Medicina....per passione o per soldi?

Di più
13 Anni 2 giorni fa #173176 da Sandstorm89
Avendo letto nel forum a proposito della possibile privatizzazione di alcuni ospedali del sud , ho voluto riprendere uno dei discorsi più gettonati degli utimi anni... secondo voi ( sebbene io abbia un mio parere al riguardo)può l\'aspirazione al guadagno da sola spingere uno studente ad intraprendere una carriera medica?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 2 giorni fa #173177 da valyna
Sandstorm89 ha scritto:

può l\'aspirazione al guadagno da sola spingere uno studente ad intraprendere una carriera medica?

ci sono molti altri lavori mooolto più remunerativi del medico. Se vuoi far soldi aguzzi fantasia e ingegno, non ti metti a studiare medicina sapendo che devi studiare per 6 anni e oltre. A meno che non sei proprio imbecille....anche perchè studiare medicina fa spendere parecchi soldini, quindi ammesso che il medico faccia i soldi, ne dovrà vedere passare di acqua sotto i ponti prima di navigare nell\'oro!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 2 giorni fa #173178 da xanax
si.per laurearsi in medicina basta studiare, e se uno ambisce ad uno stipendio che permette di campare discretamente, perchè no.ma diavolo,essere un medico..beh, no, è tutt\'altro.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173183 da Leizer
valyna ha scritto:

ci sono molti altri lavori mooolto più remunerativi del medico. Se vuoi far soldi aguzzi fantasia e ingegno, non ti metti a studiare medicina sapendo che devi studiare per 6 anni e oltre. A meno che non sei proprio imbecille....anche perchè studiare medicina fa spendere parecchi soldini, quindi ammesso che il medico faccia i soldi, ne dovrà vedere passare di acqua sotto i ponti prima di navigare nell\'oro!

Oltretutto perchè scegliere proprio il mestiere di medico che è un lavoro a tempo pieno e di alta responabilità che lascia poco tempo alla famiglia...C\'è decisamente di meglio se uno vuol far soldi, la medicina è una missione.

Eppur si muove

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173184 da LudeMa
Se ragioniamo in termini cinici diciamo che la valutazione cambia anche a seconda della geografia....al Sud l\'unica facoltà che garantisce lavoro e sicurezza economica è proprio questa, di avvocati in più non ne servono a meno che uno non sia figlio di un \"pezzo\" grosso, ingegneri e architetti sono completamente inutili già adesso dato che qui non si costruiscono infrastrutture da sessant\'anni e chi lavora lo fa perchè agganciato all\'assessore di turno del comune, chi fa economia più del commercialista non può fare e se non ha un buon giro di conoscenze si muore di fame, con lettere si fa il precario per quarant\'anni in sedi disagiate ma questo un pò dovunque, tutte le facoltà di comunicazione, lingue e multimedialità sono inutili perchè non c\'è impresa e libero scambio.....Invece chi spaccia droga può prendere anche 30000 euro al mese e girare col porshe...Per fare il medico oggi devi avere già un bel pò di soldi da buttare, anche perchè al meridione studiare vuol dire togliere braccia al lavoro e alla famiglia...contare di spendere tra tasse e libri un sacco di soldi l\'anno per passare dieci ore al giorno tra lezioni e studio per dieci anni della tua vita....Se ti beccano a spacciare ti fai un mese di carcere e due anni di servizi sociali e poi scappi dalla struttura appena si girano...se fai il medico anche il primo zappaterra può contestare quello che dici e mandare a puttane i tuoi anni di studio...se sbagli iniziano i processi morali, quelli veri e son guai e la distruzione pubblica dell\'immagine...Fatti i conti forse conviene di più spacciare....ma questa è l\'italia....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173186 da Cyanide
Ciò che dite è vero e sensato. Ma non vale per tutti. Secondo me spesso comunque si sceglie di studiare medicina perchè, nell\'immaginario collettivo, dà un posto di lavoro sicuro, fa guadagnare sicuramente bene e poi, vuoi mettere il buon nome, essere chiamati \"dottore\", il rispetto. Che poi queste cose siano effettivamente vere è un altro paio di maniche, ma tutte queste cose, nei pensieri di tante persone, esistono e possono essere una molla per scegliere medicina. Non parlo così, tanto per, ma perchè ne ho conosciute e ne conosco di persone che la pensavano così. Soprattutto genitori, che poi trasmettono i loro pensieri ai figli. Non a tutti, conosco molto bene chi si è \"ribellato\", pur scegliendo un\'altra laurea scientifica, e ne sta pagando proprio ora le conseguenze. Ma a tanti entra proprio così l\'idea di fare medicina. Ho da poco parlato con un ragazzo che mi diceva che vorrebbe fare lettere, però sicuramente non troverebbe di che lavorare, quindi vede come seconda opzione, appunto, medicina, per il lavoro sicuro e per il buon guadagno. Può sembrare decisamente assurdo per chi è totalmente fuori da quest\'ottica, ma come motivazione esiste ed è anche abbastanza diffusa. Almeno come molla di partenza.Ciò, però, non toglie assolutamente che anche queste persone possano appassionarsi alla medicina e diventare buoni medici.

