dubbi su biologia - odonto - esterp

Di più
7 Anni 3 Settimane fa #312142 da DottoreK
Ciao ragazzi...

sono stato ammesso ad odontoiatria a Pavia.
ma credo proprio che rinuncero'

1) perchè ho 24 anni

2) perchè mi mancano solo 6 esami a biologia (triennale)

3) perchè non voglio fare il dentista, non mi ispira come lavoro

4) perchè dura 6 anni

5) perchè il mio sogno è sempre stato l'estero
piccoli gruppi, workshops, lectures e laboratori

consigli? aiuto??? faccio bene a rinunciare se davvero non mi piace?
però poi chi me lo garantisce che verrò preso a medicina all'estero.

fui preso a medicina all'estero ma ho rinunciato pure a quella
sono in crisi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 3 Settimane fa - 7 Anni 3 Settimane fa #312180 da hesediel
1) perchè ho 24 anni
Sull' età si può benissimo soprassedere, se il dubbio è solo sull'anagrafica in se. Se i problemi sono: non ho possibilità di mantenermi altri 6 anni di studio ecc...quello ognuno guarda per se e valuta per se. Se è solo sull'età non è che fare medicina ti cambia tanto i primi 6 anni te li devi fare comunque. Non saresti nemmeno "tanto vecchio", non certo più di molti altri. Ho visto gente iscriversi a medicina per esempio con il doppio dei tuoi anni, vicini ai 30, e oltre i 30..quindi è una questione di testa non di anagrafica. Importante è poi essere capaci di fare quello per cui si è preposti, se si è onesti, che tu abbia poi 30 alla laurea, 26 piuttosto che 40 se sai quel che fai cambia relativamente poco. E la gente che tu sia un medico-chirurgo o un odontoiatra viene da te perchè sta male e lì non c'è spazio a bambinate, a fesserie del tipo "vglio fare il medico perchè mi piace Grey's Anatomy" (e ce nè te lo assicuro), devi curare una persona.

Certo ritengo che più in là con gli anni ti laurei meno tempo hai per colmare eventuali mancanze, quindi tendenzialmente, più preparati possibile bisognerebbe poi arrivare alla laurea. Infondo dovresti essere anche fortunato...io almeno ad età "avanzata" ho preso le decisioni riguardo il mio futuro, la mia ulteriore carriera universitaria con più cognizione e consapevolezza rispetto a quanto feci a 19.

2) perchè mi mancano solo 6 esami a biologia (triennale)
Sul fatto che ti manchino 6 esami a terminare biologia (io sono anche biologo e pure specialista ti parlo quindi con cognizione di causa), feci la tua stessa scelta, mi mancavano pochi esami (quando feci la scelta era fine dell'anno a me ne mancavano 3 però) e quindi tantovale che finisco: mi ero detto, e non riprovai il test di medicina.
Poi è da vedere: quanto ci metti a dare quesi 6 esami? Per poi fare cosa? Solo per dire mi sono laureato?
Per esperienza ti posso dire che: biologia non conviene (ti parlo del settore sanitario che è quello che ho fatto io, non ti saprei dire sulle parti bioecologiche-botanica-animale-marina ecc..ma non cambia tanto credimi) conviene solo se sei veramente appassionato di ricerca, comunque è praticamente solo elemosinare dottorati e assegni di ricerca. Oppure sei intenzionato di andare all'estero. Fare biologia in italia, attualmente è una pazzia, la verità è che ti dà tanto da un punto di vista di preparazione, di conoscenza ma poi all'effettivo da un punto di vista lavorativo siamo prossimi allo zero.

C'è un avvilimento della figura professionale in maniera scandalosa nel più completo menefreghismo da parte delle istituzioni. Siamo arrivati all'incredibile, nell'essere preferite altre figure con magari solo appunto la triennale (perchè comunque una laurea di livello inferiore) e il non accettare il biologo ai concorsi o a colloqui per esempio (te lo dico per esperienza personale, fatti realmente accaduti)
con la motivazione: la sua figura professionale è troppo qualificata per il lavoro che ci serve venga ricoperto. Insomma avendo una qualifica di una laurea magistrale che ti qualifica per fare quelle cose "rischi" di pretendere troppo di retribuzione e quindi meglio prendere altri che magari "si accontentano di meno". Un avvilimento e decadimento della professione e del titolo stesso di Biologo nella più totale immobilità sia dell' Ordine totalmente inutile, almeno quello dei Biologi, che delle istituzioni. Quindi ahimè la verità è che laurearsi in biolgoia in Italia, per restarci, serve a poco e niente questa è la realtà.

