Consiglia questo sito su Facebook:

Legge 133/08: Futuro dell\'Università Italiana

Di più
15 Anni 9 Mesi fa #168823 da domperidone
E\' vero ragazzi...dietro alle manifestazioni di questi giorni ci sono tutti quelli che hanno paura di perdere i propri privilegi...baroni e compagnia. Sono loro che hanno di più da perdere non noi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15 Anni 9 Mesi fa #168833 da Sic
domperidone ha scritto:

E\' vero ragazzi...dietro alle manifestazioni di questi giorni ci sono tutti quelli che hanno paura di perdere i propri privilegi...baroni e compagnia. Sono loro che hanno di più da perdere non noi.

Preferisci un barone privato a un barone statale, peccato che il barone statale puoi ancora contestarlo. Per il barone privato o vai all\'università che costa 10.000 euro l\'anno (invece di quella da 8.000 l\'anno che stai seguendo) e hai la strada spianata perchè paghi di più o ti accontenti delle università che puntano sul numero (però il tuo titolo vale meno perchè l\'hai pagato meno).Scegli tu, paperella. Accendi il cervello.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15 Anni 9 Mesi fa #168851 da DrHP

il barone statale puoi ancora contestarlo.

Vero. Puoi contestarlo quanto ti pare, tanto lui resta lì inamovibile a incassare il suo lauto stipendio pagato da tutti i cittadini, protetto dagli amichetti di partito.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15 Anni 9 Mesi fa #168859 da champagne
Qui Perugia.Hanno occupato la facoltà di fisica da due giorni,Lunedì abbiamo un\'assemblea con tutti gli studenti di medicina con il rettore,i rappresentanti degli studenti e alcuni professori.Martedì c\'è una manifestazione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15 Anni 9 Mesi fa #168899 da Eleanor
Allora, lasciamo un momentino fuori la politica per favore, perche` non sono certo una bolscevica rivoluzionaria eppure in piazza in questo periodo ci sono anche io.Parliamo di Universita`, noi che ci viviamo dentro.Qualcuno ha forse cercato di negare che ci siano evidenti problemi? Sprechi, baroni, cattedre inutili pagate? Non mi pare. Stiamo solo dicendo che tagliare indiscriminatamente i fondi all\'Universita` non e` il modo di risolvere il problema. Il perche` mi pare ovvio: non si tiene conto di meriti e demeriti reali, come non si fa distinzione tra un CdL in Economia valdostana del 1560 e uno in Fisica o Matematica...Sprechi. Quanti ce ne sono e quanti ne vediamo? Siamo tutti d\'accordo. Ma io devo fare le spese della politica di gestione pessima del Rettore del mio Ateneo? Devo rinunciare all\'Universita` pubblica? Universita` che comunque, con tutti i suoi difetti, riesce a tirare fuori anche delle eccellenze e non solo studenti fannulloni che in 10 anni danno un esame...E` vero, ci sono corsi di laurea che forse neanche meriterebbero questo titolo, creati solo per dare un posto a qualche professore...ma allora perche` non cominciare a sfoltire quelli? Perche` tagliare il fondo di finanziamento ordinario?I soldi da qualche parte dobbiamo prenderli, ci dicono, soprattutto in un momento di crisi come questo. Infatti, proprio questo e` il punto: perche` se tanto ti mancano i soldi non rinunci alla tua bella auto blu e a una meta` del tuo stipendio da parlamentare? O non lasci che Air France si prenda l\'Alitalia magari, invece di far pagare il tuo intervento a noi cittadini?E poi, da cosa e` partito tutto questo? Dalla Gelmini che ha deciso di riformare il sistema dell\'istruzione italiana? No, altrimenti si sarebbe discusso di un\'ampia riforma, intempi piu` lunghi e su un piano prima di tutto culturale e formativo, non sarebbe stato fatto un semplice DL approvato in 9 minuti e mezzo, decreto che tocca solo la questione economica...perche` invece e` successo proprio questo? Perche` Tremonti facendo la sua Finanziaria ha evidentemente detto \"dobbiamo recuperare 1,5 miliardi di euro, cacciateli fuori da qualche parte\"...allora da dove prenderli? Beh prendiamoli dall\'Universita`, e poi giustifichiamolo dicendo che \"dobbiamo combattere i baroni e gli sprechi\", nessuno potra` negarci la buona intenzione di migliorare l\'Universita` eliminando questi due problemi...Eliminare i baroni? E chi e` piu` d\'accordo di me, faccio Medicina, li vedo tutti i giorni! Ma se l\'Universita` fosse privata credete veramente che il problema sarebbe eliminato? Eliminare gli sprechi? Benissimo, comincia allora a guardare meriti e demeriti dei singoli atenei, fanne un bilancio, conta il numero di iscritti e quello di laureati, quanti e quali corsi di laurea esistono, e ridistribuisci i fondi davvero in base al merito e ad una gestione piu` razionale...Non credo che questa sia la strada giusta da imboccare, destra o sinistra che sia ad intraprenderla.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15 Anni 8 Mesi fa #168944 da DII
\"Facciamo l’ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuole fare la marcia su Roma e trasformare l’aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno difetto di essere imparziali. C’è una certa resistenza; in quelle scuole c’è sempre, perfino sotto il fascismo c’è stata. Allora il partito dominante segue un’altra strada (è tutta un’ipotesi teorica,intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di previlegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole , perché in fondo sono migliori si dice di quelle di Stato. E magari si danno dei premi,come ora vi dirò, o si propone di dare dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A “quelle” scuole private. Gli esami sono più facili,si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola previlegiata.Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di Stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di Stato per dare prevalenza alle scuole private. Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tener d’occhio i cuochi di questa bassa cucina. L’operazione si fa in tre modi: ve l’ho già detto: rovinare le scuole di Stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare alle scuole private denaro pubblico.\" Piero CalamandreiDiscorso pronunciato da Piero Calamandrei al III congresso dell’Associazione a Difesa della Scuola Nazionale, a Roma l’11 febbraio 1950mi sembra che ci siamo molto vicini

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidevitale
Tempo creazione pagina: 1.540 secondi
Powered by Forum Kunena
EU e-Privacy Directive
Cookie Policy