Sono un mostro, perchè favorevole alla sperimentazione animale.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa - 8 Anni 10 Mesi fa #275624 da anon
Ok, allora ti rispondo alle domande dirette che hai elencato.

Hai mai portato a vaccinare un animale domestico? Se sì, ti è sembrato felice della cosa? Ecco, chiediti il perché.
Lo stesso vale per i prelievi o le vaccinazioni nei bambini piccoli: piangono perché lo ritengono una sofferenza.


Il vaccino degli animali, è una cosa TOTALMENTE DIVERSA, la sofferenza che sente l' animale è minima. Gli animali hanno capacità cognitive inferiori all' uomo (infatti biologicamente sono diversi dall' uomo, ma eticamente li considero uguali), loro vanno per istinti ed è nella natura dell' animale opporsi a stare fermo e a essere vaccinato. Che ne sa l' animale di quel che stai facendo?
Se stai cercando di parare ''se sei contro la sofferenza degli animali allora devi essere contrario anche alle iniezioni di antibiotici sugli animali'', è un discorso tuo che non ha senso, perché é un' azione che si far per il bene dell' animale stesso e si presuppone che ne tragga nel lungo termine un beneficio diretto egli stesso.
Poi se gli esami di cui hai parlato prima si limitano a prelievi di sangue dall' animale, anche se ciò non provoca un beneficio all' animale, io la pongo sullo stesso piano di un uomo che dona il proprio sangue, quindi sarei favorevole. Ripeto sempre che non si tratta di pratiche più invasive... in quel che caso dovrei esaminare la pratica nel dettaglio per potermi esprimere.

Continui a non capire il punto: sono contrario al fatto che gli animali vengano uccisi per essere mangiati ma non mi faccio problemi a mangiare una bistecca destinata ad essere gettata via. Sono in contraddizione oppure no?


Allora se uno è contrario al fatto che gli animali vengano uccisi per essere mangiati, vuol dire che sei contrario all' azione dell' uccisione in se, quindi mangiare una bistecca destinata ad essere gettata via non è una contraddizione.
Mentre se uno è vegetariano ed è contrario all' uccisione degli animali ed è anche contrario al mangiare carne, nutrirsi di una bistecca destinata ad essere gettata via è contraddizione, perché verrebbe meno il principio dell' essere vegetariano.

Quindi non finanzi la ricerca in quanto i tuoi soldi sarebbero usati per la sperimentazione animale ma non ti fai problemi a finanziare le case farmaceutiche (che useranno quei soldi per la ricerca). A me sembra contraddittorio.


Finanziare la ricerca, significa finanziare direttamente la ricerca... mentre finanziando la casa farmaceutica si finanzia la sperimentazione animale solo indirettamente. E' questa la differenza... lo ritengo una cosa a cui ''sono'' obbligato, volendo sceglierei di pagare il solo costo di produzione del farmaco ma ciò non è possibile.

È la stessa questione della bistecca di cui sopra: l'animale non l'hanno ucciso apposta per me (l'hanno ucciso per qualcuno che poi non l'ha mangiato). Sarebbe contraddittorio mangiarlo perché tanto "il danno è stato fatto"?


Non capisci il mio discorso, viene messo in commercio il farmaco A nel 1995, prima della sua messa in commercio la sperimentazione di quel farmaco è costata la vita a 100 topi. Dal 1995 al 2012 vengono vendute 100'000 unità di quel farmaco, quanti animali sono morti per sperimentare quel farmaco? 100 topi. Dal 1995 al 2012 del farmaco A vengono vendute 200'000 unità quanti animali sono morti per sperimentare quel farmaco? 100 topi.
Dal 1995 al 2012 vengono comprate 100'000 cosce destre di pollo, quanti animali sono morti? 100'000. Dal 1995 al 2012 vengono comprate 200'000 cosce destre di pollo, quanti animali sono morti? 200'000.
Acquistando o non acquistando un farmaco già messo in commercio cambia poco, il danno che gli animali ricevono è il finanziamento indiretto che si fa alla sperimentazione animale, per tramite la casa farmaceutica. Acquistando cosce destre di pollo invece muore un animale per ogni nuovo acquisto. Per il farmaco A per ogni acquisto fatto... sempre quelli sono i topi morti per la sperimentazione di quel farmaco.