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173195 da valyna

Secondo me spesso comunque si sceglie di studiare medicina perchè, nell\'immaginario collettivo, dà un posto di lavoro sicuro,

è infatti è questo l\'errore. Ormai posto sicuro non vuol dire soldi a palate, i soldi veri si fanno ripeto con ingegno e astuzia (spacciatori a parte), bisogna essere versatili, adattarsi ai cambiamenti, essere duttili e malleabili e avere fiuto da vendere. Eppure ancora c\'è chi è convinto che se hai il posto sicuro fai i soldi più facilmente.

fa guadagnare sicuramente bene

mah... per i 6 anni devi solo uscirli i soldi. Alla specialistica guadagni poco più di 1500 euro al mese (e se stai in una città che non è la tua ci devi pagare l\'affitto che a seconda di dove sei ti fa volatizzare 1 terzo dello stipendio) e fai peraltro una vita da cani, perchè sfruttato al massimo in reparto. Se eravamo in germania,o in inghilterra o in qualsiasi altro stato che non sia italia ti avrei dato ragione.In Italia il medico può cominciare a far soldi dopo i 30, 35 anni, se ha uno studio privato (e dichiara meno della metà di quello ce guadagna privatamente, d\'altronde quanti di voi se vanno da privati ricevono la ricevuta fiscale? pochi, pochissimi. ) o se ha la fortuna di lavorare in cliniche private di prestigio. Penso piuttosto che chi sceglie di fare medicina si fa altri ragionamenti... del tipo: se tanto devo studiare e fare sacrifici poi voglio fare esattamente il lavoro per cui ho studiato. Io l\'ho pensata cosi 3 anni fa. Quanti tra avvocati, ingegneri, giornalisti tutti laureati vanno poi a fare davvero gli avvocati, gli ingegneri o i giornalisti? pochissimi. e gli altri esempi che potrei fare sono tantissimi.Io non avrei mai sopportato di fare sacrifici economici e non solo per fare magari l\'avvocato e poi ritrovarmi in uno studio di un altro avvocato a fargli la segretaria!! piuttosto non studio e mi metto a lavorare subito invece di gravare sui miei per anni e una volta laureata fare un lavoro che avrei potuto fare anche solo con la licenza media!Sul prestigio che la professione medica dà concordo con Cyanide, non sopporto chi chiama dottori i laureati ad esempio in pubbliche relazioni!! ma dottori de chè???? E poi i suddetti \"dottori\" vengono da te che ti stai facendo il mazzo e ti dicono con la faccia da culo \" ma quant\'è che ti laurei?? io sono gia dotteressa!! ( :X ) (certo bisogna anche avere l\'encefalogramma piatto per parlare cosi, e infatti al di la dell\'iniziale istinto di dargli un calcio nel culo, poi mi vien da ridere per la \"dottoressa\" in questione...).

