Il corpo delle donne è ancora da intendersi come "servizio"?

  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
10 Anni 7 Mesi fa - 10 Anni 7 Mesi fa #187244 da
Il corpo delle donne è ancora da intendersi come servizio?


Ven alle 15.10  di Ileana Montini


Dopo aver letto il comunicato del Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute (1.86.09 titolo “Le escort sono delle serie lavoratrici del sesso presenti in tutto il mondo e riconosciute come lavoratrici nei Paesi Civili e non ipocriti”: www.womenews.net/spip3/spip.php?article4342 ) mi sono chiesta: esiste un equivalente Onlus degli uomini prostituti dediti al “lavoro sessuale” pro donne?

In altri termini: ci sono uomini ( eventualmente in altri Paesi del pianeta) che in piena libertà “colgono l’opportunità di usare il proprio corpo per guadagnarsi da vivere, anche attraverso l’offerta di intrattenimento e servizi sessuali”?

Pia Covre e Carla Corso che firmano il comunicato, difendono le escort, e pertanto la escort pugliese che, pagata, ha partecipato alle feste notturne del Premier Berlusconi a palazzo Grazioli a Roma.
Si trattava di lavoro.

A questo punto, sarebbe del tutto scorretto scandalizzarsi però, se Silvio Berlusconi ha organizzato le sue serate allegre dalla Sardegna al continente con tante belle ragazze per divertirsi e fare divertire i suoi ospiti (uomini), pagando di tasca sua e offrendo poi anche candidature per i parlamenti nazionali ed europei.

In fondo si tratta di un contributo alla mentalità che se, proprio si deve fare posto a qualche donna nei guai ci vadano delle belle ragazze non importa se preparate e competenti.
Importante è confermare lo stereotipo che le belle sono quasi sempre anche delle oche, ad altri fini normalmente indirizzate.

Così va il mondo perché così è sempre andato. Il corpo delle donne appartiene agli uomini padri, fratelli e mariti. In forme diverse, si capisce. _ Infatti, il corpo femminile, è sempre stato oggetto di legislazioni oculate per disciplinarle l’uso, dentro e fuori le mura domestiche.

Come ci racconta in un mirabile libro appena uscito, Eva Cantarella (Dammi mille baci uomini veri e vere donne nell’antica Roma, ed. Feltrinelli): “La prostituzione, insomma, era una professione socialmente utile: e come tale godeva di una certa protezione, sulla quale torneremo più avanti”.

In altri termini: il comportamento sessuale delle donne nell’antica Roma era sottoposto a una “strettissima regolamentazione” in modo che fornisse sempre e ovunque la possibilità “dell’autocelebrazione della prorompente virilità dei romani”.

Le prostitute servivano, dunque “allo sfogo“ della virilità. E se uno è ormai anziano si può presumere che delle escort e delle ragazze abbia bisogno per mantenere in qualche misura l’illusione della virilità potente.

Insomma, Berlusconi magari “utilizza” i corpi femminili come antidoto contro la paura fobica di invecchiare che per un maschio significa quasi sempre la paura perdita della potenza del fallo. Pertanto, la professione di ”lavoratrici del sesso” potrebbe essere considerata ufficialmente nell’ambito delle professioni delle “relazioni d’aiuto”.

Ma si sa, vuoi l’ideologia cattolica, vuoi la necessità di mantenere il controllo sulla donna, si legittima lo sfogo sessuale maschile; uno stereotipo ancora dilagante.
Di pari passo si esalta il matrimonio eterosessuale e monogamico per la famiglia del Mulino Bianco.

L’etnologa Paola Tabet nel suo saggio “La grande beffa, sessualità delle donne e scambio sessuo-economico” (ed.Rubbettino), seguendo l’interpretazione di Lévi Strauss, sostiene che anche nelle nostre società i matrimoni sembrano contratti tra due persone “ma sono solo aspetti di cicli di reciprocità più lunga tra uomini”.

Il legame di reciprocità che fonda il matrimonio non viene soltanto stabilito tra donne e uomini, bensì tra uomini mentre le donne ne sono l’occasione.
Si chiede P.Tabet con quali conseguenze per la sessualità femminile di questa posizione di oggetto delle donne?
Certamente un’asimmetria e una non reciprocità “per cui esse non possono che fornire servizi”. In famiglia e fuori.