Aggiungerei anche "medico che antepone i suoi ideali (derivanti da opinioni personali, non da fatti scientificamente provati) a quello che è realmente meglio per il paziente", il che è abbastanza in contraddizione colla definizione stessa di medico.


Che io anteponga i miei ideali a quel che faccio o che farò, è sicuro.

Oppure potresti spiegare con quale meccanismo contorto hai deciso di iscriverti a Medicina, in quanto interessato alle materie che si studiano, senza però avere la minima idea del piano di studi.


Trattandosi di Medicina, un po' me lo immaginavo di cosa si sarebbe trattato, e comunque ho studiato un anno per l' ammissione e ho considerato le materie presenti al test materie che avrei sicuramente incontrato nel corso di studi. Ma degli esami singoli che avrei affrontato non sapevo nulla.
Poi considera che nei licei moltissime persone dicono ''voglio fare medicina'', è fra le facoltà più in voga... anche se poi solo in parte riescono a superare l' ammissione.

Per esempio potresti ammettere di aver detto cose contrarie alla fisiologia (il famoso siamo onnivori, abbiamo i canini... che ho citato ma che non hai preso in considerazione nella risposta).


Perché ripeto, il fatto che l' uomo sia fisiologicamente onnivoro, non implica che l' uomo debba seguire un' alimentazione onnivora. Si può benissimo condurre un' alimentazione vegana o vegetariana.

Ultima Modifica 8 Anni 10 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #275625 da lucadoc

Si può benissimo condurre un' alimentazione vegana

fallo. Ma solo quella eh! niente integratori di nessun tipo. Buona fortuna! Poi mi dirai come si vive bene senza B12...

Mortui Vivos Docent

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 10 Mesi fa #275646 da verduz

Se stai cercando di parare ''se sei contro la sofferenza degli animali allora devi essere contrario anche alle iniezioni di antibiotici sugli animali'', è un discorso tuo che non ha senso, perché é un' azione che si far per il bene dell' animale stesso e si presuppone che ne tragga nel lungo termine un beneficio diretto egli stesso.

No, sei tu che stai cercando di salvarti spostando la discussione su questo punto. Un'iniezione e, ancora di più, un prelievo di sangue, comporta una certa sofferenza (soprattutto per bambini ed animali). Se è per il bene del bambino (o dell'animale) questo è accettabile.
Nel caso dell'agar sangue no. Non puoi dire che lo useresti perché tanto l'animale non ne soffrirebbe perché, come ho detto sopra, anche un semplice prelievo è una sofferenza che non comporta, per l'animale, alcun beneficio.

Poi c'è la questione degli immunoterapici (si uccide l'animale e si preleva la milza. Anche se non lo si uccidesse, subirebbe comunque iniezioni di antigeni). Inoltre, non mi risulta che i maiali riescano a sopravvivere senza valvole cardiache.

Poi se gli esami di cui hai parlato prima si limitano a prelievi di sangue dall' animale, anche se ciò non provoca un beneficio all' animale, io la pongo sullo stesso piano di un uomo che dona il proprio sangue, quindi sarei favorevole.

Allora domani passerò a casa tua e, volenti o nolenti, preleverò qualche sacca di sangue a te ed ai tuoi familiari ed amici.
Ma ti rendi conto dell'enorme corbelleria che hai appena scritto? La donazione di sangue è un gesto assolutamente volontario (nessuno può obbligare una persona a donare il proprio sangue) e non può essere assolutamente paragonata al prelievo coatto per farne agar sangue.

Allora se uno è contrario al fatto che gli animali vengano uccisi per essere mangiati, vuol dire che sei contrario all' azione dell' uccisione in se, quindi mangiare una bistecca destinata ad essere gettata via non è una contraddizione.

L'importante è che ci sia qualcuno che si sporca le mani di sangue per permettermi di mangiare una succulenta bistecca, vero?

Finanziare la ricerca, significa finanziare direttamente la ricerca... mentre finanziando la casa farmaceutica si finanzia la sperimentazione animale solo indirettamente. E' questa la differenza... lo ritengo una cosa a cui ''sono'' obbligato, volendo sceglierei di pagare il solo costo di produzione del farmaco ma ciò non è possibile.

