Genitori medici...

Di più
10 Anni 8 Mesi fa - 10 Anni 8 Mesi fa #235443 da Arwen_
Risposta da Arwen_ al topic Re:Genitori medici...

Della mia classe del liceo in cinque abbiamo sostenuto il test d’ammissione e l’abbiamo passato tutti in tre università diverse.
Probabilità ¼ alla quinta.  Classe di geni? o di raccomandati ?

Assai verosimile la seconda.


Sulla storia dei fratelli non ti seguo, Dr Hp. Famiglia di medico uguale famiglia benestante e di cultura superiore alla media, uguale figli più intellettualmente ricettivi o almeno più avvezzi allo studio. Non è politically correct, ma è senza dubbio vero.
Sarei curioso di vedere una statistica delle percentuali di accesso ai corsi di medicina fra figli di un qualsiasi professionista diverso dal medico e fra figli di operai (che magari arrivano al test da un istituto tecnico).

La cosa è molto off topic,ma mi sento di scriverla ugualmente.
Cosa c'azzecca l'istituto tecnico  0.(?
Vorrei ricordare che i tecnici non sono professionali,sono scuole i cui programmi affrontano ampiamente le materie del test,solo vengono tolti latino e filosofia a favore di materie più specialistiche,ma non meno impegnative.
Io frequento un istituto tecnico industriale e ho visto tantissimi ragazzi della mia scuola passare facilmente il test di medicina,ingegneria,farmacia ecc ecc....sia che fossero figli di operai,sia che fossero figli di medici e ingegneri.
Grazie a Dio scuola,internet e libri sono accessibili a tutti,e posso assicurare che anche il ragazzo di modesta famiglia ne usufruisce diventando "più avvezzo allo studio" perchè riesce ad allargare i propri orizzonti,anzi,è più stimolato a farlo o rischia di non combinare nulla nella vita,di non poter realizzare i suoi sogni perchè non ci sarà nessuno a "sostenerlo".
Al contrario,ho visto molti,ma molti figli di professionisti che non sono risultati altro che capre viziate che sentono di poter prendere in giro il ragazzo figlio di nessuno perchè non ha i quattrini e non si può permettere il giubbotto Armani.
Per finire,il fatto di voler avere in mano un diploma che conferisce un titolo lavorativo non significa avere una preparazione inferiore ai liceali.
Scusate lo sfogo,ma ho ancora davanti agli occhi l'ex preside della mia scuola che ha detto al mio migliore amico,ragazzo brillantissimo e pieno di voglia di studiare per diventare ingegnere "scusami,ma sappi che alla facolta di ingegneria tra te e mio figlio sceglieranno sempre mio figlio,per il semplice fatto che tu non daresti le sue garanzie sociali (cosa voglia dire ancora non lo so) a causa dell'ambiente da cui provieni,anche se tu dovessi risultare più preparato di lui...senza offesa" (testuali parole,eh,non credevo alle mie orecchie  :bad: :bad:)
Con questo non voglio dire che alla facoltà di ingegneria di cui si parlava accada effettivamente questo,nè tantomeno che tutti o la maggior parte dei professionisti siano così limitati,ci mancherebbe ,solo questi discorsi oramai non sono più validi nè la corrispondenza figlio di medico=più avvezzo allo studio è senza dubbio vera.


"A mio padre devo la vita,al mio maestro una vita che vale la pena di essere vissuta"-Alessandro il Grande

