Il testo del giorno

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109063 da mrs.child
Risposta da mrs.child al topic Re:Il testo del giorno
...è la canzone che sto ascoltando ora..Bandabardò..20 BOTTIGLIE DI VINOUn articolo molto specialeLa calma del surfistaCon lei aspetti l\'ondaE parti alla conquistaDi una strada sempre diversaDi una vita che sembra persaChe si riprende in colpo di reniO con una caduta senza problemiServono venti bottiglie di vinoChi dice di più, chi dice di menoChi vuole la calma serena e orgogliosaDi chi crede, di chi osaSolo 20 bottiglie di vinoChi dice di più, chi dice di menoChi vuole la calma serena e orgogliosaDi chi crede, di chi osaAlzate le mani, alzate le mani!Un articolo molto richiestoLo sguardo del rapacePer non perdere di vistaOgni minimo segno di paceLa vista serve alla concentrazioneDi chi non si perde perché fa attenzioneServe alla memoria per non confondere la storiaServono venti bottiglie di vino...Alzate le mani, alzate le mani!Per 20 bottiglie di vinoUn po\' d\'erba del vicinoL\'emozione dentro al cantoUna risata dopo il piantoUn finale da carnevaleIl diverso diventa ugualeGiocatevi il destinoCon 20 bottiglie di vinoComprate, gente, comprate!Alzate le mani, alzate!Al mercato clandestinoDelle 20 bottiglie di vino:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109255 da odonteo
Risposta da odonteo al topic Re:Il testo del giorno
oggi posto questa, non c\'è un motivo ma la sto ascoltando ora :Pmi piace tantissimo, ovvio ;)!F De AndrèLa Ballata Dell\'Amore CiecoUn uomo onesto, un uomo probo, tralalalalla tralallaleru s\'innamorò perdutamente d\'una che non lo amava niente. Gli disse portami domani, tralalalalla tralallaleru gli disse portami domani il cuore di tua madre per i miei cani. Lui dalla madre andò e l\'uccise, tralalalalla tralallaleru dal petto il cuore le strappò e dal suo amore ritornò. Non era il cuore, non era il cuore, tralalalalla tralallaleru non le bastava quell\'orrore, voleva un\'altra prova del suo cieco amore. Gli disse amor se mi vuoi bene, tralalalalla tralallaleru gli disse amor se mi vuoi bene, tagliati dei polsi le quattro vene. Le vene ai polsi lui si tagliò, tralalalalla tralallaleru e come il sangue ne sgorgò, correndo come un pazzo da lei tornò. Gli disse lei ridendo forte, tralalalalla tralallaleru gli disse lei ridendo forte, l\'ultima tua prova sarà la morte. E mentre il sangue lento usciva, e ormai cambiava il suo colore, la vanità fredda gioiva, un uomo s\'era ucciso per il suo amore. Fuori soffiava dolce il vento tralalalalla tralallaleru ma lei fu presa da sgomento, quando lo vide morir contento. Morir contento e innamorato, quando a lei niente era restato, non il suo amore, non il suo bene, ma solo il sangue secco delle sue vene.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109302 da valavala
Risposta da valavala al topic Re:Il testo del giorno
Sciogli i capelli e guarda già vengono... Guardala guardala scioglie i capelli sono più lunghi dei nostri mantelli guarda la pelle viene la nebbia risplende il sole come la neve guarda le mani guardale il viso sembra venuta dal paradiso guarda le forme la proporzione sembra venuta per tentazione. Guardala guardala scioglie i capelli sono più lunghi dei nostri mantelli guarda le mani guardale il viso sembra venuta dal paradiso guardale gli occhi guarda i capelli guarda le mani guardale il collo guarda la carne guarda il suo viso guarda i capelli del paradiso guarda la carne guardale il collo sembra venuta dal suo sorriso guardale gli occhi guarda la neve guarda la carne del paradiso. l\'infanzia di maria_de andrèstamattina l\'ho ascoltata...e mi piace pensare che sia indirizzata a me!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109313 da giorgi girl
Risposta da giorgi girl al topic Re:Il testo del giorno
questa è la mia...oddio, è solo una delle tante... poi ve ne posto altre tre o quattro, me sa... cominciamo con l\'italiano...@teo: la ballata dell\'amore cieco te la voto in pienoLe stelle sono tante, milioni di milioni,la luce dei lampioni si confonde con la strada lucida.Seduto o non seduto, faccio sempre la mia parte,con l\'anima in riserva e il cuore che non parte.Però Giovanna io me la ricordo ma è un ricordo che vale dieci lire.E non c\'è niente da capire.Mia moglie ha molti uomini,ognuno è una scommessa perduta ogni mattina nello specchio del caffè.Io amo le sue rughe ma lei non lo capisce,ha un cuore da fornaio e forse mi tradisce,però Giovanna è stata la migliore,faceva dei giochetti da impazzire.E non c\'è niente da capire.Se tu fossi di ghiaccio ed io fossi di neve,che freddo amore mio, pensaci bene a far l\'amore.È giusto quel che dici ma i tuoi calci fanno male,io non ti invidio niente,non ho niente di speciale.Ma se i tuoi occhi fossero ciliege io non ci troverei niente da dire.E non c\'è niente da capire.È troppo tempo amore che noi giochiamo a scacchi,mi dicono che stai vincendo e ridonoda matti, ma io non lo sapevo che era una partita,posso dartela vinta e tenermi la mia vita.Però se un giorno tornerai da queste parti,riportami i miei occhi e il tuo fucile.E non c\'è niente da capire. f.de gregori

