E se succedesse di nuovo?

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185134 da DRHOUSE86
Salve ragazzi.Vorrei porre una domanda poco piacevole ma che credo possa essersi posto più di qualcuno nel corso della sua carriera universitaria.
Ho fatto 3 volte il test di medicina,non superandolo mai:
-nel 2005/2006 appena diplomato,lo feci alla Federico II senza nemmeno sapere in cosa consistesse e appunto totalizai 17,25 punti
-nel 2006/2007 lo feci alla Sapienza (prima facoltà) e feci 36,5 punti,non entrando per 4 punti diciamo (l'ultimo dei ripescati entro con 40,5 punti)
-nel 2008/2009 di nuovo alla Sapienza (prima facoltà) e feci 38,5 punti,rimanendo sempre furoi per 4 punti diciamo (l'ultimo dei ripescati è entrato con 42-42,5 punti,ovviamente finendo al Polo Pontino eh).
Quest'anno rifarò di nuovo il test e ci sto mettendo il doppio dello sforzo dell'anno scorso,quindi presumo di arrivare più preparato..ma se dovesse succedere l'imprevisto?Se non dovessi entrare?
Insomma sono molti quelli che ripetono il test 4-5 volte anche e credo che anche a qualcuno di voi sia successo.Fino a che punto sareste disposti a provare se anche al 4° tentativo vi andasse male?
Certo voi mi direte "se davvero è il tuo sogno,dai il massimo, e provaci fino ad entrare",ma ad un certo punto uno perde la fiducia in un sistema di ammissione del genere.Se doveste scegliere un'alternativa per fare Medicina,cosa fareste?Andreste all'estero?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185142 da Dott_De_Angelis
Caro DRHOUSE86
capisco benissimo il tuo stato d'animo. Il test di ammissione al corso di laurea in medicina e chirurgia é molto difficile, prevede conoscenze di base sopra la norma dei tanti ragazzi diplomati con i programmi ministeriali. C'e da studiare per conto proprio materie scientifiche che per quanto vasto il programma si base solamente su concetti fondamentali (non ti sara mai proposto di titolare una soluzione, magari a cosa serve!) rendendo quindi abbastanza mnemonico il modo di rispondere alla maggior parte de questiti. diciamo che fare 3 volte  il test ti prepara molto sulla tipologia di domande molto piu che comprare edit test 1.000.000 di domande. fare 38-39 è un punteggio che necessita alcuni accorgimenti, infatti le conoscenze ci sono e per 4-5 domande non riesci ad entrare. penso che ormai la biologia la saprai a memoria, in genere si va bene solo a quella materia, cerca di capire dove è il problema tra le quattro materie, magari la cultura generale.. ti consiglio di concentrarti molto sul tuo punto debbole, lasciando perdere per le altre la teoria che penso che sia acquisita ma aumentare le simulazioni dei test completi non delle varie materie. in bocca al lupo.

DA

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185196 da DRHOUSE86
In effetti hai ragione!Una buona base c'è,altrimenti non farei un punteggio medio ogni volta.Devo fare un ripasso più rapido sulle basi,perchè serve sempre,e andare ad applicarmi su quesi punti dove sono carente,specializzando la mia preparazione di base e arrivare a quei tot punti necessari per entrare.Non avevo mai fatto questo ragionamento...Grazie dello spunto!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185214 da DrHP
Risposta da DrHP al topic Re:E se succedesse di nuovo?
La prima domanda è: al momento, cosa fai? Cosa hai fatto in questi 3 anni in cui non sei riuscito a entrare?

Fino a che punto sareste disposti a provare se anche al 4° tentativo vi andasse male?

Dipenderebbe da un mucchio di fattori, il primo dei quali sarebbe: cosa posso permettermi di fare?

ad un certo punto uno perde la fiducia in un sistema di ammissione del genere.

Diciamo che a un certo punto, i conti vanno fatti. Tu parli di perdere la fiducia nel sistema di selezione, ma sei proprio sicuro che il problema sia il sistema di selezione e non sia tu?
Personalmente comincerei a pensare a un piano B: un'altra professione sanitaria, la biologia, le biotecnologie, o anche qualcosa di completamente diverso, ma che comunque ti dia gioia e ti appaghi. E nulla vieta che tu continui a provarci anno dopo anno e che a un certo punto entri, ma intanto le spalle te le sarai coperte.

Andreste all'estero?

Perché, ci sono paesi in cui a medicina si accede senza una selezione?