L’avvocato onorevole Ghidini non ha forse affermato che Berlusconi per le feste a palazzo Grazioli è stato un “utilizzatore finale” delle escort?
C’è molta ipocrisia in questo super scandalizzarsi per i comportamenti maschilisti di Berlusconi.

E. Cantarella spiega come fin dall’antica Roma ci sono stati amori possibili e amori dovuti. Questi ultimi non erano oggetto di biasimo ed erano consentiti solo agli uomini. “Per le donne esistevano solo gli amori dovuti.”
Tutto molto chiaro, tutto molto esplicito. Poi, soprattutto a partire dal cristianesimo, tutto molto implicito, non detto.
E siamo a questo punto.

Dunque, ripeto, il corpo delle donne è da intendersi come servizio, sia che serva al mantenimento e alla cura della specie, sia che serva al godimento dei maschi e alla conferma della loro potenza.
Poi, certo, se ne può liberamente far uso per guadagnarsi da vivere.

da womenews.net
File allegato:
Satiro con Menade proveniente da Pompei

metto anche il punto di vista che piu' mi è piaciuto di una ragazza
Isoke Aikpitanyi:

Avrei mille cose da dire sull'argomento, ma non basterebbero dei libri...ho sempre avuto qualcosa da ridire sulla "politica" di Pia Covre...affermando che la prostituzione ... Visualizza altroè un lavoro e chiedendone il rispetto in quanto tale, di fatto impedisce che si possa capire che le vittime della tratta non sono delle lavoratrici del sesso ma delle schiave; la cosa è ben diverso e il problema quasi non esisterebbe se liberassimo la schiave che sono la maggior parte delle cosiddette prostitute presenti in Italia. Che berlusconi le frequenti è un fatto irrilevante...è solo uno dei dieci milioni di italiani che frequentano più o meno assiduamente delle prostitute. Si può capire meglio, però, perchè risolvere il problema delle vittime della tratta non interessa davvero...
Se le considera solo delle prostitute si affrontano i loro problemi in quanto tali...Sugli uomini, sui clienti, ho detto molto nel mio libro...quel che non ho detto ... Visualizza altroè che frequentare le prostitute diventa un compotamento compulsivo, quindi una dipednenza...gruppi di autocoscienza maschile sono attivi da tempo in Italia per offrire auto-mutuo aiuto a maschi che vogliono liberarsi da questa dipendenza che, tra l'altro, li rende corresposnabili della tratta..ed esiste l'esperienza di Maschile Plurale che lorra contro ogni forma di violenza maschile sulle donne...per me anche la prostituzione è una violenza!
Ultima Modifica 10 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa - 10 Anni 7 Mesi fa #187246 da lucaleo
"C’è molta ipocrisia in questo super scandalizzarsi per i comportamenti maschilisti di Berlusconi"

C'è molta ipocrisia in questo professarsi detentore dei valori della famiglia alla testa di un partito cattolico al cospetto delle abitudini libertine e del massivo consumo di coca suo e dei suoi uomini di partito....
Ti piace nobilitare la tua potenza fallica con le prostitute? Bene fallo, io non sono un moralista, è inutile negare la componente materiale e utilitaristica del corpo delle donne in certi contesti... Però poi ammettilo e rinuncia ai voti dei cattolici in toto...
Ultima Modifica 10 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
10 Anni 7 Mesi fa - 10 Anni 7 Mesi fa #187252 da
beh lucaleo...

ho riportato questo brano con il commento finale di isoke, proprio perchè volevo far notare l'ambiguità di certe posizioni, mi è anche venuto in mente un commento rilasciato qualche giorno fa da vittorio feltri, giornalista che non apprezzo, ma che stavolta ha detto una cosa che condivido, come berlusconi rappresenti alla fine noi, gli italiani in toto!
ed a questa esternazione subito tutti che correvano al riparo, gente che spergiurava e si indignava del paragone, io invece trovo che sia stata una analisi attenta e lucida, per la prima volta genuina in cui cui si dichiara quello che tutti sappiamo bene ormai da tempo, berlusconi altro non è che la fedele illustrazione in grande, proiezione a livello direttivo-politico di quelli che sono i modus operandi,
i desideri, i sogni , il modo di vivere dell'italiano medio dall'ultimo decennio ad oggi!
ci sono poche pochissime mosche bianche tra le quali io personalmente mi annovero ma con dato di fatto! ecco perchè non mi offendo!
per chi ovviamente mi conosce....e mi spara addosso dandomi spesso degli epiteti piu' o meno coloriti, e della buonista deficiente a voler essere gentili....oppure cercando in tutti i modi nella mia pazzia qualche macchia....ce ne sono ce ne sono macchie, ma non è marciume!
ho messo davanti sempre i buoni principi di etica e vivere civile, ho creduto nel valore della meritocrazia, ho seguito il principio del rispetto e della fratellanza,
non hon ho mai pippato coca e mi sono sempre mossa seguendo la mia coscienza o incoscienza eheheh!

