Medicina e Chirurgia in Romania

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192884 da Cyanide

è la verità.


Allora:

La mia perplessità deriva dal dubbio che in Romania vi sia un adeguato piano di studi, ma essendo io ignorante a riguardo non pronuncio giudizi, e dalla domanda: ma quando tornerete in Italia, vi riconosceranno la laurea?


Essendo ora la Romania parte dell'Unione Europea, penso di si. Conosco anche molta altra gente che fa così. Ma non ne sono completamente sicuro.

Noi italiani andiamo in Romania a studiare solo per aggirare il test di ammissione?


Vorrei vedere chiunque dopo il terzo tentativo fallito.

Al di la delle critiche,io avrei fatto la stessa cosa!Al quarto tentativo rientrerò forse nei ripescaggi (ammetto che è colpa mia che il giorno del test probabilmente dormivo visto le cazzate che ho combinato!).Io però avrei preferito altri posti.

Vabbè ma io capisco il punto di vista di FrancescoDavide e altri come lui. Ho visto che il test per come è strutturato ha tagliato fuori tanti bravi studenti che si sono preparati tutta l'estate e piu' , gente che magari non può permettersi di aspettare un anno e dovrà cambiare strada per sempre.
Per il resto studiare in Francia non è neanche facile... e la strada della Romania è sicuramente una scorciatoia , ma posso anche capire come la pensa chi è la 2°/3° volta che non si passa... La colpa non è di chi cerca una strada piu' semplice ,ma di tutto il sistema.
Comunque so che in Romania esistono queste università europee riconosciute, ma non sono sicura che costi così poco come dici. Inoltre diffida da queste agenzie, anche se è difficile meglio fare le cose da soli, non sai mai in che modo potrebbero volerti fregare...

se hai la possibilità fai le valigie e parti domani!!!
hai il mi appoggio morale.



Dunque siete quattro che lo sostenete, io che gli dico che la sua idea è interessante, ma mi mantengo sul perplesso perchè ci sono domande che mi pongo, gaudio che critica. Giusto per essere chiari, a me non sembra che sia poi stato così tanto criticato. Facciamo un po' di attenzione e cerchiamo di non vedere solo ciò che ci piace vedere.

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192885 da stonice
peace&love
e libertà!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192886 da gaudio
Bene, che mi si risponda argomentando a una provocazione.
D'altronde non era una provocazione fine a se stessa, avevo un fondo di verità.
Ribadisco: se uno ha delle argomentazioni le espone, altrimenti
o attacca
o fa la vittima

praticamente invece di essere aiutato e sostenuto,sei stato ampiamente criticato...


no. è stato criticato da una sola persona.
Come mai invece percepite tutta questa aggressione?
Eppure tutti lo appoggiate, o meglio, coloro che più o meno sono nella sua situazione.
Bene, io vi dico: NON VI ARRENDETE, NON MOLLATE. MAI. NON CERCATE SCORCIATOIE, NON CERCATE LA VIA PIù FACILE. LOTTATE FINO IN FONDO.
SE PENSATE CHE IL TEST SIA INGIUSTO, ANDATE IN FRANCIA. Lì NON C'è IL TEST, MA DOVETE LETTERALMENTE ROMPERVI IL CULO PER PASSARE IL PRIMO ANNO. LO TROVATE PIù GIUSTO DEL TEST? BENE, ANDATE Là-

MA VI PREGO, PER FAVORE, NON CRITICATE IL TEST E POI APPOGGIATE CHI DECIDE DI FARE UN TEST PIù FACILE.

Forse quando si è "dentro" si tende a dimenticarlo.


Ancora con questa storia. Theli, sai bene che non è così. Anche se usi l'impersonale, il riferimento è preciso. Tu sai bene come la penso.

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192890 da Theli
@ Cyanide, avrei giurato che ti saresti messa a contare (e quotare) quanti hanno dato il loro sostengo. Va anche detto però che conta il modo di chi ha sostenuto e di chi ha criticato.

Tu stessa hai detto all'utente di non usare scuse (quali orfano et simila) per zittire le critiche altrui. Considerando che non è stata fatta una critica in quel caso, a me non pare che l'utente abbia detto certe cose personali per zittire, ma anche per far intendere che la scelta non è una cosa semplice e non credo lo sarebbe per chiunque, anche per chi non ha problemi economici. E non credo che tutti abbiano un conto in banca da poter dire "Ma si, oggi mi girano le p**** di andare a fare medicina all'estero" (e comprendo come debba essersi sentito a leggere una "critica" del genere, che poteva benissimo essere formulata in altri modi).

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.