Già con la specialistica fai poco e niente, la sola triennale poi è veramente inutile anche perchè niente puoi fare, per le limitazioni da parte dell'ordine (con la triennale ti puoi iscrivere solo all'albo B dove praticamente non puoi,o meglio potresti, fare niente), per esperienza qua un consiglio io te lo potrei anche dare, io mi sentirei di dirti questo: laureati in biologia solo se poi qui in italia o all'estero hai comunque intenzione di prendere sucessivamente il titolo magistrale la sola triennale sarebbe solo tempo perso, brutto a dirsi ma è vero. Con la specialistica è un altro conto, hai buone opportunità ma solo all'estero, (poi non so in altre regioni italiane come vadano le cose) o se ti va di entrare nel limbo dei sistemi post-laurea universitari italiani.
Dei miei colleghi biologi chi è rimasto qua o sta facendo altro (lavora ma non come biologo) chi il cameriere chi il commesso ecc.. oppure non sta facendo niente, chi è partito all'estero invece il biologo lo sta facendo, perchè all'estero la figura del biologo ha la sua importanza e c'è anche da dire che la formazione Italiana è anche apprezzata. Ho un amico che ha fatto il suo terzo anno di dottorato negli USA, dove gli è stato poi proposto un contratto una volta che si fosse dottorato, è tornato, ha conseguito il dottorato e poinegli USA poi ci è tornato veramente e adesso è lì. Certo, qua non aveva niente "da lasciare" e chiaramente devi anche essere preparato non è che ti regalano niente bada bene, ma mi ha assicurato (come gli altri che sono andati all'estero, ma anche in altri stati) che all'estero è realmente un altro mondo. Ma anche andare all'estero si fa presto a dire: parti, non sempre è così semplice.

Ma ovviamente in questo caso deve piacerti fare il biologo...io nonostante sia comunque "orgogliosamente" un biologo ho sempre ammesso che non era la mia aspirazione quella di fare il ricercatore, volevo fare il clinico.

3) perchè non voglio fare il dentista, non mi ispira come lavoro
Se non vuoi farlo...direi che ti sei già risposto da solo. Fare una cosa controvoglia, soprattutto quando comunque si parla della salute delle persone non è mai buona cosa.

4) perchè dura 6 anni
Stessa risposta della domanda precedente. Fare una cosa controvoglia, 6 anni (più eventuale specializzazione) non si durano. Pure medicina e chirurgia dura 6 anni (più eventuale specializzazione).
Detto questo all'inizio poco cambia, potresti fare il primo anno e prepararti per ritentare il test l'anno prossimo se è medicina e chirurgia che vuoi fare e farti poi convalidare gli esami. Certo c'è il rischio che anche l'anno prossimo non entri e rimani in un corso che non vuoi fare ma a saperle prima le cose tutti si farebbero scelte diverse forse



5) perchè il mio sogno è sempre stato l'estero
piccoli gruppi, workshops, lectures e laboratori

Stessa risposta della 2

però poi chi me lo garantisce che verrò preso a medicina all'estero.
Bella domanda, credo nessuno.

fui preso a medicina all'estero ma ho rinunciato pure a quella
qualcosa non torna con la 5 di prima


sono in crisi
a 24 tempo di fare delle scelte...e "purtroppo" questa puoi farla solo tu. Nessuno qua ti può dire è meglio che fai questo o quello perchè alla fine la vita è la tua e ognuno di noi ha diverso modo di pensare e diverse preferenze: c'è a chi gli piace fare il medico generale, chi l'odontoiatra, chi addirittura statistica medica, chi medicina del lavoro e addirittura il biologo....e quello che vuoi fare tu puoi chederlo a 10 100 1000 persone ma in realtà sei proprio tu il solo che può saperlo e può deciderlo anche se capisco che i dubbi ci sono e non sia facile.

