Test di medicina 2014-2015..

Di più
8 Anni 17 Ore fa #293842 da GuidoPA
Risposta da GuidoPA al topic Test di medicina 2014-2015..

Buonasera :) anche io quest'anno sto facendo il quinto... purtroppo frequento un tecnico commerciale, una scuola che non mi piace per niente... quindi sono molto svantaggiata dato che fisica, chimica e biologia le ho studiate solo nel biennio e non ricordo niente!
A giugno ho comprato il manuale di teoria dell'editest.. diciamo che mi trovo benino, alcuni argomenti sono un pò troppo sintetizzati, soprattutto per me che non so niente, ma cerco di aiutarmi con i libri di mio fratello, dello scientifico.
Quest'estate ho alternato bio e fisica e sono quasi alla fine di entrambi i programmi.

Per quanto riguarda i test ad aprile secondo me ci sono diversi pro e contro... molti sicuramente non proveranno dato che non c'è molto tempo per studiare, e molti altri avranno una preparazione scarsa, sempre per lo stesso motivo.. i contro sono che se non ci diamo da fare anche noi rientreremo nella seconda categoria ( :( ) e che tutti quelli che non frequentano le superiori avranno molte più possibilità di entrare.

Sui provvedimenti di cui si sta parlando in questi giorni, non so che dire... dalla padella alla brace stiamo andando! Non solo ci mettono in difficoltà facendo i test ad aprile, vogliono pure toglierci 2000 posti per far entrare quelli dell'anno scorso e togliersi davanti tutti i ricorsi? ma dai.... e poi a questo punto dovrebbero dare questi famosi punti bonus anche a quelli che sono già entrati, così da farli salire in graduatoria e farli capitare in altre sedi... sono sempre più schifata da questa politica che ci toglie anche l'entusiasmo di provare a inseguire un sogno..

qualcuno ha a disposizione i nuovi programmi? ho letto che sono stati cambiati ma non li trovo da nessuna parte :pinch:

Per quanto riguarda questa cosa dei 2000 posti già occupati per il prossimo anno credo (VOGLIO credere) che sia una bufala perchè la fonte non è attendibile (skuola.net). E anche se fosse vera dovrebbe essere prima approvata alla camera. Per quanto riguarda i programmi ancora non si sa nulla di preciso perchè aspettiamo il decreto ministeriale che qualcuno prevede per dicembre/gennaio. ---Ti piace Lost? a me un sacco!:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 17 Ore fa #293845 da DHARMA01
Risposta da DHARMA01 al topic Test di medicina 2014-2015..
Sisi lo so che non è una notizia ufficiale... speriamo che rimanga tale, perché io sto seriamente pensando di non farcela perché non sto riuscendo a dedicare neanche 5 ore a settimana allo studio :( spero di avere più tempo dopo questo mese di interrogazioni e compiti!
Cmq si, sono una fan sfegatata di Lost :) è una delle mie serie preferite!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 16 Ore fa #293846 da GretaSca
Risposta da GretaSca al topic Test di medicina 2014-2015..
Ragazzi, mi consigliate editest o alphatest?
Ho intenzione di prendere la teoria e la raccolta di quiz. La teoria la userò per logica, fisica e matematica. Che dite? Ovviamente l'edizione 2014

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 16 Ore fa #293847 da neurosia
Risposta da neurosia al topic Test di medicina 2014-2015..

non puoi dire che l'apoptosi avvenga in fase prenatale, perché l'eccessiva attività apoptotica sta alla base di alcune malattie neurogenerative come il morbo di Alzheimer o Parkinson et similia...quindi è appurato che l'apoptosi avviene in fase post natale. Perché se non si mettesse in moto il processo di morte cellulare programmata o se l'apoptosi fosse carente ci sarebbe una crescita di cellule incontrollata (neoplasie ecc).

