Il Berlusconismo

Di più
13 Anni 2 Mesi fa #184271 da Swan
Risposta da Swan al topic Re:Il Berlusconismo

Silvio, Silvio, prima il presidente bello, abbronzato e non ricordo cos'altro,


adesso va a promettere ai terremotati che la ricostruzione avverra' in tempi brevi, quando i terremotati del Molise sono ancora nei container dopo anni..

:dash: :dash: :dash:

E coloro che hanno subito il terremoto dell'Irpinia?
Qui in Campania c'è ancora gente senza casa, dall'80 ed ora vorrebbero ricostruire tutta la città dell'Aquila in poco tempo..mah

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185149 da drjack84
Risposta da drjack84 al topic Re:Il Berlusconismo
bhè tutta l'aquila no ma un mini villaggio per dare delle case a ki nn ce l'ha più e ci vuole tempo  per ricostruirla

Nullum magnum ingenium mixtura demientiae

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185197 da Morfeo
Risposta da Morfeo al topic Re:Il Berlusconismo
Convenzione di Ginevra,articolo 18,punto 2:
"Quando la popolazione civile soffre di privazioni eccessive per mancanza di approvvigionamenti essenziali alla sua sopravvivenza, come i viveri e i rifornimenti sanitari, saranno intraprese, con il consenso dell'Alta Parte contraente, azioni di soccorso in favore della popolazione civile, di carattere esclusivamente umanitario e imparziale e svolte senza alcuna distinzione di carattere sfavorevole."

Articolo 7, Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo:
"Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad una eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto ad una eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione."

Articolo 14:
"Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.
Questo diritto non potrà essere invocato qualora l'individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni Unite."

Articolo 18:
"Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti."

Articolo 19:
"Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere."

Articolo 20
"Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.
Nessuno può essere costretto a far parte di un'associazione."

Articolo 21:
"Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.
Ogni individuo ha diritto di accedere in condizioni di eguaglianza ai pubblici impieghi del proprio paese.
La volontà popolare è il fondamento dell'autorità del governo; tale volontà deve essere espressa attraverso periodiche e veritiere elezioni, effettuate a suffragio universale ed eguale, ed a voto segreto, o secondo una procedura equivalente di libera votazione."

Tutti questi articoli sonon violati dal nostro attuale governo.Un candidato italiano ma islamico di Imperia è stato caldamente invitato a non presentarsi alle elezioni,lui ha ritirato la candidatura.

Va bene tutto,ma ora è evidente che l'Italia muove i passi verso una dittatura xenofoba,autoritaria e illegale,violando le leggi internazionali. Mi vergogno profondamente di queste cose. Spero che il capo dello Stato (il presidente Napolitano) si faccia sentire.
Una buona cosa sarebbe inviarli una missiva,e firmarla collettivamente.


Black as night, black as coal, I wanna see the sun blotted out from the sky,I wanna see it painted black.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185286 da Morfeo
Risposta da Morfeo al topic Re:Il Berlusconismo
"Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col timore dell'intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti"
Primo Levi,1974

Black as night, black as coal, I wanna see the sun blotted out from the sky,I wanna see it painted black.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Visitatori
  • Visitatori
13 Anni 1 Mese fa - 13 Anni 1 Mese fa #185326 da
Risposta da al topic Re:Il Berlusconismo
“ Affinché  sia preservata l’ integrità del ragionare , deve essere prima di tutto rispettata la verità dei fatti , che è la base di ogni azione orientata a  intendersi onestamente .
Sono dittature ideologiche  i regimi che disprezzano  i fatti , li travisano , o addirittura li creano  o li ricreano ad hoc , attraverso quelli che George  Orwell , l’autore della  Fattoria degli animali , ha descritto , nel romanzo 1984 , come i “Ministeri della verità “ capaci di far sì , attraverso propaganda  e bombardamento dei cervelli , che la guerra diventi pace , la libertà  schiavitù , l’ignoranza  forza .
Sono regimi corruttori delle coscienze “ fino al midollo “, quelli che trattano i fatti come opinioni e instaurano un relativismo nichilistico applicato non alle opinioni ma ai fatti  , quelli in cu la  verità è messa sullo stesso piano della menzogna , il giusto  su quello dell’ ingiusto , il bene su quello del male ; quelli in cui la “ realtà non è più la somma totale dei fatti duri e inevitabili , bensì un agglomerato di eventi  e parole in costante mutamento, nel quale oggi può essere vero quello che domani è  già “ falso secondo  l’interesse al momento prevalente. […]

