studi sul farmaco brand

Di più
7 Anni 8 Mesi fa #295018 da Alessio11
studi sul farmaco brand è stato creato da Alessio11
Ciao a tutti sto facendo una ricerca sulle differenze tra farmaco brand e farmaco generico.. per ora ho trovato molto interessante questi interventi video trovati sul canale Salute Domani tv.
link qui quelli (a mio avviso) più utili:
- STUDI CLINICI DI COMMERCIALIZZAZIONE DEI FARMACI GENERICI

-Differenza di efficacia tra farmaci generici e "brand"

- FARMACI GENERICI: IL FENOMENO DEL BIOCREEP



Vorrei aprire un thread a proposito: cosa ne pensate? vi fidate?
io sinceramente preferisco quelli brand.

Ciao
Alessio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 8 Mesi fa #295255 da MoonWolf
Risposta da MoonWolf al topic studi sul farmaco brand
Ne parlavo giusto ieri durante il ripasso di farmacologia con un collega... personalmente non sono contrario ai generici, sicuramente hanno permesso la discesa dei prezzi del farmaco branded, cosa che altrimenti sarebbe monopolio dell'azienda farmaceutica... d'altro canto la legislazione sui generici è un'emerita porcata... il brevetto per una molecola dura 20 anni, ma spesso gli studi per svilupparla ne durano più di 10 (oltre a costare uno sfacelo) mangiando così la maggior parte dei ricavi... se dopo solo 4-5 anni di commercio vengono aperte le possibilità ad altre aziende di copiare il risultato senza spendere nello studio la prima cosa che farà la casa farmaceutica di cui sopra sarà tagliare i costi... e indovina un po' cosa costa di più? la ricerca! Finché per guadagnare basta stare seduti ed aspettare che qualcun altro faccia gli studi la ricerca sarà sempre la prima cosa ad essere tagliata... a mio parere bisognerebbe aumentare gli anni del brevetto, oppure obbligare le aziende farmaceutiche che fanno solo generici (e ne abbiamo parecchie qui in Italia) a spendere una % del loro incassi negli studi di ricerca per i nuovi farmaci...
inoltre il fenomeno raccontato nell'ultimo video è un altro punto su cui a mio parere bisognerebbe lavorare... come giustamente viene detto il passaggio di per sé da un branded al generico non è un grosso problema (salvo sostanze con IT basso), ma il passaggio da un generico (80%) ad un generico (120%) causa fluttuazioni del principio attivo enormi, bisognerebbe ridurre drasticamente questo margine per definirli bioequivalenti... poi per carità, se devo comprare del paracetamolo pazienza se non è Tachipirina, ma Acetamol o Panadol, alla fine una variazione anche di 1/3 della biodisponibilità del principio attivo non darebbe grossi problemi, ma se dovessi aver bisogno di un antiaritmico come l'amiodarone non mi fiderei del generico...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: ThomasMancaCyanide
Tempo creazione pagina: 0.257 secondi