Volendo, potresti fare a meno di imbottirti di paracetamolo ad ogni minimo mal di testa ma, chissà perché, ho l'impressione che tu non appartenga alla categoria dei pazienti che sopportano stoicamente il dolore.
Dove sono finiti tutti gli ideali e le "azioni dal basso"? Perché non boicottare le case farmaceutiche (sui siti fuffari ho visto inviti a boicottare aziende di ogni tipo per ogni tipo di motivo, ricerca sugli animali inclusa)? Magari se nessuno acquistasse più farmaci fino all'introduzione di metodi alternativi alla sperimentazione animale le cose cambierebbero...

Perché nessun fuffaro lo fa? Per lo stesso motivo della bistecca dell'esempio di prima: additare i macellai di essere dei "criminali" è di moda e permette di avere il sostegno di tanti "cumparielli". Però la bistecca è buona quindi...

Non capisci il mio discorso, viene messo in commercio il farmaco A nel 1995, prima della sua messa in commercio la sperimentazione di quel farmaco è costata la vita a 100 topi. Dal 1995 al 2012 vengono vendute 100'000 unità di quel farmaco, quanti animali sono morti per sperimentare quel farmaco? 100 topi [...]
Acquistando o non acquistando un farmaco già messo in commercio cambia poco

Siamo arrivati al bispensiero... ti rifiuti di usare un vetrino perché non consideri un'attenuante il fatto che il vetrino risalga all'epoca di Golgi e sia stato utilizzato da migliaia di studenti ma, quando si tratta di un farmaco (e quindi di un beneficio personale), rinneghi queste argomentazioni pur di giustificarti.

il danno che gli animali ricevono è il finanziamento indiretto che si fa alla sperimentazione animale, per tramite la casa farmaceutica.

Chiamalo poco...
Come ho detto prima, potresti anche sacrificarti pur di non contribuire indirettamente alla ricerca sugli animali.

Che io anteponga i miei ideali a quel che faccio o che farò, è sicuro.

Ti faccio notare che i tuoi ideali non sono la verità assoluta e, sicuramente, non sono incentrati sulla tutela del paziente.

Trattandosi di Medicina, un po' me lo immaginavo di cosa si sarebbe trattato

Immaginavi che avresti avuto a che fare con cose a cui sei fermamente contrario ma ti sei iscritto ugualmente? Curioso.

Poi considera che nei licei moltissime persone dicono ''voglio fare medicina'', è fra le facoltà più in voga...

Adesso torna tutto. Ecco perché ti sei iscritto.

Perché ripeto, il fatto che l' uomo sia fisiologicamente onnivoro, non implica che l' uomo debba seguire un' alimentazione onnivora. Si può benissimo condurre un' alimentazione vegana o vegetariana.

In pratica la fisiologia dice che la principale fonte di ferro e B12 è la carne ma, secondo te, è sbagliato. Insomma, la fisiologia ha contemporaneamente torto e ragione.
Come ha già detto lucadoc, auguri colla B12 e, mi permetto di aggiungere, datti una ripassata alla neolingua: ne avrai bisogno.
Ripassati anche il manuale del fuffaro perché inizi veramente ad essere noioso ed evasivo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #275651 da anon
Io non rispondo in modo evasivo, ho risposto in modo chiaro a tutte le vostre domande e non sono in contraddizione con me stesso.

Sei tu che non capisci quel che scrivo.

No, sei tu che stai cercando di salvarti spostando la discussione su questo punto. Un'iniezione e, ancora di più, un prelievo di sangue, comporta una certa sofferenza (soprattutto per bambini ed animali). Se è per il bene del bambino (o dell'animale) questo è accettabile.
Nel caso dell'agar sangue no. Non puoi dire che lo useresti perché tanto l'animale non ne soffrirebbe perché, come ho detto sopra, anche un semplice prelievo è una sofferenza che non comporta, per l'animale, alcun beneficio.

Poi c'è la questione degli immunoterapici (si uccide l'animale e si preleva la milza. Anche se non lo si uccidesse, subirebbe comunque iniezioni di antigeni). Inoltre, non mi risulta che i maiali riescano a sopravvivere senza valvole cardiache.


E anche in questo caso non hai capito (ma probabilmente non hai voluto capire), ho detto che bisogna analizzare caso per caso, e il prelievo del sangue di un animale, purché si tratti di una quantità non elevata, rientra nei miei canoni etici.
La sofferenza psicologica e fisica che l' animale prova dopo un prelievo non è assolutamente paragonabile alla sofferenza che procura la sperimentazione animale, soprattutto quando si provocano le infezioni e quando si sperimenta la tossicità.
Poi per le pratiche in cui si prevede che gli animali vengano in contatto con antigeni, ovviamente sono contrario.

