INIZIARE MEDICINA A 30 ANNI

Di più
8 Anni 3 Mesi fa #254916 da 7Jack7
Risposta da 7Jack7 al topic Re:INIZIARE MEDICINA A 30 ANNI
ottima scelta ;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 3 Mesi fa #255313 da ari
Risposta da ari al topic Re:INIZIARE MEDICINA A 30 ANNI

scusatemi, ora ho letto...alla fine credo che laurearsi a 30 anni non sia niente di così grave, specialmente se si ha già una laurea alle spalle...so benissimo cosa vuol dire studiare sto uscendo comunque da una laurea in farmacia con lode e mi sn fatta "il mazzo tanto" davvero...e ci sono moltissime persone che normalmente si laureano a 30 anni impiegando il doppio di me quindi...certo Romiac hai ragione nelle cose che mi hai detto, cmq sono tue considerazioni e le rispetto...però credo che fin quando avrò la forza proverò....quella è la cosa più importante!Mi concentrerò sul test e vi farò sapere, promesso!!! -giveheart-

ben detto, Chiara :D..provaci! che di già laureati in farmacia e medici ce n'è tanti...uno è fradoctor, uno dei moderatori del sito di giovani medici..un'ottima persona e molto preparata :wink:...chiedi anche a lui...in bocca al lupo! :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 2 Mesi fa #257006 da Violina
Che ardua scelta! Direi che a 30 anni molti dei giochi sono fatti per tante persone, direi mai dire mai, ma mantenersi e studiare è difficile. Tienti conto che dovrei fare praticantato e abbandonare il lavoro e poi a più di 40 anni dovrai prendere ordini da altri.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 2 Mesi fa #257223 da Yue_Anglarde
Iniziare un percorso di studi così lungo e impegnativo non è una passeggiata, ma non è neppure un'impresa titanica. Certo, devono esserci le condizioni giuste, persone disposte a sostenerti, vocazione al sacrificio (molta vocazione al sacrificio), avere la possibilità di mantenersi senza lavorare 8 ore al giorno senza il timore di non arrivare a fine mese.  Ma si può fare. Specie se si hanno soli 25 anni! A 30 è una scelta che penalizza la possibilità di avere dei figli, di costruirsi una sicurezza economica, ma a 25 hai ancora tutto il tempo davanti cara Chiara! Inoltre in un momento economico come questo, dove davvero non c'è NIENTE, ma proprio NIENTE per quasi nessuno, ad eccezione della rabbia e della frustrazione di milioni di laureati senza futuro (e parlo con cognizione di causa visto che sono tra quelli, nonostante tutti i 110 e lode e annessi e connessi), forse vale la pena investire così sulla propria carriera, trovarsi nuovi spazi, cercarsi nuove strade. E' vero, purtroppo siamo in Italia, dove appare una follia rimettersi in gioco quando se ne ha l'opportunità (come invidio i miei amici che negli Stati Uniti hanno la possibilità di essere chiunque in QUALUNQUE momento della propria esistenza! Oggi sei medico e domani avvocato e dopodomani ancora architetto senza battere ciglio), ma in tale congiuntura storica, chi ne ha la possibilità, ha quasi l'obbligo morale di tentare a realizzare le proprie aspettative, anche per tutti quelli (e sono la maggior parte) che non se lo possono permettere. E poi Chiara parliamoci chiaro, fare il farmacista è proprio fare la fame (anche qui parlo con cognizione di causa, il mio compagno è farmacista ed ho vissuto con lui tutte le frustrazioni del caso. So quanto è dura questa facoltà e so quanto sacrificio bisogna fare per sostenere esami come chimica-fisica -sono un chimico cosmetologo-)!!! Si studia tanto per fare il commesso, per essere disistimati, per percepire grasso che cola 1300 euro al mese! Una collega specializzata in farmacia ospedaliera sta facendo la semplice farmacista, perché trovare lavoro in quell'ambito, checché se ne dica, è difficilissimo!! Si guadagna di più a fare gli informatori, anzi, i venditori!! Ma ci rendiamo conto?? Dovrebbero metterlo sulla guida dello studente di farmacia: "altamente sconsigliato a chi non possiede una propria farmacia. Piuttosto andate a fare il magazziniere, così senza alcun sacrificio intellettuale farete più o meno lo stesso mestiere percependo uno stipendio spesso migliore". Chiara, una che si è laureata così giovane in farmacia con 110 e lode non avrà di sicuro problemi a fare medicina. La difficoltà di questo percorso non è tanto nel percorso in sé (esiste di peggio!), quanto nel dopo: conosco gente di scarso valore e modesta propensione alla studio che adesso è medico, ma questo non fa di loro "un buon medico".  Spero che avrai la possibilità di inseguire questo sogno. Ti faccio i più sinceri auguri.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 6 Mesi fa #282264 da ιατρός
Vorrei solo ricordare una cosa di non poco conto.

La vita media lavorativa delle persone si è allungata e chissà se e quando andremo in pensione.
Detto questo penso che al giorno d'oggi iniziare a lavorare anche a 34 anni non è di certo come 20 anni fa quando la gente andava in pensione a 55 anni!