@ Gaudio, lasciando perdere il fatto che non si usano le maiuscole:

Eppure tutti lo appoggiate, o meglio, coloro che più o meno sono nella sua situazione.
Bene, io vi dico: NON VI ARRENDETE, NON MOLLATE. MAI. NON CERCATE SCORCIATOIE, NON CERCATE LA VIA PIù FACILE. LOTTATE FINO IN FONDO.


Si, per poi prenderlo in questo posto 2, 3, 4 (o anche 5) volte senza concludere nulla. Ma per piacere, se non è chiaro, il test è una farsa, e dato che sappiamo bene tutti come un anno o due può impedire dopo anche accessi alla specialità, non è una cosa da poco perdere un anno o di più. E cercare altri mezzi (leciti) non è scappare.

SE PENSATE CHE IL TEST SIA INGIUSTO, ANDATE IN FRANCIA. Lì NON C'è IL TEST, MA DOVETE LETTERALMENTE ROMPERVI IL CULO PER PASSARE IL PRIMO ANNO. LO TROVATE PIù GIUSTO DEL TEST? BENE, ANDATE Là-


Almeno lì entrano tutti, ed è dentro che si vede chi ha la passione, la grinta di farsi il culo. A tutti viene concessa la possibilità di entrare e di dimostrare quanto ognuno tiene al suo futuro e al suo sogno e non spezzano le ali in modo insensato prima dell'inizio. E io lo trovo (anche se ci può essere qualche altra pecca in questo sistema) più giusto del test.

MA VI PREGO, PER FAVORE, NON CRITICATE IL TEST E POI APPOGGIATE CHI DECIDE DI FARE UN TEST PIù FACILE.


Non so com'è il test in Romania, ma "questo test" (in Italia) mi sembra assurdo e lo critico finchè voglio, finchè metà del test si basa su conoscenze non scientifiche e prettamente insensate, al solo scopo di sfoltire la moltitudine con l'arroganza di selezionare chi è adatto a frequentare una facoltà di medicina.

Forse quando si è "dentro" si tende a dimenticarlo.


Ancora con questa storia. Theli, sai bene che non è così. Anche se usi l'impersonale, il riferimento è preciso. Tu sai bene come la penso.


Non mi riferivo a te. Conosco dozzine di persone che una volta "dentro" hanno dimenticato com'è l'ansia del test, l'insicurezza di non entrare e di vedere sfumato (per un anno o forse di più) il "tutto". E chissà perchè, quando erano fuori erano "da questa parte della barricata", anche loro a dire che il test è una buffonata etcetera, mentre ora che sono dentro se ne fregano dicendo "Studiate a tutti i  costi" quando ormai lo studio non è più sufficiente (alcuni, addirittura, si dicono ora favorevoli ai test di ammissione e alla "loro" cultura generale).




"In ogni caso, veniamo dal nulla e andiamo nel nulla, e non c'è nulla di cui preoccuparsi" (Peter Wessel Zapffe)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192892 da gaudio

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.


forse perchè abbiamo uno sguardo (giustamente) più obiettivo al riguardo e perchè voi siete (giustamente) incazzati neri per non esser passati.

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    Eppure tutti lo appoggiate, o meglio, coloro che più o meno sono nella sua situazione.
    Bene, io vi dico: NON VI ARRENDETE, NON MOLLATE. MAI. NON CERCATE SCORCIATOIE, NON CERCATE LA VIA PIù FACILE. LOTTATE FINO IN FONDO.


Si, per poi prenderlo in questo posto 2, 3, 4 (o anche 5) volte senza concludere nulla. Ma per piacere, se non è chiaro, il test è una farsa, e dato che sappiamo bene tutti come un anno o due può impedire dopo anche accessi alla specialità, non è una cosa da poco perdere un anno o di più. E cercare altri mezzi (leciti) non è scappare.


ok. Per me va bene pensare di andare fuori dall'Italia, ti sei risposto tu:

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    SE PENSATE CHE IL TEST SIA INGIUSTO, ANDATE IN FRANCIA. Lì NON C'è IL TEST, MA DOVETE LETTERALMENTE ROMPERVI IL CULO PER PASSARE IL PRIMO ANNO. LO TROVATE PIù GIUSTO DEL TEST? BENE, ANDATE Là-


Almeno lì entrano tutti, ed è dentro che si vede chi ha la passione, la grinta di farsi il culo. A tutti viene concessa la possibilità di entrare e di dimostrare quanto ognuno tiene al suo futuro e al suo sogno e non spezzano le ali in modo insensato prima dell'inizio. E io lo trovo (anche se ci può essere qualche altra pecca in questo sistema) più giusto del test.


che poi tra l'altro io credo che un sistema del genere in Italia sia un'idiozia, ma se lo preferite, bene, andate.