al Sud l\'unica facoltà che garantisce lavoro e sicurezza economica è proprio questa

verissimo. A meno che non emigri altrove.. meglio se all\'estero.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173198 da Cyanide
valyna ha scritto:

è infatti è questo l\'errore. Ormai posto sicuro non vuol dire soldi a palate, i soldi veri si fanno ripeto con ingegno e astuzia (spacciatori a parte), bisogna essere versatili, adattarsi ai cambiamenti, essere duttili e malleabili e avere fiuto da vendere. Eppure ancora c\'è chi è convinto che se hai il posto sicuro fai i soldi più facilmente. Penso piuttosto che chi sceglie di fare medicina si fa altri ragionamenti... del tipo: se tanto devo studiare e fare sacrifici poi voglio fare esattamente il lavoro per cui ho studiato. Io l\'ho pensata cosi 3 anni fa. Quanti tra avvocati, ingegneri, giornalisti tutti laureati vanno poi a fare davvero gli avvocati, gli ingegneri o i giornalisti? pochissimi. e gli altri esempi che potrei fare sono tantissimi.Io non avrei mai sopportato di fare sacrifici economici e non solo per fare magari l\'avvocato e poi ritrovarmi in uno studio di un altro avvocato a fargli la segretaria!! piuttosto non studio e mi metto a lavorare subito invece di gravare sui miei per anni e una volta laureata fare un lavoro che avrei potuto fare anche solo con la licenza media!

Beh in realtà il tuo pensiero \"se tanto devo studiare e fare sacrifici poi voglio fare esattamente il lavoro per cui ho studiato.\" equivale a dire \"studio medicina perchè così ho lavoro sicuro\" cioè, appunto, meglio studiare medicina e fare quasi sicuramente il medico che studiare, come dici tu, legge e poi fare la segretaria o ingegneria e trovarsi a fare tutt\'altro o lettere e fare il disoccupato.Che poi, per fare in realtà soldi ci voglia ben altro, è vero.Comunque non tutti pensano la stessa cosa (per fortuna non siamo tutti uguali :side: ), alcuni fanno questo ragionamento, altri no, altri sono mille anni luce da questi pensieri! Ma comunque, quelli che la pensano così e scelgono medicina per i suddetti motivi ci sono (li conosco!)

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173201 da valyna
NO NO!! ASSOLUTAMENTE NO! hai proprio capito male, o forse mi son spiegata male io. Studiare comporta sacrificio, anche in senso economico, ma è tutto compensato (almeno per me è cosi) dal fatto che studio quello che mi appassione da morire! E questo non ha prezzo. LA cultura, la conoscenza non hanno prezzo. Nel mio caso la passione più grande è la medicina, dunque ho deciso di studiare medicina e so che un giorno farò il medico. Se io avessi la passione per l\'architettura, decido di studiarla all\'università poi mi romperebbe una volta laureata avere delle grossissime difficoltà nel fare l\'architetto, e dovermi accontentare \"di quello che passa il convento!\".Medicina invece non ha questo problema. Se ti laurei sicuramente vai a fare il medico, vai a fare il lavoro che hai sognato per una vita. Per tutti gli altri o hai una gran fortuna dopo la laurea, oppure passeranno anni prima di riuscire a fare quello per cui ci si è laureati.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 1 Giorno fa #173204 da Mana
C\'è chi studia medicina solo per i soldi, ommeglio per l\'ambizione sociale... il medico è uno \"status quo\" della borghesia benestante, è un cliché del passato.Purtroppo per loro ( e per noi che ci ritroveremo questi medici, svogliati e col burn out ) i tempi sono decisamente cambiati: benchè un medico guadagni dignitosamente, considerando l\'impegno e le responsabilità della professione, non è più un lavoro tanto conveniente per pura convenienza ( scusate il gioco di parole ).Ovviamente IMHO.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidegaudio
Tempo creazione pagina: 0.375 secondi