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109320 da giorgi girl
Risposta da giorgi girl al topic Re:Il testo del giorno
scusate se rompo... ma questa la dovete assolutamente conoscere... È stato un solcotracciato all’improvvisosenza certezze,senza prudenzanell’ annusarcid’istinto e di stupore,in un crescendoche ha dell’ irregolare.Forse l’attesaci ha visto troppo soli,forse nel mondonon sapevamo starecosì distantiad aspettarci ancora.Così prudenti,così distanti,così prudenti.Sei il suono, le paroledi ogni certezza persa dentro il tuo odore.Siamo gli ostaggi di un amoreche esplode ruvidodi istinto e sudore.È stato un lampoesploso in un secondoa illuminarti in un riflesso,quando temevitutta la luce intera,l’iridescenzadella tristezza.Probabilmentelasciandomi caderea peso mortoal tuo cospettoavrei sicuramentepermesso la visualesulle mie alienazioni,sui miei tormenti,sui miei frammenti.Ma voglio che tutu piano piano scivoli dentro me,ma voglio che poinell’insinuarti sia incantevole.Ma voglio che tutu piano piano faccia strage di mein un incerto compromessotra la mia anima e il suo riflesso.Sei il suono, le paroledi ogni certezza persa dentro il tuo odore.Siamo gli ostaggi di un amoreche esplode fragiledi istinto e sudore.Quanti graffi da accarezzareper tutti i cieli che possiamo tracciare,tutte le reti del tuo odoredentro gli oceani che dobbiamo affrontare.Ma voglio che tutu piano piano scivoli dentro me,ma voglio che tunell’insinuarti sia incantevole.Ma voglio che tutu piano piano scivoli dentro me,ma voglio che tunell’insinuarti tu sia incantevole.Ma voglio...subsonica

