due notizie inquietanti...

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #281532 da Miss_K
Risposta da Miss_K al topic Re:due notizie inquietanti...

Avete un'immagine dei tredicenni che non è più corrispondente alla realtà.
Per "noi anzianotti" andava bene, eravamo veramente così "innocenti" ma, adesso, a 13 anni fumano, si fanno le canne e trombano come porcospini in calore... Se uno si sente abbastanza maturo per fare le sopracitate cose, allora lo è anche per scegliere con criterio quale scuola superiore affrontare.


Aspetta però, non generalizzare, considera che molti ragazzuoli agiscono in questo modo spinti da una "moda" e dai condizionamenti quali: coetanei, Tv...
Sono pochi i ragazzi che decidono ad esempio di drogarsi perchè un giorno si svegliano e pensano che abbiano l'età giusta per provare ad evadere dalla realtà.
Io almeno li reputo come irresponsabilità, drogarsi, simulare conigli in calore, copiare altri.. una persona con la testa sulle spalle farebbe tutt'altro; come puoi pretendere che un ragazzino, che immaturo e senza personalità ancora forte, possa pensare solo un'istante cosa voglia fare nella sua vita, ammesso e non concesso che abbia dei sogni? Ricordiamoci sempre che a 13 anni si crede di riuscire a scalare il K2, che "c'è tempo per fare tutto" ... a 17 inizi a guardare cosa c'è nel mondo che ti circonda e quali opportunità puoi cogliere..
I sogni, i desideri cambiano.. non si può bloccare l'accesso ad un liceo, quanti ragazzi si rendono conto che ad esempio non  sono portati per il linguistico e decidono di scegliere un altro indirizzo? non c'è stabilità in questo mondo, non c'è nessuna sicurezza, non leviamola anche a dei ragazzini.. bisogna appunto come tu e molti altri han scritto, modificare il sistema interno..

...Penso e ripenso e nel pensar m'impazzo...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • perugina
  • Visitatori
  • Visitatori
8 Anni 9 Mesi fa #281546 da perugina
Risposta da perugina al topic Re:due notizie inquietanti...

Avete un'immagine dei tredicenni che non è più corrispondente alla realtà.
Per "noi anzianotti" andava bene, eravamo veramente così "innocenti" ma, adesso, a 13 anni fumano, si fanno le canne e trombano come porcospini in calore... Se uno si sente abbastanza maturo per fare le sopracitate cose, allora lo è anche per scegliere con criterio quale scuola superiore affrontare.

Il problema non è tanto test o non-test alle superiori. Il problema è il decadimento culturale che sta avvenendo all'interno del nostro sistema scolastico. I programmi diventano sempre più facili (ogni edizione dei libri di testo è più semplice della precedente: ho visto un testo di grammatica attualmente in uso alle elementari sostenere che l'imperativo ha una sola persona! Adesso sono i libri che si adattano all'uso corrente) ed i professori sempre più disposti a concedere voti alti. Ciononostante c'è un oceano di studenti che annaspa per avere la media del 6. Bisogna cambiare questo: a tutti deve essere data una possibilità ma bisogna spiegare ai trogloditi che nel "mondo vero" non tutti sono ugualmente bravi e meritevoli di fare una certa cosa. Per un genitore il suo sarà anche un "ometto speciale bravo come gli altri" ma di fronte ad una bocciatura per manifesta pennutaggine dovrebbero affrontare la realtà anziché fare ricorso al TAR contro i professori.

quoto parzialmente...l'immagine che hai fornito dei tredicenni è troppo generalizzata e comunque non dimostra altro che la loro immaturità ...non la loro maturità.