Ora a 34 anni si è per quanto riguarda gli anni lavorativi nel pieno della pubertà!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 6 Mesi fa #282713 da bungabunga11
io ho 31 anni. Sto finendo il secondo anno di Medicina e sono già laureato.
Ci sono tante persone che cercano di scoraggiare, ma voi pensate che sono ancora in "tempo" per intraprendere questa strada? O è troppo tardi? Grazie a tutti :-)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 6 Mesi fa #282739 da Merril
Risposta da Merril al topic Re:INIZIARE MEDICINA A 30 ANNI
Io vedo degli "oversize" in ogni anno di corso, e quasi tutti hanno una seconda laurea...
I docenti non fanno domande e non li guardano in maniera strana, in ospedale non li trattano peggio degli altri... alla fine quello che guardano è il curriculum universitario: se hai 20 o 30 anni non importa, è quello che fai e come lo fai che conta per farsi notare...
Poi, come diceva l'utente sopra, al giorno d'oggi c'è gente che deve imparare un nuovo lavoro o reinventarsi la propria vita proprio tra i 30 e 40 anni perchè il mondo del lavoro è quello che è...
Magari a qualche giovane leva non sta bene che un trentenne già laureato "rubi" il posto ad un giovane, ma quello che vedo io è che se sei già laureato in qualcosa di affine o sanitario, anche gli strutturati o i prof lo apprezzano e magari usano pure le tue conoscenze pregresse...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 5 Mesi fa #284272 da Skripach
essendo anche io un "vecio" della facoltà, avrei qualche domanda da farvi.
io ho iniziato dopo un'altra laurea e se tutto va bene finirò medicina intorno ai 30 e rotti anni.
Ora ho il seguente dubbio amletico, quando un esame non va proprio benissimo mi conviene rifiutare i voti o è nel mio caso solo una perdita di tempo? anche perché a conti fatti ogni 3 esami rifiutati perdo quasi un anno, io vorrei laurearmi in corso ma poi se la mia media è troppo bassa e la mia età troppo alta non rischio di non accedere ad eventuali specializzazioni?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 3 Mesi fa #308031 da caterina 87
Ragazzi, prima di tutto devo dire di aver provato durante la lettura di questo post una bellissima sensazione ...
Sapere di non essere l' unica; leggere così tanti post di incoraggiamento nei confronti di persone che evidentemente non hanno avuto la possibilità come nel mio caso, o semplicemente l' opportunità o il desiderio di studiare e prendere questo percorso prima,mi ha fatto molto piacere.
Credo che i dubbi e l' insicurezza in casi meno frequenti come i nostri, siano leciti e naturali ... sebbene non sia assolutamente vero che i soli ed unici studenti di medicina siano i maturati, il dato oggettivo è che loro prevalgono nella media dei frequentanti, ma ciò non toglie che in ogni corso di laurea ci siano tantissimi ragazzi come voi, e me se riuscirò a realizzare questo percorso.
La mia storia è un pò particolare e non piacevole, presupposto che mi porta a saltarne i particolari ... fatto sta che da un anno e mezzo mi sto intestardendo all' età di 27 anni con tale scelta, e sebbene a Marzo sia uscita sconfitta dal test, tralaltro per molto poco, sono determinata ad riaffrontare il prossimo anno il medesimo test, munita di " coltello tra i denti " scacciando quella stessa insicurezza che a volte sorge . Ciascuno ha la piena libertà e il pieno diritto di fare determinate scelte, senza che queste portino uno strascico di commenti fuori luogo come " non è il caso " o " sei troppo vecchio|a per tale scelta ".
Io penso che ognuno abbia la propria situazione e se ci riesce magari lavorando nel contempo, tanto di cappello !
Ho un' amica reduce da una laurea umanistica conseguita con ottimi voti, che due anni fa è entrata al test e ora meritante del posto che ha conseguito per la buona volontà e la mente che possiede, frequenta il reparto oncologico ... quanto la stimo !
Un giorno le esposi i miei dubbi, che giravano sempre attorno allo stesso tema : l' età. Lei sgranò gli occhi e mi fece capire che porsi tale dubbio era normale, ma non doveva e non deve rappresentare un ostacolo per la realizzazione di ciò che si ritiene tanto importante !
La mia convinzione è che un medico bravo non si distingua perchè ragazzetto laureato in tempo per scalare la vetta o fare carriera ... ma sia una persona dotata di un buon cervello e un senso di responsabilità nei confronti degli altri, e tanti altri requisiti che teoricamente dovrebbero centrare poco con i soldi o l' ambizione.
Questo è il mio parere ...
:-)
Ringraziano per il messaggio: nikila

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 3 Mesi fa #308032 da caterina 87
Riguardo la media non sò, e non vorrei darti una risposta inesatta, ma sò per certo che l' età non c entra assolutamente nulla con l' accesso alla specialistica.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: ThomasManca
Tempo creazione pagina: 0.597 secondi