L'importante è che ci sia qualcuno che si sporca le mani di sangue per permettermi di mangiare una succulenta bistecca, vero?


Ancora non capisci quel che scrivo, tu mi hai fatto l' esempio di una persona che è contrario all' uccisione di animali per l' alimentazione ma che non è vegetariano. E io ti ho risposto correttamente.

Volendo, potresti fare a meno di imbottirti di paracetamolo ad ogni minimo mal di testa ma, chissà perché, ho l'impressione che tu non appartenga alla categoria dei pazienti che sopportano stoicamente il dolore.
Dove sono finiti tutti gli ideali e le "azioni dal basso"? Perché non boicottare le case farmaceutiche (sui siti fuffari ho visto inviti a boicottare aziende di ogni tipo per ogni tipo di motivo, ricerca sugli animali inclusa)? Magari se nessuno acquistasse più farmaci fino all'introduzione di metodi alternativi alla sperimentazione animale le cose cambierebbero...

Perché nessun fuffaro lo fa? Per lo stesso motivo della bistecca dell'esempio di prima: additare i macellai di essere dei "criminali" è di moda e permette di avere il sostegno di tanti "cumparielli". Però la bistecca è buona quindi...


Perché tu ovviamente sai di quali farmaci faccio uso io e puoi criticarmi...
Per azioni dal basso, quando le ho nominate, intendevo ben altro, non un semplice boicottaggio condotto da una minoranza, perché ad avere le idee giuste purtroppo siamo pochi. E il boicottaggio non porterebbe a soluzioni a mio modo di vedere. Perché molta gente ha i paraocchi ed è molto difficile organizzare un boicottaggio di massa. Le azioni risolutive a mio modo di vedere sono altre.

Chiamalo poco...
Come ho detto prima, potresti anche sacrificarti pur di non contribuire indirettamente alla ricerca sugli animali.


Il diventare martire lo stesso penso che non porti a molto.

Immaginavi che avresti avuto a che fare con cose a cui sei fermamente contrario ma ti sei iscritto ugualmente? Curioso.


Non mi sembra proprio che ho a che fare con cose di cui sono contrario, in quanto non farò nessuna esercitazione su animali in vivo.

In pratica la fisiologia dice che la principale fonte di ferro e B12 è la carne ma, secondo te, è sbagliato. Insomma, la fisiologia ha contemporaneamente torto e ragione.
Come ha già detto lucadoc, auguri colla B12 e, mi permetto di aggiungere, datti una ripassata alla neolingua: ne avrai bisogno.
Ripassati anche il manuale del fuffaro perché inizi veramente ad essere noioso ed evasivo.


Per la B12 ci sono semplici integratori alimentari... anche i più ''pubblicizzati'' la contengono.

Ti faccio notare che i tuoi ideali non sono la verità assoluta e, sicuramente, non sono incentrati sulla tutela del paziente.


I miei ideali per me sono verità, come penso che anche i tuoi ideali lo siano.

Ripassati anche il manuale del fuffaro perché inizi veramente ad essere noioso ed evasivo.


Non mi sembra, anzi siete voi che capite dai miei post solo quello voi volete capire.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa - 8 Anni 9 Mesi fa #275655 da lucadoc

Per la B12 ci sono semplici integratori alimentari... anche i più ''pubblicizzati'' la contengono.

eh no caro. Si è detto niente integratori. Una dieta equilibrata deve contenere già di per sé tutto ciò che è necessario all'organismo, altrimenti non è equilibrata.
E secondo te una dieta che necessita di un integratore alimentare perché altrimenti chi la segue schiatta è una dieta che può "tranquillamente essere seguita" come hai scritto sopra??

Si può benissimo condurre un' alimentazione vegana

riesci a mettere in fila 2 neuroni e fare una sinapsi per favore? non chiedo tanto...

