abilitarsi in USA

Di più
9 Anni 9 Mesi fa #239287 da pablito pablito
Risposta da pablito pablito al topic Re:abilitarsi in USA
La cosa che conta di piu' e' superare gli esami con degli scores competitivi e al primo tentativo.

Senza questa condizione di base puoi aver fatto tutte le esperienze cliniche e observership del mondo, ma non ti chiamera' nessuno per una intervista.

Le obervership o delle opportunita' in ricerca si riescono a trovare, bisogna solo spendere del tempo a cercarle.

@ Albe89 La divisione e' internal medicine, poi dentro Internal medicine possono esserci altre subspecialita'.

Never give up!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 9 Mesi fa #239291 da albe89
Risposta da albe89 al topic Re:abilitarsi in USA

Nel frattempo mi è arrivata la prima risposta: un professore molto gentile della USCF che mi fa sapere che non ha un programma di shadow, ma ha inoltrato la mia mail alla coordinatrice del progetto Clerkship. Speriamo bene, vi tengo aggiornati.

Per pablito: tu se non ricordo male hai un posto come ricercatore. Di fatto che tipo di attività clinica fai?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 6 Mesi fa #247154 da sermax2003
Risposta da sermax2003 al topic Re:abilitarsi in USA
...Cia Pablito, innanzitutto grazie per aver condiviso il tuo "sapere". Grazie a te ho finalmente scoperto molto più di quanto sia riuscito a scoprire negli ultimi 12 mesi attraverso i canali ufficiali! Sto concludendo il I anno di specializzazione in Anatomia Patologica e vorrei poter concludere il ciclo di studi (almeno l'ultimo anno) negli States.
Dopo aver letto tutti i post, ho bisogno di chiederti:
- per la traduzione del diploma di laurea e il transcript degli esami, dove trovo a ROMA un traduttore iscritto all'ATA???? Ho fatto varie ricerche su internet (anche dall'elenco del sito ecfmg) ma con scarso successo. Sono tutti in America! In Italia risultano alcuni docenti di UNIROMA3 iscritti all'ATA...ma sono docenti universitari...non credo che facciano anche traduttori a paghamento a tempo perso... (forse)
- una volta iscritto all'USMLE, per sostenere i primi 2 step, per farli in Italia, dovrei sostenerli tramite la PROMETRIC E ISCRIVERMI. GIUSTO??
una volta superati step 1 e 2, per accedere alla scuola di SPECIALIZZAZIONE in USA, come cavolo si fa????
qual'è la prima cosa da fare????
considerato che sono al I anno di specializzazione, quando sarebbe meglio iniziare??? al II? al III???
ti ringrazio in anticipo per le informazioni che potrai darmi...e sicuramente mi rivolgerò ancora a te per sapere come fare per andare avanti con tutto ilprocedimento... lo veod parecchio impegnativo. Ma non mollo! Voglio andare negli USA e ci andrò. Costi quel costi!
Grazie ancora Pablito

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 6 Mesi fa - 9 Anni 5 Mesi fa #248714 da Brembo
Risposta da Brembo al topic Re:abilitarsi in USA
Ciao a tutti,
sono uno studente del primo anno di medicina e anche io sono attirato dalla possibilità di specializzarmi negli USA.

Ho letto tutti i post precedenti e ho visto che ci sono altri ragazzi che come me si vorrebbero avventurare in questa esperienza, se volete ci sono anche io per scambiarci i contatti via MP! :D

P.S. Grazie mille pablito per le utilissime informazioni che ci hai già fornito! :)
Ultima Modifica 9 Anni 5 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 5 Mesi fa #249355 da 058986848349232203
Ciao a tutti !
sono anch'io molto interessato a specializzarmi all'estero.
In questa discussione ho capito molte cose sulla specializzazione negli Usa ma me ne restano ancora altrettante da chiarire. Eviterò per ora di assillarvi con le domande sui vari step e sui vari termini che non mi sono chiari, e mi limiterò a fare delle domande più sostanziali:
Ovvero quali sono i vantaggi concreti di specializzarsi (per poi continuarci a lavorare) negli Usa? Intendo vantaggi dal punto di vista dell'esperienza ( mi riferisco soprattutto al settore della chirurgia che è quello che mi interessa di più) , del guadagno e della possibilità di far carriera? Inoltre questi vantaggi che sicuramente saranno evidenti rispetto all' Italia lo sono anche rispetto all' Inghilterra? ( Nel senso perchè andare negli Usa quando c'è l' Inghilterra molto più a portata di mano e che fa molta meno fatica a riconoscere la laurea italiana?)
Inoltre come funziona se uno vuole specializzarsi in Italia e nell'ambito degli anni dei 5-6 anni della specializzazione ne vuole passare qualcuno negli Usa, deve fare sempre tutta questa procedura complessa o  è più semplice? E ti fanno fare esperienza anche in quel caso o ti fanno solo stare a guardare visto che non riconoscono né laurea né abilitazione? E' sempre possibile farlo o solo alcune università convenzionate prevedono la possibilità di fare qualche anno all'estero?