In bocca al lupo
Ultima Modifica 7 Anni 3 Settimane fa da hesediel.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 3 Settimane fa #312185 da DottoreK
PROGETTO 1)

finire i 6 esami a Parma e laurearmi in biologia

fare successivamente laurea magistrale in NEUROBIOLOGIA all'estero

decidere se fare il dottorato, eventualmente (che almeno è pagato)

diventare professore universitario

oppure nella peggiore delle ipotesi fare psicologia

perchè credo che un neuro-biologo psicologo sia un buon biglietto da visita
per i pazienti: COMPETENZE SCIENTIFICHE, DOTI UMANE E PSICOTERAPIA.

PROBLEMA 1)A
dopo 5 anni a Parma, i miei genitori stanno vivendo una crisi economica
e mi hanno detto:
ci metti troppo per una triennale del piffero...(vivendo solo in un monolocale)
e tanto vale che torni al sud a studiare a casa visto che hai seguito tutte le lezioni
ma io con i miei non voglio vivere, non mi piace, ho una ferita che mi porto dentro

PROBLEMA 1)B
perchè sono lento a fare esami?
ho vissuto una grave depressione psicotica in passato
ora sto meglio ma ho perso la credibilità di fronte ai miei genitori
avevo pensato di chiedere ad un prof di fare il tirocinio
e magari iniziarlo già adesso, e finire gli esami contemporaneamente
forse per velocizzarmi ed entusiasmarmi di più


PROGETTO 2)
fare medicina all'estero
ero stato preso in una sede poco prestigiosa in lettonia
ed ero troppo radicato alla mia casa
alle mie abitudini a parma e ho avuto paura di andare....
ora ho trovato una nuova sede a nord della germania ma a settembre 2015
fantastica
ma i miei dicono che queste dell'estero sono solo ossessioni....

PROGETTO 3)
mollo biologia x mollare le mie vecchie abitudini
tento ondoto a pavia per un anno
vado a sett 2015 all'estero per medicina

insomma mi sento solo un borderline che si sposta a destra e sinistra e non
combina nulla....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
7 Anni 3 Settimane fa - 7 Anni 3 Settimane fa #312186 da hesediel
Guarda ti rispondo anche..


finire i 6 esami a Parma e laurearmi in biologia
fare successivamente laurea magistrale in NEUROBIOLOGIA all'estero
decidere se fare il dottorato, eventualmente (che almeno è pagato)
diventare professore universitario
oppure nella peggiore delle ipotesi fare psicologia
perchè credo che un neuro-biologo psicologo sia un buon biglietto da visita
per i pazienti: COMPETENZE SCIENTIFICHE, DOTI UMANE E PSICOTERAPIA.


Qua prevedi però di fare la magistrale (altri 2 anche all'estero? non so bene gli anni fuori) comunque prevedi almeno altri 2 anni qui per finire la magistrale di biologia. Il dottorato sono altri 3 anni.
diventare professore universitario...facile a dirsi :lol: c'è un iter non tanto facile da seguire..e devi comunque anche esserne capace ed essere preparato per insegnare.
Per fare poi lo psicologo devi fare psicologia...quindi nuova laurea: almeno altri 3+2 anni. Non so eventualmente all'estero come funzioni l'eventuale percorso di studi, quello è tutto da informarsi.
Per fare lo psicologo a pieno titolo credo sia necessaria la laurea magistrale quindi comunque un 3+2. Anche loro sono divisi in un albo A e B che differenzia i magistrali e i triennalisti.

perchè credo che un neuro-biologo psicologo sia un buon biglietto da visita: bho insomma, guarda al paziente frega poco, importante che non sei un abusivo, poi il paziente non te lo chiede se hai 3 lauree, quanto hai preso all'esame di medicina interna o psichiatria se 23 o 30 e lode.

Fare il biologo non è fare lo psicologo ne è fare il medico. Sono professioni che hanno dei punti di contatto tra loro, alcuni più o meno stretti: il lavoro di un biologo è fondamentale affinchè uno poi possa fare il medico, ma son lavori differenti. O dipende anche dalla parte di cui ti occupi..certo la professione di biologo nutrizionista è sicuramente più "vicina" a un lavoro clinico, c'è sicuramente più affinità tra un biologo nutrizionista e un dietologo rispetto a quello di un ricercatore o di un botanico ovviamente, non so se mi son spiegato. Ma son comunque lavori e competenze diverse
Sullo psicologo non mi esprimo perchè non conosco esattamente il loro lavoro, io son più per lo psicoterapeuta medico.