solo chi ragiona seguendo queste idee potrebbe permettersi il lusso di osservare schifato!
già potremmo....
sempre con riserva, perchè alla fine anche il fallimento di poche mosche bianche mi fa presupporre che abbiamo sbagliato tutti in qualcosa nel non riuscire a coinvolgere la gente verso modelli in cui credevamo davvero....
ma per questo credo ci sia ancora tempo e non sono così catastrofista e nemmeno babbiona da non voler provare!
:malig: care mosche bianche datevi da fare su.....
Ultima Modifica 10 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa #187257 da lucaleo
Ogni giorno, nella mia irrilevante microscopica realtà, io, come modesto moschino bianco, cerco di parlare con la gente che mi circonda, tento di indurre alla riflessione ogni qualvola si commenti il giornale del bar davanti alla facoltà... Se si discute di politica o di società provo a diffondere determinati modelli, e offro un punto di vista alternativo...  Quello che vedo però è che spesso mi si guarda come se stessi parlando di cose mai sentite prima, di concetti nuovi provenienti da chissa quale arcano pensatore, di realtà troppo assurde per essere reali: quelli che si informano (moooooolto pochi anche tra noi studenti) mi capiscono e se non sono daccordo discutono con me razionalmente, quelli disinformati (moooooooltissimi anche tra noi studenti) mi guardano come se fossi un malato delirante, ed il pensiero dominante è uno, ne sono certo:"chi è questo nessuno per dare contro a schiere di giornalisti qualificati che scrivono sui più importanti giornali italiani e parlano nelle televisioni di stato"... Come si pretende di avere un opinione pubblica responsabile senza informazione? Noi moschini bianchi non bastiamo...
Riguardo le proiezioni dei sogni di appagamento economico-sessuale dell'italiano medio credo, ma non sono un sociologo e quindi è una mia personalissima opinione, che i sogni e le aspirazioni della classe media non provengano esclusiamente dai ventri della classe stessa ma soprattutto da modelli provenienti dall'alto, che lentamente hanno eroso le coscienze fino a renderci così grottesti nel pensare e persino nel sognare.... Anche qui il modello Mediatett ha fatto il suo dovere....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
10 Anni 7 Mesi fa #187265 da
Come si pretende di avere un opinione pubblica responsabile senza informazione? Noi moschini bianchi non bastiamo...
Riguardo le proiezioni dei sogni di appagamento economico-sessuale dell'italiano medio credo, ma non sono un sociologo e quindi è una mia personalissima opinione, che i sogni e le aspirazioni della classe media non provengano esclusiamente dai ventri della classe stessa ma soprattutto da modelli provenienti dall'alto, che lentamente hanno eroso le coscienze fino a renderci così grottesti nel pensare e persino nel sognare.... Anche qui il modello Mediatett ha fatto il suo dovere....


sono perfettamente d'accordo con te

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa #187266 da lucaleo
Mi fa piacere il fatto che siamo spessissimo daccordo... :) :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
10 Anni 7 Mesi fa #187275 da

Mi fa piacere il fatto che siamo spessissimo daccordo... :) :)