Sarei molto grato a qualcuno che possa risolvermi intanto questi dubbi, e anche a chi mi tenga aggiornato per mp su questo argomento!  :drinks:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 8 Mesi fa #280647 da gcarlo1992
Risposta da gcarlo1992 al topic Re:abilitarsi in USA
ragazzi il topic è stato molto chiaro su tutti gli aspetti del percorso da intraprendere meno che uno: che punteggi bisogna ottenere ai vari step per poter essere ammessi alle grandi scuole di specializzazione? penso ad Harvard, stanford ecc?? perchè sec me è un punto importante su cui riflettere.. se uno se ne deve andare fuori a studiare bisogna che si faccia un vero salto di qualità, nn pensate?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #281458 da albe89
Risposta da albe89 al topic Re:abilitarsi in USA

ragazzi il topic è stato molto chiaro su tutti gli aspetti del percorso da intraprendere meno che uno: che punteggi bisogna ottenere ai vari step per poter essere ammessi alle grandi scuole di specializzazione? penso ad Harvard, stanford ecc?? perchè sec me è un punto importante su cui riflettere.. se uno se ne deve andare fuori a studiare bisogna che si faccia un vero salto di qualità, nn pensate?


Entrare direttamente ad Harvard, Stanford etc. da IMG (international medical graduate) è pressochè impossibile se non hai agganci particolari (parlo di merito, non di raccomandazioni). Con il massimo dei voti negli Step si può aspirare ad una residency in uno university hospital in specialità easy come Neurology, Internal Medicine, FM. Già nelle branche chirurgiche gli stranieri non abbondano, per non parlare di specialità supercompetitive come Radiology, Dermatology e Ortho.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #281463 da Paradise92
Risposta da Paradise92 al topic Re:abilitarsi in USA

ragazzi il topic è stato molto chiaro su tutti gli aspetti del percorso da intraprendere meno che uno: che punteggi bisogna ottenere ai vari step per poter essere ammessi alle grandi scuole di specializzazione? penso ad Harvard, stanford ecc?? perchè sec me è un punto importante su cui riflettere.. se uno se ne deve andare fuori a studiare bisogna che si faccia un vero salto di qualità, nn pensate?


Entrare direttamente ad Harvard, Stanford etc. da IMG (international medical graduate) è pressochè impossibile se non hai agganci particolari (parlo di merito, non di raccomandazioni). Con il massimo dei voti negli Step si può aspirare ad una residency in uno university hospital in specialità easy come Neurology, Internal Medicine, FM. Già nelle branche chirurgiche gli stranieri non abbondano, per non parlare di specialità supercompetitive come Radiology, Dermatology e Ortho.


Quando parli di specialità easy, e in particolare Internal Medicine, comprendi anche la specialistica in malattie infettive?

Non ho capito una cosa, e mi scuso se è già stata chiarita in precedenza : per andare in USA (non parlo di facoltà irraggiungibili come Harvard o simili) si devono avere particolari requisiti?
Tipo un voto di laurea alto?
Oppure l'accesso è strutturato a concorso pubblico, tipo test?

Studente di Medicina & Chirurgia in Romania.
Se avete bisogno di informazioni per intraprendere questa strada non esitate a contattatemi.
Mia e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #281502 da albe89
Risposta da albe89 al topic Re:abilitarsi in USA

ragazzi il topic è stato molto chiaro su tutti gli aspetti del percorso da intraprendere meno che uno: che punteggi bisogna ottenere ai vari step per poter essere ammessi alle grandi scuole di specializzazione? penso ad Harvard, stanford ecc?? perchè sec me è un punto importante su cui riflettere.. se uno se ne deve andare fuori a studiare bisogna che si faccia un vero salto di qualità, nn pensate?