"La farfalla che volteggia intorno alla lampada finché non muore è più ammirevole della talpa che vive in un buio cunicolo." Kahlil Gibran
Ultima Modifica 10 Anni 8 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235463 da ari
Risposta da ari al topic Re:Genitori medici...
...già Stella, hai ragione...purtroppo, chi proviene da una famiglia economicamente più avvantaggiata (sul culturalmente più avanzata, stenderei spesso un pesante velo pietoso :sarcastic:), ha, certamente più chance a livello sociale...ma, le forti differenze sociali che una volta, davvero impedivano sia gli studi che l'affermazione di un giovane desideroso di emergere, non sono più tali da annullare gli sforzi di chi vuole fortemente realizzare le proprie aspirazioni...la possibilità poi di potersi muovere in ambito europeo ed extraeuropeo, per potersi migliorare, è garantita a chi ha capacità e determinazione...certo, si fa più fatica...da sempre, però è così... :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235472 da Spilletta
Risposta da Spilletta al topic Re:Genitori medici...
Nicola posso assicurasti che la figlia di un collega di mio padre,laureata con 110 e lode non è riuscita ad entrare in specialità,non è così semplice farsi raccomandare dai genitori,e il posto di lavoro poi?te lo danno solo xké tuo padre va a parlare col direttore della clinica?alla specialità entra chi meglio si sa muovere o chi offre di più. La mobilità in Italia non esiste,sai perchè?perché se io che son figlia di un medico se volessi fare l'avvocato ovviamente dopo la laurea dovrei andare a scrivere  le cause x un avvocato che ci metterebbe il suo nome,tutto qua. I Figli degli avvocati invece?possono laurearsi anche col minimo,tanto possono lavorare "in famiglia".
Tra l'altro nessuno sbarra la strada ai figli degli operai ma x quanto ne so molti si nascondono dietro quest'alibi x giustificare i loro insuccessi,se tuo padre non guadagna 10.000 al mese di certo non studierai ad Harvard ma puoi diventate un buon medico. Mio padre e molti chirurghi che lavorano con lui sono partiti da 0,anche a costo di lavorare e studiare allo stesso tempo. Tra l'altro bisogna eliminare wuesta concezione secondo cui i medici sono ricchi tanto quanto un calciatore o un presentatore tv, un medico prende uno stipendio(generalemente ottenuto facendosi il mazzo).

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235605 da gin992
Risposta da gin992 al topic Re:Genitori medici...

sinceramente non ne andrei molto fiero...


Perchè mai?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235643 da davy91
Risposta da davy91 al topic Re:Genitori medici...

sinceramente non ne andrei molto fiero...


Perchè mai?


Ok, tu giustam hai preferito non avere aiutini esterni...ma il fatto di averne la possibilità è molto grave. Tu non dovevi avere la possibilità di scegliere se essere avantaggiato o no rispetto agli altri.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235647 da F
Risposta da F al topic Re:Genitori medici...
Ma per favore, ho una compagna che è entrata alla grande con una mamma che fa la badante e un papà che fa l' operaio.
Ho anche un' amica figlia di medici (e papà primario di di cardiologia) che per tre volte non è riuscita a entrare e fa altro ora.
Mi pare normale che chi è figlio di medici molto spesso scelga medicina, ho due compagni che fin da piccoli al posto che stare a casa soli facevano i compiti nello studio di mamma/papà, che hanno sempre visto le visite, hanno visto il lavoro, hanno conosciuto la realtà dell' ospedale in maniera più diretta.
Come è ovvio che se tu hai il padre che recita che ti porta a teatro ti viene la passione, o se hai la mamma che tutti i giorni ha addosso una toga, specialmente se amano il proprio lavoro.
Ho un cugino avvocato, uno ingegnere e l' altro medico, i loro genitori sono ex operai che vivevano grazie all' orticello che si coltivavano dopo l' orario di lavoro, eppure sono più che "arrivati".
Mi che barba questa storia che PER FORZA se si ha mamma medico si entra a medicina e si ha la strada spianata.
Mi piecerebbe vedere cosa direte quando un giorno ci sarà vostro figlio a voler fare il medico.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 8 Mesi fa #235798 da ari
Risposta da ari al topic Re:Genitori medici...

Ma per favore, ho una compagna che è entrata alla grande con una mamma che fa la badante e un papà che fa l' operaio.
Ho anche un' amica figlia di medici (e papà primario di di cardiologia) che per tre volte non è riuscita a entrare e fa altro ora.
Mi pare normale che chi è figlio di medici molto spesso scelga medicina, ho due compagni che fin da piccoli al posto che stare a casa soli facevano i compiti nello studio di mamma/papà, che hanno sempre visto le visite, hanno visto il lavoro, hanno conosciuto la realtà dell' ospedale in maniera più diretta.
Come è ovvio che se tu hai il padre che recita che ti porta a teatro ti viene la passione, o se hai la mamma che tutti i giorni ha addosso una toga, specialmente se amano il proprio lavoro.
Ho un cugino avvocato, uno ingegnere e l' altro medico, i loro genitori sono ex operai che vivevano grazie all' orticello che si coltivavano dopo l' orario di lavoro, eppure sono più che "arrivati".
Mi che barba questa storia che PER FORZA se si ha mamma medico si entra a medicina e si ha la strada spianata.
Mi piecerebbe vedere cosa direte quando un giorno ci sarà vostro figlio a voler fare il medico.


F, il problema è delle percentuali...non che sia impossibile... :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 0.443 secondi