Ti ho scritto che la neurogenesi è solo in fase prenatale. l'apoptosi per le cellule non collegate è *probabile* che avvenga solo in fase prenatale perchè non riesco a pensare a uno sviluppo di neuroni solitari. la morte cellulare (intesa come apoptosi) in malattie neurodegenerative è morte di cellule connesse ad altre. è un'altra cosa.

Per quanto riguarda i neuroni, non ho mai detto che sono soggetti a divisioni cellulari :) né ho sostenuto che i feti che hanno ascoltato mozart nascano dei piccoli compositori..ma la ricerca in questo caso la fa da padrona: inevitabilmente influisce sulle predisposizioni del bambino (mi vergogno per il modo in cui lo sto dicendo, ma non ho proprio alcuna competenza che giustifichi grandi paroloni). Quindi si può parlare di un'educazione musicale prenatale (da come ne parli tu sembra che il feto non sia copartecipe della vita che conduce la madre e ''''''''vittima''''''''' del mondo che circonda entrambi-e comunque sia io non avevo fatto alcun riferimento al feto, bensì al marmocchio).

Se parliamo di età prenatale parliamo di feti. un marmocchio è postnatale. e un feto è sì ovviamente "vittima" dell'ambiente materno, come può condizionarlo?

Quindi sul resto siamo d'accordo..anche qui faccio appello alla ricerca spiccia che sono in grado di leggere anch'io, allenare il cervello tampona la nostra perdita di neuroni giornaliera: educare un bambinone (mi sembra ci siano delle fasi di crescita , tipo dodici, fino ai 21 anni, ma posso anche ricordare una stupidaggine) facendogli studiare pianoforte dai 6 anni (come anelano quelli del conservatorio) farà sì che il pupo raggiunga risultati diversi rispetto ad un suo coetaneo che però ha iniziato pianoforte a 20 anni, o no? Siamo d'accordo sul fatto che a parità d'impegno quello che ha iniziato a studiare più tardi non sarà mai così bravo come quello che ha iniziato prima? (e con questo non volevo dire prima né voglio dire adesso che al primo, i neuroni, da cellule permanenti si trasformano in labili o stabili e proliferano ndo cojo cojo (doctor passami anche questo) )

sì esiste un'età di sviluppo e un'età adulta. il cervello di un bambino è soggetto a più modifiche rispetto a quello dell'adulto (in gergo si dice che è più plastico). questo vuol dire che il cervello di un bambino reagisce in maniera più pervasiva rispetto a quello dell'adulto, da lì le modificazioni comportamentali, lo sviluppo di abilità, più evidenti. poi entra anche la predisposizione personale, ma questo è altra storia.

Ora spero che nessun intenditore commenti quello che ho appena scritto e il modo in cui l' ho scritto.Vorrei finire di scrivere, ma adesso proprio non posso, ma continuerò la mia risposta in un altro momento sperando che intervenga anche qualcun altro :)


Benissimo venga una bella discussione! il cervello è un argomento affascinantissimo :) magari non qui che siamo un po' OT ;)


comunque io sono laureata in queste cose, in neuroscienze, quello che ti dico è frutto di studio e lavoro in lab di ricerca. purtroppo quello che viene pubblicato sui giornali a larga diffusione è il riassunto del sunto del sunto, spesso traviato da chi scrive. e passano per scoperte eccezionali cose che sono in realtà ipotesi. in questo senso ti dico che sono più le cose ancora da capire che quelle assodate! soprattutto quando dai processi cellulari si passa a quelli cognitivi (per intenderci, le abilità di cui parli tu, linguaggio, percezione musicale, memoria, etc), più complessi e difficilissimi da indagare.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Ore fa #293859 da DrHP
Risposta da DrHP al topic Test di medicina 2014-2015..

un feto è sì ovviamente "vittima" dell'ambiente materno, come può condizionarlo?

Così a pura memoria ne condiziona il sistema immunitario, l'ematocrito, la funzionalità renale, il transito intestinale, la pressione arteriosa, la diuresi, il senso del gusto e dell'olfatto, l'asse ipotalamo-ipofisi con tutte le conseguenze del caso, la placenta stessa agisce come organo endocrino con tutte le conseguenze del caso. Di sicuro dimentico qualcosa.