Torniamo al problema di cosa vuoi fare.


PROBLEMA 1)A
dopo 5 anni a Parma, i miei genitori stanno vivendo una crisi economica
e mi hanno detto:
ci metti troppo per una triennale del piffero...(vivendo solo in un monolocale)
e tanto vale che torni al sud a studiare a casa visto che hai seguito tutte le lezioni
ma io con i miei non voglio vivere, non mi piace, ho una ferita che mi porto dentro

Purtroppo è quanto dicevo nella mia precedente risposta alla prima domanda dell'altro post. Problemi personali che per chi sta fuori come me è difficile da valutare, e lì devi vedere tu. C'è chi ci mette 3 anni, chi 4 chi 5, tra questi c'è chi allunga perchè ha solo cazzeggiato, chi ha avuto problemi più reali e importanti, credo nessuno che non vive la situazione abbia il diritto di giudicare se è troppo o meno, le situazioni e i problemi vanno vissuti per esser capito...Certo poi quando è troppo è troppo...

PROBLEMA 1)B
perchè sono lento a fare esami?
ho vissuto una grave depressione psicotica in passato
ora sto meglio ma ho perso la credibilità di fronte ai miei genitori
avevo pensato di chiedere ad un prof di fare il tirocinio
e magari iniziarlo già adesso, e finire gli esami contemporaneamente
forse per velocizzarmi ed entusiasmarmi di più

Mi spiace, purtroppo la mia risposta è la stessa al problema A. Non so quali siano poi i requisiti della tua università per il conseguimento della laurea, se devi fare un tirocinio, fallo, potrebbe aiutarti anche a conoscere persone nuove, che chissà potranno aiutarti più di quanto si possa noi fare su questo forum.

PROGETTO 2)
fare medicina all'estero
ero stato preso in una sede poco prestigiosa in lettonia
ed ero troppo radicato alla mia casa
alle mie abitudini a parma e ho avuto paura di andare....
ora ho trovato una nuova sede a nord della germania ma a settembre 2015
fantastica
ma i miei dicono che queste dell'estero sono solo ossessioni....

Tornando a quanto detto al Problema 1 A... bisogna essere realisti nel dire che per andare e tenersi con gli studi all'estero bisogna avere un minimo di disponibilità economica, a meno che tu non trovi un lavoro lì, riesca a pagarti studi e mantenerti, questo non lo so, sono cose che vanno valutate e di cui bisogna informarsi. Non so nemmeno quanto costerebbe la vita o tasse universitarie in lettonia in germania o altro..
Chi ho conosciuto io ed è andato all'estero era comunque o gente che la disponibilità la aveva o chi è andata con dottorati o erasmus quindi comunque con borsa.
Andare fuori, io non l'ho fatto quando facevo biologia, forse me son pentito, forse no...lo avessi fatto probabilmente attualmente la mia vita sarebbe differente...magari starei adesso facendo proprio il biologo all'estero, chi lo sa.
E' una decisione che va presa, bisogna valutare di poterlo fare, essere sicuri, decisi e partire. Guardandomi intorno sono solo ossessioni...insomma dipende. Una idea dietro, volontà bisogna everla.


PROGETTO 3)
mollo biologia x mollare le mie vecchie abitudini
tento ondoto a pavia per un anno
vado a sett 2015 all'estero per medicina

E anche qui pochi consigli, dipende da cosa vuoi fare
Sarebbe più utile provare odonto qui per passare a medicina qui, se poi l'idea è andare all'estero comunque allora si forse è meglio che in quest'anno ti laurei in biologia.


Di certo se hai intenzione di andare all'estero, il consiglio che posso darti è se non lo sai già,impara bene l'inglese.

insomma mi sento solo un borderline che si sposta a destra e sinistra e non
combina nulla....
Ultima Modifica 7 Anni 3 Settimane fa da hesediel.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.403 secondi