Passare da Medicina a Fisioterapia

Di più
2 Mesi 1 Settimana fa #316440 da Agnesss
Salve, sono una ragazza di 24 anni , attualmente dovrei iniziare il quarto anno , ma sono veramente in crisi e indecisa se continuare. Ho letto decine di discussioni come questa sul forum in cerca di un po' di conforto , ma alla fine ho deciso di chiedere consiglio in modo diretto , magari da chi ha già scelto di lasciare medicina e ha cambiato percorso o da chi ormai ha finito il percorso e sa cosa aspettarsi poi.
Vorrei tentare il test di Fisioterapia a settembre , ritornare vicino a casa (Milano\ Monza) da dove mi sono allontanata perchè non sono entrata in bicocca (anche questo mi ha creato parecchio stress) e continuare con un percorso più affine ai miei interessi.
Vi spiego brevemente la mia storia. (non sono brava a riassumere)
Premesso che ho fatto il liceo artistico, quindi già sono partita con il disagio e la difficoltà di passare a medicina da un liceo che non forniva certamente le giuste competenze scientifiche di base ed inoltre nella scelta sono stata influenzata non poco da mio padre che già dal terzo anno di liceo ha iniziato a mettermi pressione e stressarmi sulla scelta universitaria, consigliandomi in modo abbastanza insistente di optare per medicina , cosa che in realtà era sempre stata il suo sogno e non il mio.
In generale sono da sempre stata una persona molto curiosa e tutto ciò che riguardava l'essere umano e le professioni sanitarie mi è sempre interessato moltissimo, anche per questo in parte l'idea di fare medicina mi aveva motivato , più che altro per ambizione personale oltre che sicurezza lavorativa ed economica , anche se di mio , senza l'influenza di mio padre, non avrei mai scelto un percorso così impegnativo, perchè sapevo che avendo molti interessi extra universitari non sarebbe stato per nulla semplice fare tutto e io di mio avrei invece voluto fare fisioterapia, biologia o dietistica.
Infatti ora il problema è esattamente questo, attualmente sono in corso, ma è un anno e mezzo che devo dare Anatomia che ancora non ho avuto il coraggio di provare , ho una media bassa (del 26), l'ultimo anno di Covid non sono riuscita a studiare quanto avrei dovuto, non frequentare mi ha rallentato moltissimo e ho dato solo tre esami in un anno e mezzo, nel mentre ho lavorato per quanto possibile in una palestra, lavoro che mi è stato proposto e che ora faccio fatica a lasciare perchè il mio capo non vuole che me ne vada e continua a propormi orari alternativi, che per quanto leggeri mi porterebbero a distrarmi dall'uni.
Ora ho da fare anche tirocinio in geriatria ad agosto , ho fatto il primo tirocinio in chirurgia generale due mesi fa e per fortuna frequentare i reparti mi ha ridato un po' di motivazione e di contatto con la parte pratica e umana della medicina.
Di per se il tirocinio mi è piaciuto molto e anche frequentare l'ospedale, ma sono demotivata, mi sento a disagio perchè sono indietro , non mi sento adatta a questo percorso e mi sento in colpa ad aver scelto di farlo per pura ambizione, ho fatto spendere soldi a mio padre, in oltre a medicina la pressione "dell'essere all'altezza" della facoltà è tanta ed io non mi sento minimamente di rispettare le aspettative degli altri.
Poi se vogliamo sottolineare anche altri aspetti vorrei non essermi trovata di fronte a professori che facevano discriminazioni razziali e di genere, la gestione sanitaria è raccapricciante e i professori non si risparmiano di farti sentire un inetto, ma questo magari succede un po' ovunque.
Tra l'altro penso che non riuscirò mai a dare materie come patologia con voti decenti.
So di aver scritto un papiro , ma se qualcuno avesse voglia di rispondermi e pensa di potermi dare un consiglio o fare una critica in modo costruttivo è ben accetto. Vi ringrazio. <3

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.173 secondi