La democrazia è basata sull’uguaglianza ; è insidiata  mortalmente dal privilegio.L’uguaglianza non è l’omologazione, la massificazione …. L’uguaglianza come contrario del privilegio , l’uguaglianza di cui parliamo qui , è essenzialmente isonomia , l’uguaglianza che deriva  dalle leggi uguali per tutti affermatasi , in Grecia , all’inizio della democrazia  ateniese.

Senza leggi uguali  - pensiamo alle leggi ad personam , fatte dai potenti per favorire se medesimi e i propri accoliti – la società si divide in caste , tra chi è sotto la legge che vale  per le persone comuni e chi ne è sopra e vive così felice della  legge fatta per le persone speciali.
La vita collettiva , alla quale tutti in democrazia sono chiamati , si trasforma nel dominio di un’oligarchia di privilegiati  e la legge , da regola in cui tutti si  devono poter riconoscere , diventa specchio in cui si riflette una società sbilenca.”

Gustavo Zagrebelsky ,( presidente della Corte Costituzionale , professore ordinario di Diritto costituzionale  e Giustizia Costituzionale  dell’università di Torino.)
Ultima Modifica 13 Anni 1 Mese fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa - 13 Anni 1 Mese fa #185392 da Morfeo
Risposta da Morfeo al topic Re:Il Berlusconismo
it.notizie.yahoo.com/10/20090514/video/v...nofobia-b944741.html

ed intanto arrivano le ronde...


Da notare poi,che si instaurano le ronde,ma si tolgono finanziamenti alla Polizia di Stato,i cui agenti hanno stipendi davvero ridicoli.come al solito è tutto paradossale ed evidentemente imbarazzante.

A H.S. :voleva essere un topic che illustrasse le cose che stanno accadendo,senza fare il solito umorismo facile su Berlusconi,che non fa altro che dare luce alla sua figura e far etichettare quelli di sinistra (o quelli che si oppongono alle sue scelte,ormai non ci sono solo i "comunisti" a criticare, ed il fatto che anche la Chiesa prenda posizioni mi da molto da pensare,giudicando positivamente la critica aperta che ha fatto in questi ultimi giorni al tipo di politica addottata dal governo) come dei decerebrati che non fanno altro che smontare il nostro capo di Governo. Mi dissocio dalle cose che scrivi,anche perchè non è il mio modo di esporre le cose.

Black as night, black as coal, I wanna see the sun blotted out from the sky,I wanna see it painted black.
Ultima Modifica 13 Anni 1 Mese fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Visitatori
  • Visitatori
13 Anni 1 Mese fa - 13 Anni 1 Mese fa #185406 da
Risposta da al topic Re:Il Berlusconismo
A H.S. :voleva essere un topic che illustrasse le cose che stanno accadendo,senza fare il solito umorismo facile su Berlusconi,che non fa altro che dare luce alla sua figura e far etichettare quelli di sinistra (o quelli che si oppongono alle sue scelte,ormai non ci sono solo i "comunisti" a criticare, ed il fatto che anche la Chiesa prenda posizioni mi da molto da pensare,giudicando positivamente la critica aperta che ha fatto in questi ultimi giorni al tipo di politica addottata dal governo) come dei decerebrati che non fanno altro che smontare il nostro capo di Governo. Mi dissocio dalle cose che scrivi,anche perchè non è il mio modo di esporre le cose.




chiedo scusa per il "solito" e "bieco"
umorismo facile....

probabilmente ultimamente devo aver perso le mie capacità espressive e imparzialità.....

non ti preoccupare non hai bisogno di "dissociarti" ho cancellato quelle "vergogne"......
Ultima Modifica 13 Anni 1 Mese fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185422 da jerryleelewis
Risposta da jerryleelewis al topic Re:Il Berlusconismo
Berlusconi rappresenta un'anomalia del sistema politico italiano.

