Dubbi e paure

Di più
3 Mesi 6 Ore fa #316122 da MartaEf
Dubbi e paure è stato creato da MartaEf
Premetto che voglio ringraziare chi spenderà parte del suo tempo a leggere queste parole.
Ho 21 anni e frequento il primo anno di Medicina. Ci ho impiegato due anni per rientrare, in questi due anni però non ho combinato quasi nulla. Mi sono impegnata stando sola a casa a prepararmi per il test. Ogni giorno. Come un robot... Non ho mai pensato a delle alternative, un anno passai a dietistica e ostetricia ma non provai neppure perché non volevo fare nient'altro. Oggi mi ritrovo qui ad aver passato il test, sono esausta e con mille dubbi. Dubbi che sono diventati per me ossessioni. E se non volessi davvero diventare un Medico? Mi spiego, sono stata da sempre una studentessa studiosa, diligente, amante delle cose complesse e molto curiosa. Ho deciso di fare Medicina perché... Perché ho sempre ammirato questo corso di studi e ho sempre pensato che un percorso del genere mi avrebbe riempito di mille soddisfazioni. Il tempo e la difficoltà non mi hanno mai spaventato... Volevo quello punto e basta. Mi piacevano altre cose come la storia, ad esempio ma con una laurea in quel campo avrei fatto ben poco. Volevo essere Medico e nello specifico dicevo di voler fare il Neurologo perché sono ossessionata dalla mente, dai disturbi ( un po' anche quelli che riguardano i miei) e per questo mi sarebbe piaciuto questo percorso. La mia famiglia non ha mai avuto voce in capitolo nella mia scelta... Anzi mi proponevano altre strade perché non era detto che avrei trovato solo in quella strada soddisfazioni. Ora queste parole mi rimbombano in mente, sono passata e il mondo mi è crollato addosso. Ho paura di non volerlo più ma come è possibile capirlo solo ora? Mi dicono che questa confusione é dettata dall'ansia e stress accumulati ma allora perché mi sento in gabbia come se stessi vivendo un qualcosa che non é mio?
Ora mi dico ma perché non ho scelto di fare Logopedia? ero anche rientrata, tre anni e via potevo lavorare. Ho paura che diventare medico per me significhi troppo, troppa fatica, troppa responsabilità che forse non riuscirei a sorreggere. Ora non so più cosa sia meglio per me. Se cambiassi lo farei e poi magari mi pento ancora.... Sto seguendo un percorso psicoterapeutico perché il mio stato d'animo ha un forte carattere di tipo depressivo. Perché scrivo qui mi chiederete... Beh voglio sapere da chi é uno studente, da chi é medico come sembrano queste parole per voi? Voi che sapete cosa voglia dire questo percorso e cosa si debba affrontare. Non ho paura di leggere nessun giudizio, siete liberi di scrivermi quel che volete perché ho molto bisogno di parlare... Non ho un amico, un confidente oltre i miei cari e il mio ragazzo... E la psicoterapeuta.
Grazie a chiunque abbia voglia di rispondere.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.261 secondi