dimenticarsi gli esami precedenti?

Di più
6 Anni 8 Mesi fa #284496 da gianni carugo
ciao ragazzi :) sono iscritto al secondo anno di medicina a milano e non so in questi giorni mi sta crescendo un po' d'ansia (credo sia corretto chiamarla così) perchè ripensando ad esami dati anche solo l'anno scorso o addirittura a gennaio mi rendo conto che adesso come adesso non risupererei l'esame già dato perchè buona parte delle cose me le sono dimenticate... è normale che ci si dimentichi così delle nozione acquisite? o è preoccupante? pensate che quest'estate (esami e tempo permettendo) progettavo di riprendere in mano il libro di anatomia e ripassarmelo perchè se ripenso a certi termini non me li ricordo proprio, insomma o questa sensazione qua :dry: ... voi cosa ne pensate? capita anche a voi? ciao ciao!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 8 Mesi fa #284498 da AbbiFede
mah dipende. Un conto é dimenticarsi completamente tutto. Un conto é non ricordare qualche termine preciso, qualche particolaritá, ma comunque mantere l idea generale ed i concetti fondamentali della materia.

Se il tuo caso é il secondo, allora tranquillo, é cosí che funziona per il 99% degli studenti.

Il mio blog sulla vita da med-student!

vitadamedico.blogspot.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 8 Mesi fa - 6 Anni 8 Mesi fa #284507 da Adalo
Te lo dico con tutta sincerità (sono quasi alla fine del 6° anno in pari),
anch'io mi logoro perchè moltissimo di quello che ho studiato me lo sono dimenticato, soprattutto argomenti dei primi 2-3 anni. E' brutto perdere ore e ore a imparare una miriade di cose e poi si scopre che già dopo 6 mesi dall'esame molto si è già rimosso dalla memoria.
Formule, nomi, nozionismi puri, valori di riferimento, decine di classificazioni, epidemiologia, dosaggi ecc. si dimenticano, è inevitabile.
Dovessi ridare l'esame di anatomia, biochimica, micro, genetica, medicina legale, anatomia patologica ecc. credo con sicurezza che non riuscirei a ri-passarli. Ma anche alcuni argomenti delle cliniche non più ripresi in altri esami, sarei in netta difficoltà adesso a ricordarmeli, mi immagino se mi chiedessero adesso le leucemie mieloidi acute dopo 3 anni che ho dato ematologia... sarebbe imbarazzante.
L'importante è arrivare alla fine ricordandosi i concetti, non dimenticarsi i principi base della fisiologia e patologia, saper ragionare davanti un problema, sapere la clinica, sapersi muovere nella diagnostica, nella semeiotica, sapere i sintomi i segni e da lì indirizzarsi verso esami di laboratorio o di imaging necessari, conoscere le basi della terapia, come funzianano la maggior parte delle classi dei farmaci.
Poi ovviamente dipende tutto dalla branca che vuoi fare, se fai il chirurgo l'anatomia la devi sapere come quando hai dato l'esame (o quasi); se fai il neurologo le sindromi alterne bulbopontine le devi conoscere benissimo, se fai il ginecologo te le puoi dimenticare completamente senza sentirti in colpa.
Poi se non ti ricordi la classificazione dei linfomi o i geni mutati nella malattia X o il decorso dettagliato dei nervi cranici credo sia umano, e la maggior parte dei medici (che non lavorano in quelle branche) saranno tutti nelle tue stesse condizioni.
Ultima Modifica 6 Anni 8 Mesi fa da Adalo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.269 secondi