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    MA VI PREGO, PER FAVORE, NON CRITICATE IL TEST E POI APPOGGIATE CHI DECIDE DI FARE UN TEST PIù FACILE.


Non so com'è il test in Romania,


l'ha detto l'utente com'è il test in Romania: più semplice.

E dunque torniamo a quello che dicevo io: prima si critica il test, poi si va dove è più semplice.
Perchè invece non andare dove il test non c'è, ma tutto il resto è ai limiti dell'impossibile?
Allora si che meriterebbe stima.

quando erano fuori erano "da questa parte della barricata", anche loro a dire che il test è una buffonata etcetera, mentre ora che sono dentro se ne fregano dicendo "Studiate a tutti i  costi" quando ormai lo studio non è più sufficiente (alcuni, addirittura, si dicono ora favorevoli ai test di ammissione e alla "loro" cultura generale).


beh, questo è il mio ritratto, fuorchè il fatto che io ero favorevole al test anche quando lo dovevo fare. Ma è un'altra storia. Sinceramente non mi sembra il caso di tirare fuori le mie ragioni nè del perchè sono favorevole al test, nè del perchè sono favorevole alla cultura generale.
Anche perchè, ripeto, siete giustamente tutti incazzati, e sarebbe controproducente.

Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine". (Paolo di Tarso)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192895 da Theli

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.


forse perchè abbiamo uno sguardo (giustamente) più obiettivo al riguardo e perchè voi siete (giustamente) incazzati neri per non esser passati.


Significa che finchè non sono dentro non posso avere uno sguardo obiettivo sulla faccenda "test" (nonostante tutte le argomentazioni di questo mondo) o significa che la posizione giusta è quella "favorevole"?

che poi tra l'altro io credo che un sistema del genere in Italia sia un'idiozia, ma se lo preferite, bene, andate.


Sarebbe una idiozia perchè non ci sono i posti dove tenere tutti gli studenti, e questo per una serie di ragioni, ovvero: mancanza di strutture dovute al poco investimento di fondi, il fatto che medicina sia la "moda" (non negatelo) e allora tutti in massa a provare et cetera. E se ne avessi la possibilità, andrei via stasera stessa.

l'ha detto l'utente com'è il test in Romania: più semplice.

E dunque torniamo a quello che dicevo io: prima si critica il test, poi si va dove è più semplice.
Perchè invece non andare dove il test non c'è, ma tutto il resto è ai limiti dell'impossibile?
Allora si che meriterebbe stima


Ci andrei molto più che volentieri, ma non faccio Rockfeller di cognome (e questo vale per tutti, si decide anche in base alla situazione economica, purtroppo).

beh, questo è il mio ritratto, fuorchè il fatto che io ero favorevole al test anche quando lo dovevo fare. Ma è un'altra storia. Sinceramente non mi sembra il caso di tirare fuori le mie ragioni nè del perchè sono favorevole al test, nè del perchè sono favorevole alla cultura generale.
Anche perchè, ripeto, siete giustamente tutti incazzati, e sarebbe controproducente.


Non ti ho chiesto le ragioni, non voglio farlo e, ripeto, non mi riferivo a te. Se eri favorevole al test anche quando dovevi farlo, allora non posso dirti niente. Ma una cosa: anche se sono (giustamente o no) incazzato, sono comunque in grado di esporre i miei pensieri e le mie argomentazioni con la calma e la "netiquette" necessaria (e non intendo dire che qualcuno abbia affermato il contrario, semplicemente sto facendo una affermazione).

Ad ogni modo, se sono riuscito a chiarire, chiederei di tornare On Topic.

"In ogni caso, veniamo dal nulla e andiamo nel nulla, e non c'è nulla di cui preoccuparsi" (Peter Wessel Zapffe)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192897 da Cloverfield

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.


forse perchè abbiamo uno sguardo (giustamente) più obiettivo al riguardo e perchè voi siete (giustamente) incazzati neri per non esser passati.

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    Eppure tutti lo appoggiate, o meglio, coloro che più o meno sono nella sua situazione.
    Bene, io vi dico: NON VI ARRENDETE, NON MOLLATE. MAI. NON CERCATE SCORCIATOIE, NON CERCATE LA VIA PIù FACILE. LOTTATE FINO IN FONDO.