L'utero non è una culla che protegge il bambino, è una muraglia che difende la madre dall'assalto e dall'invasività del feto. Perché pensi che siano pericolose le gravidanze extrauterine?

facendogli studiare pianoforte dai 6 anni (come anelano quelli del conservatorio) farà sì che il pupo raggiunga risultati diversi rispetto ad un suo coetaneo che però ha iniziato pianoforte a 20 anni, o no?

Così a occhio direi che più che dall'età dipende da quanto tempo si può dedicare all'attività e a quanto interessa l'attività praticata. Fatta salva la degenerazione fisiologica o patologica che riduce la capacità di apprendimento.

il cervello di un bambino è soggetto a più modifiche rispetto a quello dell'adulto (in gergo si dice che è più plastico). questo vuol dire che il cervello di un bambino reagisce in maniera più pervasiva rispetto a quello dell'adulto,

E questo, di grazia, come lo sapete?
Perché io dubito sempre un po' di queste affermazioni. Per anni ci avete detto che le cellule nervose erano perenni e non si rigeneravano, adesso pare che lo strato subependimale continui a produrne per tutta la vita, domani? Non si sa.

Ora, dal momento che il mondo è pieno di anziani (o comunque adulti) che vanno in pensione o si ritirano a vita privata e si dedicano alle proprie passioni ottenendo risultati analoghi a quelli di un bambino, semplicemente perché hanno abbastanza tempo da dedicarvi, permettimi di dirti che in affermazioni come la tua ci vedo un paio di tonnellate di bias cognitivo.

Però certo, il settantacinquenne pianista da due anni che affronta per la prima volta il palcoscenico non riscuote l'onore delle cronache quanto il novenne. Ed è altrettanto certo che nel nostro mondo il settantenne ancora capace di intendere e volere viene sfruttato per produrre reddito e non gli si permette di assecondare le proprie passioni. Sarà così anche per voi e per me (ma io sono scappato e facendo il medico ho assecondato la mia passione, quindi a mio modo li ho fregati).

dalla padella alla brace stiamo andando!

Non c'è dubbio su questo, ma se ti piace Lost te lo meriti ahahhaha

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • COCO*
  • Visitatori
  • Visitatori
8 Anni 6 Ore fa - 8 Anni 6 Ore fa #293861 da COCO*
Risposta da COCO* al topic Test di medicina 2014-2015..
Bene, bene...spero però che intervenga qualcun altro a parte me, che per sbaglio non sono una studentessa di medicina, te che lo sei e te che sei già laureato e specializzato (?) :) su ragazzuoli, l'altra domanda era più facile !
Ultima Modifica 8 Anni 6 Ore fa da COCO*.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 4 Ore fa - 8 Anni 4 Ore fa #293868 da neurosia
Risposta da neurosia al topic Test di medicina 2014-2015..

Così a pura memoria ne condiziona il sistema immunitario, l'ematocrito, la funzionalità renale, il transito intestinale, la pressione arteriosa, la diuresi, il senso del gusto e dell'olfatto, l'asse ipotalamo-ipofisi con tutte le conseguenze del caso, la placenta stessa agisce come organo endocrino con tutte le conseguenze del caso. Di sicuro dimentico qualcosa.

L'utero non è una culla che protegge il bambino, è una muraglia che difende la madre dall'assalto e dall'invasività del feto. Perché pensi che siano pericolose le gravidanze extrauterine?

Hai ragionissima, io intendevo l'ambiente esterno. Nel senso che un feto non può dire "Oh mamma, mettimi su FabriFibra". Se si parlava di musica e linguaggio, il feto, posto che senta i suoni, sentirà la musica e le lingue che ascolta la madre.

il cervello di un bambino è soggetto a più modifiche rispetto a quello dell'adulto (in gergo si dice che è più plastico). questo vuol dire che il cervello di un bambino reagisce in maniera più pervasiva rispetto a quello dell'adulto,

E questo, di grazia, come lo sapete?
Perché io dubito sempre un po' di queste affermazioni. Per anni ci avete detto che le cellule nervose erano perenni e non si rigeneravano, adesso pare che lo strato subependimale continui a produrne per tutta la vita, domani? Non si sa.