Però se  ricopre il ruolo di presidente del consiglio vuol dire che la maggioranza degli italiani lo ha votato ritenendolo capace di ricoprire tale carica.

Io trovo molto strano che una persona coinvolta direttamente o tramite le sue società in questioni ancora da chiarire con la legge italiana possa trovarsi in questa posizione.
I suoi uomini propongono le leggi (per salvargli le chiappe) e le approvano con mozioni di fiducia (la fiducia non è stata inventata certo per questo).

Forza Italia non è mai stato un partito, non è costituita da veri politici, ma è un gruppo di persone con forti interessi in comune (un esempio fra tanti possibili... il pezzo di autostrada tra firenze e bologna è stato completamente risistemato; nel tratto emiliano hanno messo le 3 corsie, delle gallerie magnifiche che permettono di risparmiare una decina di minuti, rispettando il limite di velocità... insomma un bene per gli italiani che devono far quel pezzo di autostrada, ma anche per l'economia, perchè il numero di camion che dal sud italia si spostano verso il nord, e viceversa,  attraversando proprio quel tratto di strada è altissimo.... però nel cda della società che ha fatto quei lavori c'è un tale che all'epoca era ministro dei trasporti e delle infrastrutture, Lunardi)

Il pdl, se è possibile, è peggio di FI, oltre al grosso problema già citato è uno stratagemma meschino per tenere attaccati gli alleati (che non sempre si sono dimostrati totalmente asserviti al premier). Non posso immaginare cosa abbiano in comune personaggi provenienti dal movimento sociale (insomma i vecchi fascisti) e personaggi che sono stati raccattati un po' ovunque (dc, socialisti, udeur e chi più ne ha più ne metta)


C'è da dire che il governo, nonostante la fiducia che ancora riscuote tra la popolazione(se si andasse a votare domani rivincerebbe senza problemi), mi pare poco stabile (internamente). Gli attacchi (leggasi ricatti) provengono un po' da tutte le parti, ogni partito cerca di tirare acqua al suo mulino, la lega vuole imporre le sue richieste (che trovo più populiste che efficaci) l'ex AN è divisa tra varie correnti, un'ala intransigente e un un'ala più moderna (che fa capo al presidente della camera).
Berlusconi dà un contentino a uno, un contentino all'altro, dice a Fini "si vabbene fai il bravo poi se ne riparla, intanto non rompere" e purtroppo Fini per ora si è limitato ad abbaiare e basta. (e nonostante questo è stato accusato di essere più vicino ai comunisti che al premier).

Il trasformismo dei primi anni di vita della politica italiana (fine '800), si è perfettamente reincarnato in Berlusconi. Non conta il programma di governo, non importano che alcune leggi di reale utilità siano approvate. L'importante è che determinate leggi, cioè quelle che servono a proteggere gli interessi della casta passino (e ormai lo fanno proprio in maniera sfacciata). Una volta approvate queste leggi si passa a distribuire i premi ai fidi alleati, e quindi nascono il federalismo, le ronde, le leggi fatte in 2 minuti per cercare di accontentare i cattolici... e sinceramente non so cos'altro.


Il Berlusconismo è l'arte di restare al di sopra delle leggi, di stare lontano dai tribunali, perchè in tribunale, con un buon avvocato ci si può sempre salvare, ma si corre sempre il rischio di essere accusati ... e il danno economico c'è sempre, sia che vada bene o che vada male (ma questo rischio c'è per tutti gli italiani)


Le persone dovrebbero iniziare ad aprire gli occhi su cosa è il Berlusconismo, poi quando uno ha visto come stanno le cose è libero di votarlo.
Perchè viene votato Berlusconi? Perchè non era nessuno, perchè grazie alle sue abilità è diventato il secondo uomo più ricco d'italia (secondo le dichiarazioni dei redditi) ... ma tutto questo è riuscito a farlo senza l'aiuto di nessuno? Quali sono i rapporti che ha avuto con Craxi?
Molti sperano nel "sogno italiano" ... ma non è la strada che abbiamo imboccato. I ricchi son sempre più ricchi, i poveri son sempre più poveri. Una persona normale che chiede un mutuo quanti soldi riceverà se ha una busta paga di 1000 euro? E se ti concedono il mutuo .. come vivi con 1000 euro di stipendio e 900 di mutuo?