Mortui Vivos Docent
Ultima Modifica 8 Anni 9 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #275676 da Darkiush
Dio, gli studenti di medicina animalari...
ecco a voi i futuri omeopati, naturopati, ciarlatani vari
ma fatemi il favore, siete solo degli schifosi ipocriti
se siete "eticamente contrari" alla ricerca e alla sperimentazione animale, perché diamine siete entrati in una facoltà che non dico utilizza tali discipline, ma si basa su di esse?!? Coerenti quanto un pacifista che va a fare il soldato... ma fatemi il favore!
siete pure peggio degli antiabortisti che vanno a fare i ginecologi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #275687 da Adalo
(sono l'autore di questo topic di "successo")

Ma perchè ci continuate a discutere?? Tanto anon e noi altri (per fortuna la maggioranza) abbiamo idee così diverse che possono essere rappresentate bene da due rette parallele che non si incontreranno mai.

Una che mette sullo stesso piano la vita di un essere umano con quella di un animale, quindi paragona la sofferenza di un topo con la sofferenza di una persona malata, e poi si iscrive a medicina, è di fuori come i terrazzi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #275691 da verduz

Ma perchè ci continuate a discutere??

Visto che hai aperto il topic, se vuoi posso chiudere qui. Anche perché inizio a non divertirmi più (non è il fuffaro fuoriclasse che mi aspettavo).
Decidi tu ;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa #275699 da DrHP

E per ogni pezzo di carne comprato muore un animale.

Mica vero.
Muore un animale ogni tanti pezzi di carne comprati.
Per capirci

Ach der Truffeljaeger!




Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 9 Mesi fa - 8 Anni 9 Mesi fa #275741 da anon

Per la B12 ci sono semplici integratori alimentari... anche i più ''pubblicizzati'' la contengono.

eh no caro. Si è detto niente integratori. Una dieta equilibrata deve contenere già di per sé tutto ciò che è necessario all'organismo, altrimenti non è equilibrata.
E secondo te una dieta che necessita di un integratore alimentare perché altrimenti chi la segue schiatta è una dieta che può "tranquillamente essere seguita" come hai scritto sopra??

Si può benissimo condurre un' alimentazione vegana

riesci a mettere in fila 2 neuroni e fare una sinapsi per favore? non chiedo tanto...


E quale sarebbe il problema? Per voi il fatto che chi conduce una dieta vegana o vegetariana ha una probabilità maggiore di sviluppare una carenza di vitamina di B12 è una giustificazione per condurre una dieta onnivora?

Il fatto di dover assumere periodicamente da integratori esterni una certa quantità di suddetta vitamina è qualcosa che impedisce a una dieta vegetariana o vegana di essere tranquillamente eseguita? Per me no.
Se tutti facessero così, tutti assumerebbero settimanalmente una pastiglia per la B12 e contemporaneamente i macelli e gli allevamenti cesserebbero di esistere. Io non vedo nessuna contraddizione.

Mica vero.
Muore un animale ogni tanti pezzi di carne comprati.
Per capirci


Peccato che la gente prenda nel dettaglio determinati pezzi di animale, poi che per ogni due coscie di pollo muore un solo pollo, e che per dare le costolette di agnello a  3 persone muore un solo agnello... non è che cambia qualcosa. Poi dipende dai casi, per ogni cervello di agnello acquistato e mangiato muore un agnello. Confronta statisticamente gli animali che ogni anno muoiono nei macelli, il numero è notevolmente maggiore degli animali che muoiono nei laboratori.
Ciò significa che gli allevamenti e i macelli sono i nemici maggiori degli animali, e dopo vengono la sperimentazione animali, gli avvelenamenti e le uccisioni dirette da parte dell' uomo non per scopo di alimentazione.


Poi, mi avete convinto che su una cosa ero in contraddizione, ovvero che se sono favorevole alll' uso di farmaci perché il loro acquisto e uso comporta solo un indiretto finanziamento alla sperimentazione animale e perché il farmaco in questione è stato sperimentato nel passato, allora devo pure ammettere l' uso di vetrini nei corsi di laurea se questi vengono usati da centinaia di studenti diversi e risalgono a molti anni fa. Su questo mi sono reso conto di essere in contraddizione. Quindi ora ammetto l' uso di vetrini. Ma se un topo viene ucciso sul momento per fare osservazioni microscopiche sul topo appena morto allora sono contrario.
Ma non ammetto l' acquisto da parte dello studente di organi animali, perché equivale ad acquistare carne, equivale ad acquistare una bistecca, e per ogni cuore acquistato è morto un animale.
Ultima Modifica 8 Anni 9 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Cyanidegaudio
Tempo creazione pagina: 0.454 secondi