Entrare direttamente ad Harvard, Stanford etc. da IMG (international medical graduate) è pressochè impossibile se non hai agganci particolari (parlo di merito, non di raccomandazioni). Con il massimo dei voti negli Step si può aspirare ad una residency in uno university hospital in specialità easy come Neurology, Internal Medicine, FM. Già nelle branche chirurgiche gli stranieri non abbondano, per non parlare di specialità supercompetitive come Radiology, Dermatology e Ortho.


Quando parli di specialità easy, e in particolare Internal Medicine, comprendi anche la specialistica in malattie infettive?

Non ho capito una cosa, e mi scuso se è già stata chiarita in precedenza : per andare in USA (non parlo di facoltà irraggiungibili come Harvard o simili) si devono avere particolari requisiti?
Tipo un voto di laurea alto?
Oppure l'accesso è strutturato a concorso pubblico, tipo test?


Internal medicine è la residency tramite il quale passa chiunque voglia fare una specialità internistica, poi l'ulteriore specializzazione avviene mediante fellowship. Che io sappia, le più competitive sono Gastro e Cardio, non ho idea di Infettive.
Del voto di laurea italiano se ne fregano altamente. Servono voti alti agli Step Usmle, lettere di raccomandazione fatte da medici americani che ti guadagni facendo esperienza clinica ed secondariamente pubblicazioni. L'accesso è tramite un sistema di match fra le preferenze dei candidati e dei vari ospedali.


Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 7 Mesi fa #281503 da Paradise92
Risposta da Paradise92 al topic Re:abilitarsi in USA

ragazzi il topic è stato molto chiaro su tutti gli aspetti del percorso da intraprendere meno che uno: che punteggi bisogna ottenere ai vari step per poter essere ammessi alle grandi scuole di specializzazione? penso ad Harvard, stanford ecc?? perchè sec me è un punto importante su cui riflettere.. se uno se ne deve andare fuori a studiare bisogna che si faccia un vero salto di qualità, nn pensate?


Entrare direttamente ad Harvard, Stanford etc. da IMG (international medical graduate) è pressochè impossibile se non hai agganci particolari (parlo di merito, non di raccomandazioni). Con il massimo dei voti negli Step si può aspirare ad una residency in uno university hospital in specialità easy come Neurology, Internal Medicine, FM. Già nelle branche chirurgiche gli stranieri non abbondano, per non parlare di specialità supercompetitive come Radiology, Dermatology e Ortho.


Quando parli di specialità easy, e in particolare Internal Medicine, comprendi anche la specialistica in malattie infettive?

Non ho capito una cosa, e mi scuso se è già stata chiarita in precedenza : per andare in USA (non parlo di facoltà irraggiungibili come Harvard o simili) si devono avere particolari requisiti?
Tipo un voto di laurea alto?
Oppure l'accesso è strutturato a concorso pubblico, tipo test?


Internal medicine è la residency tramite il quale passa chiunque voglia fare una specialità internistica, poi l'ulteriore specializzazione avviene mediante fellowship. Che io sappia, le più competitive sono Gastro e Cardio, non ho idea di Infettive.
Del voto di laurea italiano se ne fregano altamente. Servono voti alti agli Step Usmle, lettere di raccomandazione fatte da medici americani che ti guadagni facendo esperienza clinica ed secondariamente pubblicazioni. L'accesso è tramite un sistema di match fra le preferenze dei candidati e dei vari ospedali.


Capisco. Quindi una persona che si reca ogni anno a fare esperienza in USA avrà maggiori probabilità di riuscire ad entrare (per via delle lettere di raccomandazione) ?
Mentre per le pubblicazioni, puoi darmi qualche informazione in più? Sono al primo anno e non ho idea ne di come si facciano, ne del mondo che si usi per farle pubblicare.

Grazie

Studente di Medicina & Chirurgia in Romania.
Se avete bisogno di informazioni per intraprendere questa strada non esitate a contattatemi.
Mia e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: pablito pablito
Tempo creazione pagina: 0.463 secondi