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109333 da valavala
Risposta da valavala al topic Re:Il testo del giorno
@giorgi_quella di de gregori è splendida!!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109345 da *FaRFaLLiNa*
Risposta da *FaRFaLLiNa* al topic Re:Il testo del giorno
odonteo ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

oggi posto questa, non c\'è un motivo ma la sto ascoltando ora :Pmi piace tantissimo, ovvio ;)!F De AndrèLa Ballata Dell\'Amore Cieco

uh, questa l\'ascoltavo qualche anno fa.. un periodo bellissimo della mia vita. ascoltandola adesso è come se riuscissi a sentire emozioni e addirittura anche odori della casa in cui stavo (odore di ikea.. non pensate male!!).. sentirla mi emoziona davvero!bravo odonteo;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109430 da Eleanor
Risposta da Eleanor al topic Re:Il testo del giorno
Visto che siamo in tema De Andre`, io adoro anche \"Un blasfemo\"Mai più mi chinai e nemmeno su un fiore,più non arrossii nel rubare l\'amoredal momento che Inverno mi convinse che Dionon sarebbe arrossito rubandomi il mioMi arrestarono un giorno per le donne ed il vino,non avevano leggi per punire un blasfemo,non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte,mi cercarono l\'anima a forza di bottePerché dissi che Dio imbrogliò il primo uomo,lo costrinse a viaggiare una vita da scemo,nel giardino incantato lo costrinse a sognare,a ignorare che al mondo c\'e\' il bene e c\'è il maleQuando vide che l\'uomo allungava le ditaa rubargli il mistero di una mela proibitaper paura che ormai non avesse padronilo fermò con la morte, inventò le stagioni... mi cercarono l\'anima a forza di botteE se furon due guardie a fermarmi la vita,è proprio qui sulla terra la mela proibita,e non Dio, ma qualcuno che per noi l\'ha inventato,ci costringe a sognare in un giardino incantatoci costringe a sognare in un giardino incantato

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109458 da *FaRFaLLiNa*
Risposta da *FaRFaLLiNa* al topic Re:Il testo del giorno
eleanor ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

Visto che siamo in tema De Andre`, io adoro anche \"Un blasfemo\"

anch\'io anch\'io!! avevo pensato pure di metterla:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
13 Anni 11 Mesi fa #109460 da *FaRFaLLiNa*
Risposta da *FaRFaLLiNa* al topic Re:Il testo del giorno
questa invece mi mette un pò di tristezza, ma la trovo bella cmq!Francesco Guccini IncontroE correndo mi incontrò lungo le scale, quasi nulla mi sembrò cambiato in lei, la tristezza poi ci avvolse come miele per il tempo scivolato su noi due. Il sole che calava già rosseggiava la città già nostra e ora straniera e incredibile e fredda: come un istante \"deja vu\", ombra della gioventù, ci circondava la nebbia... Auto ferme ci guardavano in silenzio, vecchi muri proponevan nuovi eroi, dieci anni da narrare l\'uno all\' altro, ma le frasi rimanevan dentro in noi: \"cosa fai ora? Ti ricordi? Eran belli i nostri tempi, ti ho scritto è un anno, mi han detto che eri ancor via\". E poi la cena a casa sua, la mia nuova cortesia, stoviglie color nostalgia... E le frasi, quasi fossimo due vecchi, rincorrevan solo il tempo dietro a noi, per la prima volta vidi quegli specchi, capii i quadri, i soprammobili ed i suoi. I nostri miti morti ormai, la scoperta di Hemingway, il sentirsi nuovi, le cose sognate e ora viste: la mia America e la sua diventate nella via la nostra città tanto triste... Carte e vento volan via nella stazione, freddo e luci accesi forse per noi lì ed infine, in breve, la sua situazione uguale quasi a tanti nostri films: come in un libro scritto male, lui s\' era ucciso per Natale, ma il triste racconto sembrava assorbito dal buio: povera amica che narravi dieci anni in poche frasi ed io i miei in un solo saluto... E pensavo dondolato dal vagone \"cara amica il tempo prende il tempo dà... noi corriamo sempre in una direzione, ma qual sia e che senso abbia chi lo sa... restano i sogni senza tempo, le impressioni di un momento, le luci nel buio di case intraviste da un treno: siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa e il cuore di simboli pieno...\"

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSamgracy
Tempo creazione pagina: 0.766 secondi