho visto che "molla" meno del 10% degli immatricolati.

E' davvero così stressante e invadente per il tempo libero studiare medicina?

Sì. Io all'inizio avevo mollato praticamente tutto, a parte lo sport che facevo a livello agonistico, che mi serviva come sfogo, e consiglio a tutti di mantenerne uno. Mens sana in corpore sano.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218042 da Cyanide

Quante volte avete pensato: Io smetto, non ce la faccio più' ?

Io, a differenza di HP, l'ho pensato molte volte, ma non ci ho mai creduto veramente. Ogni tanto ti esasperi e cominci a pensare che tutto sommato era meglio se ti davi all'agricoltura. Poi passa. Comunque a mollare veramente sono pochi, che io sappia (:

E' davvero così stressante e invadente per il tempo libero studiare medicina?

Beh sì. Per me lo è stato soprattutto i primi tempi, avevo mollato praticamente tutto o quasi. Poi ho imparato a gestirmi meglio il tempo, ho migliorato il metodo di studio eccetera e ho ripreso molte delle cose che avevo abbandonato, anche se non tutte.

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218076 da superchecco

E' davvero così stressante e invadente per il tempo libero studiare medicina?


Si. io sono al 2 anno e per riuscire a starci dietro in modo decente ho smesso praticamente tutto! trovo giusto il tempo x stare con la morosa....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218096 da Eleanor

Quante volte avete pensato: Io smetto, non ce la faccio più' ?


Per frustrazione e rabbia, quando tutte le mie amiche vanno a fare shopping per saldi, a prendere il sole al mare e io sono chiusa in biblioteca a studiare, lo penso ad ogni sessione d'esame. Seriamente, mai.

E' davvero così stressante e invadente per il tempo libero studiare medicina?


Sì. Però è anche vero che se ti organizzi bene puoi fare un sacco di cose. Diciamo che invece di averlo gratis, il tempo libero devi cercartelo di più, è tutto più "stretto", ma io i primi anni andavo a lezione, studiavo, facevo sport (e insegnavo sport), uscivo con amici e ragazzo. Magari non con la stessa frequenza di uno studente di scienze delle merendine, ma ho mantenuto una vita al di fuori della Medicina senza alla fine che i miei risultati ne abbiano risentito, e credimi è possibile e peraltro secondo me fondamentale per non diventare matti. Le cose cambiano un pochino avvicinandosi alla fine, ma almeno io so come si stringono i denti, a differenza degli studenti di scienze delle merendine di cui sopra che quando devono laurearsi entrano nel panico e ci mettono anni a scrivere la tesi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218106 da superchecco
A modena la triennale di Economia non ce l'ha neanche la tesi....
Vieni chiamato e ti dicono il voto....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218157 da gaudio
Io al V anno nel tempo libero studio. E ho detto tutto.

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218201 da Violetta-biomedical
CITAZIONE : Le cose cambiano un pochino avvicinandosi alla fine, ma almeno io so come si stringono i denti, a differenza degli studenti di scienze delle merendine di cui sopra che quando devono laurearsi entrano nel panico e ci mettono anni a scrivere la tesi.
[/quote]

Basta con questo disprezzo per "scienze delle merendine", scienze dell'educazione, psicologia ecc.. tutte laureE che voi denigrate apertamente formano professionisti che SERVONO alla società tanto quanto il medico... Se sfortunatamente aveste un figlio disabile avreste bisogno di un educatore che lo segua all'interno di strutture specializzate... e se provaste a lavorare come educatore per solo 2 giorni forse impazzireste.
E questo vale per tante altri corsi di laurea, non serve a nulla sfogare le vostre frustrazioni facendo paragoni senza senso.
Iniziamo col dire che medicina non è pesante in tutte le università alla stesso modo.
Io vedo la differenza tra me e una mia amica che studia in un'altra città ( nella mia stessa regione) e vi assicuro che sembrano 2 cose diverse.
Lei viene molto più seguita e agevolata dai professori, è in una piccola università e anche lo stress che deve subire credo sia un po' inferiore al mio... ma non per questo penso che la sua laurea varrà meno della mia, anzi la invidio...probabilmente sarà un buon medico ugualmente perché per imparare bene le cose non serve ammazzarsi di fatica e non avere più una propria vita, anzi questo è un buon modo per impazzire. Detto questo ripeto : dipende dove capiti... ma in linea di massima i primi 3 anni il tempo libero si trova! Da quel che mi ha detto un mio amico già laureato nel corso dei 6 anni sono principalmente 6 le materie davvero davvero  DURE : anatomia, fisiologia, biochimica, patologia generale, anatomia patologica, farmacologia. Il resto è fattibile ( secondo lui...).
Io penso poi che pensare " che me l'ha fatto fare" possa succedere a tutti.... ma se sei davvero determinato non vorresti fare altro che studiare per diventare medico...

e quando sarai stanchissima ricordati : Perfer et obdura, dolor hic tibi proderit olim. OVIDIO
"(Be patient and tough; someday this pain will be useful to you.)"

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218203 da Cy92
Forse volevano dire che in "scienze delle merendine" si studia di meno, non certamente che non sono utili alla società.

Nullus medicus nisi philosophus.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #218217 da Eleanor
Con scienze delle merendine non intendo assolutamente "tutto tranne medicina".
Visto che vogliamo parlarne, ho amici laureati in biotecnologie, matematica, fisica, biologia, scienze dell'infanzia, psicologia ecc. che non sanno dove andare a lavorare ed è uno SPRECO, perché la loro figura professionale nella società esiste, hanno studiato e il loro lavoro saprebbero farlo benissimo e sarebbero utili esattamente quanto me che farò il medico. E anche la parrucchiera, il panettiere e l'idraulico hanno la propria funzione nella società, mi sembra banale sottolinearlo, e non hanno studiato.
Quindi non mettermi in bocca cose che non ho detto, per favore. Soprattutto NON a me che sono la prima che ha studiato medicina in una famiglia di laureati in fisica, economia e filosofia.
Per scienze delle merendine intendo una miriade di corsi di laurea nati dal niente negli anni scorsi (peraltro molti dei quali ora chiusi), in cui non hanno nemmeno ben chiaro il percorso di studi da fare, gli esami da sostenere e i corsi da seguire...per non parlare della figura professionale spesso inesistente dopo la laurea. Ho una lunga lista di amici che a 25 anni si stanno chiedendo cos'abbiano studiato per tre anni e a cosa sia servito, dato che il titolo conseguito con il proprio percorso di studi non compare nemmeno nel bando per un contratto per un posto di lavoro. Prevengo la prossima accusa di snobismo dicendo purtroppo, perché moltissime intelligenze di coetanei sono state messe al servizio di qualcosa che, vuoi per impostazione della società o per mancanza di serietà da parte di chi il corso di laurea l'ha creato (e non degli studenti), ora come ora non ha un'utilità nel mondo del lavoro.
E il fatto di non essere abituati a stringere i denti non è perché siano tutti deficienti, ma semplicemente perché quando non si è abituati a studiare si fatica il doppio quando poi arriva il momento di farlo seriamente. E chi si mette a studiare più del richiesto di propria spontanea volontà? Io credo che avrei discrete difficoltà.
Mi pare peraltro di aver scritto che a medicina il tempo si trova, tant'è che sto scrivendo su questo forum e non sto piangendo sul libro del prossimo esame.
Chiuso l'OT.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.814 secondi