Le leggi e i provvedimenti che escono in questi giorni dalle sale del potere sono anacronistici. In un mondo che tende alla globalizzazione noi puntiamo sulla nazionalizzazione, dando le colpe dei mali dell'italia agli extracomunitari, ai negri, ai rumeni stupratori (ma se andate a vedere i rapporti sugli stupri ... vedrete che la maggioranza degli stupri avvengono in famiglia, e lo stupratore in genere è il padre o marito). Se togliessimo tutti i negri e tutti i rumeni, dovremmo trovare qualche italiano disposto a spaccarsi la schiena sotto il sole per spalare merda nei campi ... ma ormai noi siamo abituati a fare la bella vita e non ne vogliamo sapere di fare i contadini o i muratori, piuttosto i disoccupati. I negri devono andare via dall'Italia, ma noi italiani possiamo andare in america e in germania a decidere quale tedesco/americano/canadese domani avrà un lavoro e quale no. (a sto punto o siamo degli ipocriti o siamo delle persone con le fette di prosciutto sugli occhi)
Magari il governo Berlusconi è schizofrenico, da un lato plaude all'abilità di Marchionne nel sapersi muovere sullo scacchiere mondiale e dall'altro lato non vuole che qualcuno metta le mani nella nostra marmellata.


L'unica fortuna di Berlusconi è che l'opposizione non esiste, non ha politici capaci di offrire una reale alternativa a berlusconi. Franceschini lo trovo ridicolo. Veltroni sarebbe stato più adatto a fare l'intellettuale piuttosto che il politico. Prodi ha le competenze  politiche necessarie, ma era totalmente incapace di controllare una coalizione così eterogenea, ed è assolutamente meno carismatico di Berlusconi.

Dalla parte di chi pensa che Berlusconi sia il male dell'Italia c'è solo un dato anagrafico ... 1936.

La politica italiana fino a quando berlusconi sarà vivo sarà sempre un'eterna lotta tra 2 poli.
Il dopoberlusconi lo vedo diverso, non vedo nella destra una personalità dotata di eguale carisma capace di mediare tra le 3-4 anime diverse.
Io spero che dalla morte del pdl nasca un terzo polo di centro, che tolga voti sia a destra che a sinistra, che non permetta più un ricorso eterno alla fiducia per poter governare, che i governi che si alternino non siano più solo 2, che torni a esserci un dialogo in parlamento, poichè dalla discussione nascono le migliori idee, dai monologhi è difficile.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185424 da jerryleelewis
Risposta da jerryleelewis al topic Re:Il Berlusconismo

it.notizie.yahoo.com/10/20090514/video/v...nofobia-b944741.html

ed intanto arrivano le ronde...



Da notare poi,che si instaurano le ronde,ma si tolgono finanziamenti alla Polizia di Stato,i cui agenti hanno stipendi davvero ridicoli.come al solito è tutto paradossale ed evidentemente imbarazzante.


ne parlavo qualche giorno fa con una persona.

Lei le vede come un deterrente, un ladro ha paura di farsi sgamare ergo non ruba ...

io le vedo molto più pericolose, i membri della ronda devono essere per legge disarmati (Quis custodiet ipsos custodes?)... io malintenzionato, se so che c'è gente che potrebbe rompere le scatole nell'adempimento del mio lavoro, avrò premura di farmi "un'assicurazione sulla vita" e quindi potrei avere la malsana idea di andare a farmi il furtarello, che prima facevo in tranquillità, munito di una bella pistola ... perchè voi sarete pure 5-10 persone , ma una pallottola è pur sempre una pallottola.

Le forze di polizia sono state create con lo scopo di difendere i cittadini, i cittadini pagano le tasse per ricevere dei servizi, tra cui appunto c'è la sicurezza...
più soldi ai poliziotti (che tra l'altro rischiano la loro vita) e stipendi sensati ai politici (che l'unica cosa che rischiano è la galera).


Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Mese fa #185543 da jerryleelewis
Risposta da jerryleelewis al topic Re:Il Berlusconismo
ROMA - Il Times di Londra dedica oggi un editoriale non firmato, come è tradizione della stampa anglosassone quando l'articolo riflette l'opinione della direzione del giornale, sulla questione delle dieci domande poste da "Repubblica" a Silvio Berlusconi.

L'editoriale del giornale, di cui è proprietario Rupert Murdoch, è intitolato "Public Duty and Private Vendetta" (Dovere pubblico e vendetta privata"), con questo sottotitolo: "L'attacco di Silvio Berlusconi contro un giornale italiano è una campagna per intimidire il dissenso". Ecco il testo dell'editoriale:

"Silvio Berlusconi, il primo ministro italiano, si lamenta di essere vittima di una diffamazione. Egli ha attaccato la Repubblica dopo che il giornale lo ha sfidato a spiegare la sua relazione con un'aspirante modella di 18 anni, Noemi Letizia, che si rivolge a lui chiamandolo 'Papi'. Secondo il signor Berlusconi, questo è un complotto della sinistra per minare la sua autorità. La lamentela del signor Berlusconi è sfrontatamente insensata. Egli ha invitato a deriderlo promuovendo come candidati per le elezioni europee delle giovani donne il cui glamour personale supera la conoscenza politica. Questa ultima impresa ha spinto sua moglie, che soffre da lungo tempo, a chiedere il divorzio.

Le domande poste da la Repubblica - sul coinvolgimento del signor Berlusconi nella selezione delle candidate, e sul fatto se egli abbia promesso di aiutare la signorina Letizia a perseguire una carriera in politica o nello spettacolo - non sono intrusioni nella vita privata. Esse si collegano al ruolo pubblico del signor Berlusconi come uomo politico e come magnate dei media. I convoluti affari politici del signor Berlusconi sono ulteriormente confusi dal suo dominio dei media. Egli controlla tre canali televisivi nazionali.

La sua campagna contro la Repubblica sembra un sinistro tentativo di intimidire il dissenso per proteggere una reputazione privata. E' particolarmente di cattivo gusto che egli abbia usato la propria posizione nei media per criticare la propria moglie, insinuando che ella è mentalmente instabile. Queste sono le azioni di un uomo ricco e potente che tratta la politica e i media come feudi. Il signor Berlusconi ha apparentemente scarsa comprensione delle divisioni tra interesse privato e dovere pubblico. Il giornale che lo critica sta facendo un'opera di pubblico servizio per una popolazione malamente governata".


ed ecco l'articolo originale


Public Duty and Private Vendetta
Silvio Berlusconi’s attack on an Italian newspaper is a campaign to cow dissent
Silvio Berlusconi, the Italian Prime Minister, complains that he is a victim of defamation. He has rounded on La Repubblica after the newspaper challenged him to explain his relationship with an 18-year-old aspiring model, Noemi Letizia, who addresses him as “Daddy”. According to Mr Berlusconi, this is a left-wing plot to undermine his authority.

Mr Berlusconi’s complaint is blustering nonsense. He has invited derision by his promotion as candidates in the European elections of young women whose personal glamour exceeds their political knowledge. This latest stunt has provoked his longsuffering wife to demand a divorce. The questions posed by La Repubblica — about Mr Berlusconi’s involvement in the selection of candidates, and whether he has promised to assist Ms Letizia in a political or showbusiness career — are not an intrusion into private life. They relate to Mr Berlusconi’s public roles as politician and media magnate.

Mr Berlusconi’s convoluted political dealings are muddied further by his media dominance. He controls three national television channels. His campaign against La Repubblica looks ominously like an attempt to cow dissent rather than protect a private reputation. It is especially tawdry that he has used his media position to criticise his wife, insinuating that she is mentally unstable.

These are the actions of a wealthy and powerful man who treats politics and the media as fiefdoms. Mr Berlusconi has little apparent sense of the division between private interest and public duty. His newspaper critics are performing a public service for a badly governed populace.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 1.403 secondi