comunque io credo che la maggior parte delle polemiche nasca dal fatto che si prendono in considerazione i  test di ammissione che ci sono oggi..questi non sono test d'ammissione meritocratici infatti :) non si dovrebbe chiedere ad un futuro medico il programma del primo anno, come non si dovrebbe chiedere ad un ragazzino il programma del primo liceo. insomma non bisogna generalizzare neanche sui test d'ammissione, ci sono test e test! posso dirvi con sincerità che facendo il classico, la prima prova che abbiamo svolto senza aver studiato praticamente nulla, tranne l'alfabeto, la prima declinazione e il presente (neanche DUE PAGINE-->una settimana, se vogliamo proprio esagerare), è stata una versione di greco senza dizionario  con le paroline tradotte sotto (messe in ordine alfabetico, così come le avremmo trovate sul dizionario, quindi non declinate né coniugate) . per me questa è una valida prova d'ammissione.. non devi avere confidenza con il dizionario da subito, devi studiare due pagine e semplicemente vedere se sei gnucco in greco (per es) oppure no! non capisco perché tanto clamore per una prova che serve in primis ai ragazzi!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #281617 da Mattia.Busana
Ecco, agganciandomi a quello che dice verduz, che reputo sinceramente molto aderente al mio pensiero, torno a ripetere quello che dissi in un altro topic...ci si può illudere che chiunque possa fare il liceo, ma non è così. C'è chi è adatto a fare il medico, l'ingegnere, il matematico, il filosofo...ma c'è anche chi è adatto a fare l'idraulico, l'operaio o il giardiniere. Professioni che NON reputo inferiori alle precedenti (specifico se no qua mi piovono addosso insulti), ma che allo stesso modo NON richiedono la preparazione teorica che fornisce un liceo (che ricordiamo, ha come obiettivo quello di preparare all'università, non al lavoro). Il liceo fa moda anche tra chi non è tagliato per farlo, semplice. E questo conduce alla moda di avere classi liceali con 4,5,6 bocciati (come ho già detto...ne ho visti anche 10...su 20)...cosa per me fantascientifica. Allora non è meglio scremare subito con un test che valuti dei requisiti proprio MINIMI SINDACALI? Nel caso di mancata ammissione, un docente prende il compito del suddetto alunno e dice: "hai questo tipo di difficoltà, secondo me potresti dedicarti a quest'altro tipo di studi"
In questo modo non rallentiamo le classi, la gente arriva preparata e non sentiamo più gente dello scientifico che su questo forum dice "di biologia non ricordo niente".
Non dobbiamo inneggiare al buonismo a tutti i costi...come animatore in un centro di aggregazione posso dire che la mia visione del tredicenne è MOLTO aderente a quella di verduz. E allora non diciamo "devono maturare, devono capire, devono avere personalità"...ci sono già tra loro quelli che hanno davvero voglia di studiare e fare BENE il liceo...allora aiutiamoli a formarsi. E gli altri li re-indirizziamo. Il liceo (come l'università) non è e non deve essere per tutti perchè a questo mondo non servono solo fisici teorici, accademici e poeti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #281619 da verduz
Risposta da verduz al topic Re:due notizie inquietanti...

quoto parzialmente...l'immagine che hai fornito dei tredicenni è troppo generalizzata e comunque non dimostra altro che la loro immaturità ...non la loro maturità.

Infatti ho parlato di sentirsi maturi, non di essere maturi.
Se uno vuole comportarsi da adulto, allora deve essere trattato come tale, a cominciare dal non essere più trattato in modo paternalistico (so io quello che è meglio per te) e dall'essere lasciato libero di sbagliare con tutte le conseguenze che ne conseguono.

non si dovrebbe chiedere ad un futuro medico il programma del primo anno

Infatti non lo chiedono.

come non si dovrebbe chiedere ad un ragazzino il programma del primo liceo.

Basterebbe chiedere quello che uno avrebbe dovuto imparare alle medie.

non capisco perché tanto clamore per una prova che serve in primis ai ragazzi!

Perché si è instaurata una cultura del "siamo tutti belli e bravi allo stesso modo".
Adesso ci sono le possibilità economiche per permettere a quasi tutti ogni tipo di carriera ma questo non significa che siano soldi ben investiti (c'è gente che, amando quello che ha deciso di studiare, esce dai professionali molto più preparata di chi è stato costretto a fare un liceo).

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #281628 da Mattia.Busana

Perché si è instaurata una cultura del "siamo tutti belli e bravi allo stesso modo".


Quoto.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidevitale
Tempo creazione pagina: 0.712 secondi