Si, per poi prenderlo in questo posto 2, 3, 4 (o anche 5) volte senza concludere nulla. Ma per piacere, se non è chiaro, il test è una farsa, e dato che sappiamo bene tutti come un anno o due può impedire dopo anche accessi alla specialità, non è una cosa da poco perdere un anno o di più. E cercare altri mezzi (leciti) non è scappare.


ok. Per me va bene pensare di andare fuori dall'Italia, ti sei risposto tu:

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    SE PENSATE CHE IL TEST SIA INGIUSTO, ANDATE IN FRANCIA. Lì NON C'è IL TEST, MA DOVETE LETTERALMENTE ROMPERVI IL CULO PER PASSARE IL PRIMO ANNO. LO TROVATE PIù GIUSTO DEL TEST? BENE, ANDATE Là-


Almeno lì entrano tutti, ed è dentro che si vede chi ha la passione, la grinta di farsi il culo. A tutti viene concessa la possibilità di entrare e di dimostrare quanto ognuno tiene al suo futuro e al suo sogno e non spezzano le ali in modo insensato prima dell'inizio. E io lo trovo (anche se ci può essere qualche altra pecca in questo sistema) più giusto del test.


che poi tra l'altro io credo che un sistema del genere in Italia sia un'idiozia, ma se lo preferite, bene, andate.

Citazione di: gaudio - Oggi alle 14:00:37

    MA VI PREGO, PER FAVORE, NON CRITICATE IL TEST E POI APPOGGIATE CHI DECIDE DI FARE UN TEST PIù FACILE.


Non so com'è il test in Romania,


l'ha detto l'utente com'è il test in Romania: più semplice.

E dunque torniamo a quello che dicevo io: prima si critica il test, poi si va dove è più semplice.
Perchè invece non andare dove il test non c'è, ma tutto il resto è ai limiti dell'impossibile?
Allora si che meriterebbe stima.

quando erano fuori erano "da questa parte della barricata", anche loro a dire che il test è una buffonata etcetera, mentre ora che sono dentro se ne fregano dicendo "Studiate a tutti i  costi" quando ormai lo studio non è più sufficiente (alcuni, addirittura, si dicono ora favorevoli ai test di ammissione e alla "loro" cultura generale).


beh, questo è il mio ritratto, fuorchè il fatto che io ero favorevole al test anche quando lo dovevo fare. Ma è un'altra storia. Sinceramente non mi sembra il caso di tirare fuori le mie ragioni nè del perchè sono favorevole al test, nè del perchè sono favorevole alla cultura generale.
Anche perchè, ripeto, siete giustamente tutti incazzati, e sarebbe controproducente.


Bravo, Gaudio, sono perfettamente d'accordo con te.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192898 da DrHP
Secondo me occorre essere onesti e non portare sul piano etico delle questioni prettamente economiche.
La Romania è un paese povero che tra le numerose opportunità che vede con l'ingresso nella comunità europea ha quella di far studiare degli stranieri ricchi (quantomeno, più ricchi della media dei romeni) che per varie ragioni non trovano accoglimento nel sistema formativo in patria.
In un contesto del genere ritengo molto più facile che si possano passare esami allungando qualche centone in Romania piuttosto che in Italia, dove le raccomandazioni esistono ben oltre l'1%, anche se la maggior parte degli studenti non è raccomandata e ci mette l'anima.
Oltrettutto le università romene staranno ben attente a non tagliarsi una fonte di facile reddito, ricreando di fatto la situazione -ben nota- di molte scuole private italiane note come "diplomifici"

Ciò detto:
-Non sono convinto che tutte le università italiane accettino un trasferimento da un'università rumena (è già abbastanza complesso da univ italiana a univ italiana);
-anche se lo accettano, non so quanti/quali esami possano essere riconosciuti
-Il livello di preparazione della romania è probabilmente buono ma attenzione perché certamente il concetto di "malattia" è diverso e quindi puoi avere un'idea differente di quello di cui il medico è chiamato ad occuparsi.
-ammesso che ti laurei là, non conterei su gran credito della laurea romena per essere assunto qui in italia al di fuori di concorsi pubblici;
-la vita in un paese più arretrato rispetto al nostro può anche essere migliore sotto alcuni profili e tanta gente che se ne va non torna indietro: questo dipende dalle radici che hai e da come sei fatto come persona.
-di certo se resti in romania e fai il medico non diventi ricco in assoluto, probabilmente da medico in romania puoi diventare discretamente più benestante del romeno medio.

Sul test/non test è già stato detto tutto.
Non lede in alcun modo il diritto allo studio, una selezione è necessaria perché la scuola superiore non seleziona più e non è affatto vero che uno possa diventare ingegnere senza fare test: a molte facoltà di ingegneria, economia e commercio et similia si accede solo tramite test.