:blush:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa #187284 da DRHOUSE86
Ma finiamola dai.Siamo nel 2009 e stiamo ancora su tematiche oserei dire sessantottine.La donna,povera vittima del pressante e violento maschilismo.....ahahahahaha ma per favore.
Tralascio il discorso su Berlusconi,che piuttosto che essere attaccato sui festini,andrebbe processato per le sue amicizie mafiose!
Diciamoci la verità..oggi la donna utilizza il suo potere sessuale anche per arrivare a posti di potere.Insomma entrare nel mondo dello spettacolo può essere molto più facile per una donna che per un uomo...basta usare la potenza derivante dal proprio corpo.
Discorsi sul femminismo e sul maschilismo mi fanno ridere,mi sembra di dialogare tra bambini!Siamo in una società che dovrebbe essere civile cazzo  >:( Finiamola di fare 2 pesi e 2 misure!Sono il primo a non autorizzare minimamente la discriminazione sessuale o la violenza sulle donne,ma nemmeno mi sta bene che quando a macchiarsi di violenza,cosa ripugnante ripeto,sia un uomo allora subito diventa un mostro,mentre quando lo fa una donna sembra quasi che ne abbia diritto perchè è solo un suo modo di ribellarsi a un fantomatico sistema di controllo di ideazione maschile.
Insomma siamo individui liberi,in una società discretamente civile e democratica e dovremmo tutti placare i toni e confrontarci in modo costruttivo su tematiche moderne,e non rifare appello a dottrine di 40 anni fa.
La prostituzione è sicuramente una piaga,in cui molte ragazze finiscono non volontariamente per opera di personaggi senza scrupoli,ma di cui alcune fanno una professione vera e propria per scopi economici (non dico che siano felici perchè questo non lo so).
Chi gestisce questi traffici,non sta a guardare a uomo-donna-bambino!Lui vede solo soldi soldi soldi!!!
Personalmente l'idea di andare con una prostituta mi da il ribrezzo,perchè pensare di andare con una persona che non sta con me perchè c'è un feeling,un piacersi reciproco,un qualcosa,ma solo perchè la pago...beh mi da fastidio sia moralmente che psicologicamente anche per lei.
Ti premetto cara Helter che le tue discussioni tutto sommato mi piacciono,perchè sei una persona che si batte per le sue idee,che crede fermamente (a volte anche troppo forse) in ciò che esprime,ma in questa sono rimasto alqunanto dubbioso.Per te tutto si riduce ad una riprova della virilità!Sembra quasi tornare alla teoria di Freud sull'individia del pene da parte delle donne.
Allora una ragazza che veste provocante per vedere quanti ragazzi fa girare a sbavare fa lo stesso?Mah io non condivido.Penso piuttosto che in una società senza controllo come quella attuale si sia trasformato il sesso,una cosa naturale e piacevole per dirla senza fronzoli,in qualcosa di promiscuo e commerciale.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa - 10 Anni 7 Mesi fa #187302 da lucaleo
Caro house, sono molto rammaricato che berlusconi non sia criticato per i suoi rapporti con la mafia, per i trascorsi di corruzione, per la sua iscrizione alla p2, per le frodi fiscali: anche se non c'è mai stata una condanna effettiva (alcune condanne ci sono state o ci sarebbero state ma c'è stata la prescrizione o una bella legge ad hoc) ci sono le responsabilità morali e politiche... Mi dispiace anche che berlusconi non sia criticato per la sua attività politica: il modo di scrivere leggi, i temi delle leggi che propone, le posizioni imbarazzanti riguardo temi delicatissimi come il trattamento di fine vita, i discutibili uomini politici di cui si circonda, i tagli indiscriminati a sanità ed istruzione ecc...
Ma c'è da ricodare anche una semplice cosa: chi guida un paese deve avere un contegno morale e deve almeno mostrare di condurre una vita relativamente sobria. Perchè? Perchè sei un capo di stato e non devi essere ricattabile da chiunque per i tuoi stravizi, è una questione di sicurezza...
Perchè? Perchè se sei alla giuida di un partito cattolico di destra e propini un certo modello di famiglia e società ai tuoi elettori, e se tu trasgredisci questo modello, devi risponderne agli elettori. I cittadini devono sapere, perchè non si tratta di gossip o di party, si tratta di conoscere lo spessore morale di chi governa...
Ultima Modifica 10 Anni 7 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 7 Mesi fa #187312 da DRHOUSE86
lucaleo sono d'accordissimo con te,forse non si era capito.Io sono il primo a dire che un tale comportamento è vergognoso!L'unica cosa su cui non sono d'accordo è indagare ora che lui è nel governo,perchè le spese delle indagini,di eventuali processi,ecc le paghiamo noi in cambio di un governo che invece di funzionare,è infangato dalle accuse.Inoltre ora come ora,se partisse un processo,andrebbe a schifio tra nuovi indulti,leggi blocca-processi,lodo alfano,ex cirielli,ecc...Non sarebbe stato più idoneo estromettere certi personaggi dal parlamento e processarli come privati cittadini?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 0.448 secondi