Ora, dal momento che il mondo è pieno di anziani (o comunque adulti) che vanno in pensione o si ritirano a vita privata e si dedicano alle proprie passioni ottenendo risultati analoghi a quelli di un bambino, semplicemente perché hanno abbastanza tempo da dedicarvi, permettimi di dirti che in affermazioni come la tua ci vedo un paio di tonnellate di bias cognitivo.

Però certo, il settantacinquenne pianista da due anni che affronta per la prima volta il palcoscenico non riscuote l'onore delle cronache quanto il novenne. Ed è altrettanto certo che nel nostro mondo il settantenne ancora capace di intendere e volere viene sfruttato per produrre reddito e non gli si permette di assecondare le proprie passioni. Sarà così anche per voi e per me (ma io sono scappato e facendo il medico ho assecondato la mia passione, quindi a mio modo li ho fregati).


Sulla plasticità infantile c'è un sacco di ricerca. è vero che esiste qualcosa anche sulla neurogenesi adulta ma sono cose molto molto controverse. mi è capitato di dover fare una mini review di quello che esiste e mi sono accorta che le evidenze (se ci sono...) sono solo su modello animale, sull'uomo sono perlopiù negative (ma comunque spesso imprecise). Il fatto che il bambino impari più in fretta dell'adulto credo sia spesso evidente, è vero che alcune persone adulte riescono a raggiungere gli stessi livelli di un bambino, ma alcune. pensa per esempio all'apprendimento di una nuova lingua: il bambino ha una finestra in cui può apprenderla come seconda madrelingua. finita questa, è molto più difficile e dispendioso di tempo apprendere una nuova lingua, e rimarrà nella maggior parte dei casi una seconda lingua. Ora, le eccezioni esistono ovunque, ma personalmente le ritengo più casi interessanti da studiare per capire cosa c'è di diverso nel loro cervello, che prove per confutare la regola, diciamo così. Di ricerca a riguardo della plasticità infantile ne esiste a tonnellate. Poi chiaramente dipende anche da cosa stiamo parlando. La mia affermazione è di sicuro stra semplificata!

Come dicevo prima, concordo con te che quello che esce dalla ricerca è spesso confusionale. Io stessa ad un certo punto pensavo che il cervello fosse stato mappato, per poi rendermi conto che erano tutte cazzate. Il problema secondo me di fondo è che alcuni risultati deboli, ma con implicazioni "sensazionali", vengono presi così come sono senza ulteriori verifiche e poca critica. Ho una personale opinione poco simpatica su certa ricerca, ma vorrei evitare di esprimerla qui :)

Curiosità: da dove sei scappato?
Ultima Modifica 8 Anni 4 Ore fa da neurosia.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 2 Ore fa - 8 Anni 2 Ore fa #293871 da GuidoPA
Risposta da GuidoPA al topic Test di medicina 2014-2015..
www.facebook.com/photo.php?fbid=10151951...evant_count=1&ref=nf a quanto pare questa è la decisione della camera!
Ultima Modifica 8 Anni 2 Ore fa da GuidoPA.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 2 Ore fa #293877 da vala93
Risposta da vala93 al topic Test di medicina 2014-2015..

www.facebook.com/photo.php?fbid=10151951...evant_count=1&ref=nf a quanto pare questa è la decisione della camera!

io spero sia uno scherzo... perché non trovo nessuna notizia in giro! ora mi inc****

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • COCO*
  • Visitatori
  • Visitatori
8 Anni 2 Ore fa #293879 da COCO*
Risposta da COCO* al topic Test di medicina 2014-2015..
Qualcuno può dirmi cosa c'è scritto? Non ho facebook ...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidevitale
Tempo creazione pagina: 0.494 secondi