Se sei così convinto della tua scelta non capisco a cosa ti servano dei compagni. Vai, colpisci e facci sapere com'è.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192913 da StellaDanzante

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.


forse perchè abbiamo uno sguardo (giustamente) più obiettivo al riguardo e perchè voi siete (giustamente) incazzati neri per non esser passati.


Io sono entrata e sono felicissima di ciò, ma sono fresca di test e ho visto di tutto. Chi ha scopiazzato dal compagno di banco e ce l'ha fatta, chi ha studiato come un matto e non è riuscito, sia per l'angoscia, sia per le domande ambigue, restando fuori per pochissimo magari. Basta pensare che per entrare all'Aquila ci volevano 37 punti , mentre per Milano 48, sono dei problemi tecnici insormontabili soprattutto per chi non può permettersi di aspettare neanche un anno. La selezione deve esserci , ma che almeno sia coerente e realmente meritocratica. Quindi comprendo perfettamente il punto di vista di chi in qualche modo cerca una scappatoia, ovvio che se uno fa 35punti fisso per 3 anni forse non ha le capacità di base necessarie.
Un altro discorso è andare in Romania con l'intenzione di comprarsi la laurea , ma non mi sembra questo il caso.
Comunque in Francia ,da quanto ne sò, oltre al percorso di studi piu' faticoso , c'è anche il test, come in tutta Europa,ma almeno lì c'è una graduatoria nazionale...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 4 Mesi fa #192917 da Cyanide

@ Cyanide, avrei giurato che ti saresti messa a contare (e quotare) quanti hanno dato il loro sostengo. Va anche detto però che conta il modo di chi ha sostenuto e di chi ha criticato.

Mi pare ovvio che l'avrei fatto, se si continua a sostenere e ribadire che FrancescoDavide ha ottenuto solo critiche quando piuttosto ho visto molto sostegno ed una sola critica. Se non è vero lo faccio notare, se ancora non è chiaro e si continua a dichiarare il contrario, porto le prove. Mi sembra banale.  :wink:

Tu stessa hai detto all'utente di non usare scuse (quali orfano et simila) per zittire le critiche altrui.

Questo l'ho detto perchè rispondere ad una provocazione, invece che argomentando le proprie idee, accaparrando di queste giustificazioni, gli fa perdere molti punti.

Considerando che non è stata fatta una critica in quel caso, a me non pare che l'utente abbia detto certe cose personali per zittire, ma anche per far intendere che la scelta non è una cosa semplice e non credo lo sarebbe per chiunque, anche per chi non ha problemi economici. E non credo che tutti abbiano un conto in banca da poter dire "Ma si, oggi mi girano le p**** di andare a fare medicina all'estero"

Ma certo, ti dò ragione. Il fatto è che avrebbe potuto esprimersi diversamente, so che mi ripeto, ma argomentando le sue ragioni che non dubito che siano valide (ad esempio questa da te detta è già una buona ragione), con un minimo di pacatezza, dimostrando sicurezza nella sua decisione. Invece è parso avere la coda di paglia, con quell'intervento. Tutto qua. Nell'intervento successivo è stato molto più pacato e tranquillo e ha fatto bene.

(e comprendo come debba essersi sentito a leggere una "critica" del genere, che poteva benissimo essere formulata in altri modi).

Concordo. Ci si può sempre calmare e ragionare prima di premere invio. E questo vale per tutti e in questo caso, sia dall'una che dall'altra parte.

Faccio presente anche che il "sostegno" è partito proprio da coloro che quest'anno hanno sostenuto un test (chi è passato, chi no e chi attende una speranza nei ripescaggi) mentre (per ora) non ho visto sostegni da chi è già dentro da un anno o due.

Semplicemente perchè continuo ad avere perplessità di tipo pratico non risolte. Me ne sono state chiarite alcune, mi rimangono: il piano di studi? quanto riconoscono in Italia ciò che tu hai fatto in Romania? come riconoscono in Italia lauree prese in Romania? sarà agevole cercare lavoro in Italia con una laurea presa in Romania? come svolgono i corsi e gli esami lì? Sarà tollerabile vivere lì? Ed infine, questa agenzia sarà affidabile o sarà una delle solite organizzazioni per sfruttare studenti delusi?
Non è poi così una passeggiata, a parere mio. Ma se lui è convinto, l'ho detto e ridetto, vada e ci faccia sapere com'è. Se poi qualcuno vorrà togliermi anche qualcuno di questi dubbi che ancora ho, allora forse potrò dargli il mio appoggio. Ma alla fine, se lui è convilto al 100% non ha bisogno del nostro appoggio nè sarà spaventato da alcuna critica.

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: pablito pablito
Tempo creazione pagina: 0.507 secondi