34 anni, con un lavoro ma… sogno di fare medicina

Di più
1 Mese 1 Giorno fa #318383 da lalfietto
Buona sera a tutti.

Scrivo stasera qui nel forum nella speranza di avere un riscontro da ex studenti o studenti di medicina su alcuni dubbi che mi affliggono ormai da tempo.
Vi espongo la situazione; ho 34 anni, vivo in provincia di Milano, ho una laurea in lingue e un lavoro sicuro (a tempo indeterminato) ma….. sogno da anni di poter studiare medicina e diventare medico.
Il tutto è nato da quando, circa 10 anni fa, mi è stato diagnosticato il morbo di Crohn e, complici tutti i miei andi-rivieni da ospedali e visite (che tra l’altro tutt’ora faccio), mi è partita questa “necessità” - la chiamerei - e voglia di intraprendere questo percorso di studi.
Ora…. Vorrei chiedervi un parere spassionato e secco (anche a costo che mi venga detto di lasciar perdere) su ciò che avrei in testa di fare;
A settembre vorrei fare il test, sto già studiando e ho già preso tutto quello che mi serve per esercitarmi. Resta comunque che ho un lavoro - attualmente a tempo pieno - che non posso lasciare per motivi importanti ma che forse posso riuscire (qualora entrassi a medicina) a “modificare” nei termini che vi dirò.
Si, perché lavorando io in una nota azienda di trasporti a Milano, esistono molte figure professionali per le quali sono previsti turni di lavoro serali.
Quello che pensavo di fare sarebbe: fare il test e, se lo passo, chiedere alla mia azienda di farmi lavorare solo su orari serali (per motivi di studio) cosicché da avere tutto il giorno libero per frequentare i corsi.
Detto ciò, avrei alcune domande da porvi in merito:
1) considerando che farò i test per le Statali (quindi università statale, università bicocca e insubria), è vero che, in realtà, esistono studenti iscritti a medicina che lavorano ??
2) il programma che avrei in testa qualora superassi il test e che ho descritto sopra, secondo voi, può essere fattibile ??
3) quanto la FREQUENZA OBBLIGATORIA è davvero “obbligatoria” a medicina ??…. Cioè, è qualcosa di davvero fiscale oppure è una cosa scritta su un manifesto degli studi che però poi nella pratica non ha nessuna valenza perché mai nessuno andrà a vedere quanti giorni di assenza hai fatto (ovviamente togliendo i tirocini dal terzo anno in poi per i quali per forza di cose si deve frequentare) ??
4) questione ODONTOIATRIA: rispetto a medicina può essere che sia più “fattibile” studiare lavorando tutti i giorni ??
è ovvio che ho già messo da conto che potrei metterci più tempo a laurearmi rispetto a chi non lavora, ma non lo vedo come un problema.
A me servirebbe davvero una visuale generale su tutto ciò, perché è davvero importante; è vero, ho 34 anni e sembrerà folle voler imbattersi in questo percorso lungo e davvero impegnativo, ma è tutto quello che davvero sogno di fare, nonostante molti mi dicano che dovrei lasciar perdere;
Tuttavia, penso che nessuno più di uno studente o di un ex studente di medicina possa “aprirmi gli occhi” e dirmi come davvero stanno le cose, ed è quello che spero di ricevere come riscontro da questo post.

Ringraziandovi davvero per l’attenzione, spero di ricevere i vostri pareri.

Grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 1.091 secondi