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185216 da DRHOUSE86
Ciao DrHP,sono felice che tu sia intervenuto,perchè mi piace discutere di queste cose.Ti risposto in ordine:

1)in questi 3 anni ho fatto ( e dovrei laurearmi) in Scienze Infermieristiche,quindi provengo già dalla realtà del mondo ospedaliero e sanitario in genere

2)posso permettermi di studiare per i prossimi anni.Non sono ricco,ma la mia famiglia è pronta a sostenermi anche economicamente,ed io stesso ho delle fonti personali per portare avanti le spese che un corso del genere crea.

3)perdo la fiducia si,perchè benchè tutti dicano che il test si basa sulle conoscenze generali,ti fa perdere un certo tempo a rivedere programmi che uno come me non toccava dal 2° superiore e che,diciamocela tutta,sono una gran seccatura.Il problema non è la mancanza di desiderio di accedere,anzi ti confesso che sto in uno stato di ansia permanente già da ora.Io ho finito tirocinio in pronto soccorso da poco,e li ho capito quanto io adori con tutto me stesso la medicina e in particolare quella d'urgenza.,quindi dubbi non ne ho,anzi ho una grande voglia di dare il massimo,ma se non entro a discapito di altri meno motivati perchè non so un pò di letteratura o di fisica,è normale che mi senta sfiduciato!Si è mai nessuno posto il problema che molti candidati che accedono,poi lasciano perdere perchè non era roba per loro?Insomma,va bene il test,ma valutiamo anche altri aspetti no?Io credo che una persona,e ce ne sono molti oltre me,che proviene già da un corso delle professioni sanitarie,abbia le idee un pochino più chiare no?

4)di sicuro nessuno ti farà entrare a medicina così per simpatia (forse in nicaragua ahah),ma in molti altri stati,seppur con norme molto rigide,hanno sistemi di ammissione più idonei a mio avviso.Ti dirò che secondo me non sarebbe male aprire l'accesso al primo anno a tutti gli studenti,in modo da potersi rapportare al corso di laurea e poi in seguito mettere il test di ammissione al secondo anno,in modo che chi non è sicuro possa farsi da parte senza levare posti utili a chi invece vuole fortemente una cosa.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185217 da DrHP
Risposta da DrHP al topic Re:E se succedesse di nuovo?

in questi 3 anni ho fatto ( e dovrei laurearmi) in Scienze Infermieristiche,

Perfetto, manca pochissimo, ti consiglio di finire così il piano B è perfezionato.

Concordo con te sulle modalità del test, ma guarda che alla fine molti esami a medicina sono così (tutta teoria, tra l'altro).
Per non dire di quanto siano insulsi l'abilitazione professionale e i concorsi di specialità. Resta, è vero, il mestiere più bello del mondo.
Secondo me hai la determinazione sufficiente per arrivarci, prima o poi: prendila con calma.

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185218 da DRHOUSE86
Mi sfugge qualcosa...ma hai compreso il senso del mio quesito?Non mi pare a questo punto...Io non voglio nessun piano B,inteso nel senso stretto della parola in questo senso.
Desidero fare medicina perchè mi ritengo molto interessato alla professione e anche con una buona base già di conoscenze che sono un vantaggio ai fini dello sviluppo della conoscenza,anche se magari sono 1/20 di quelle che dovrebbe avere un medico...ma come si dice,la prima cosa è che le fondamenta di una casa siano solide,e poi il resto.
Ora tu mi dici "va bene,ma nella vita non puoi sperare solo in una cosa,xkè se non hai la possibilità di farla,poi cosa farai?" e sono d'accordo.Però non sono d'accordo sul ripiegare su una cosa che non appaga nello stesso campo dove si è "fallito".Chiariamo subito che non considero quello dell'infermiere un lavoro di livello inferiore,per nulla al mondo.Lo considero limitato per quelle che sono le mie aspettative,i miei obiettivi ed i miei orizzonti.Quindi lavorare in un campo al  60-70% di quelle che erano le mie aspettative,mi frustrerebbe solo.
Se dovessi avere un piano B,ripiegherei sicuramente sul mio diploma di perito elettronico.Chiodo scaccia chiodo no?Se ci provo con una che mi piace e non ci sta,mica mi accontento della sorella più bruttina no?Io la vedo così e ti premetto che sono abbastanza estremista nelle mie visioni.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185284 da DrHP
Risposta da DrHP al topic Re:E se succedesse di nuovo?

Io non voglio nessun piano B,inteso nel senso stretto della parola in questo senso.

Il piano B è quello che ti permette di continuare a perseguire il tuo obiettivo.
Un piano B del tipo "posso vivere di rendita" andrebbe ugualmente bene.

Se ci provo con una che mi piace e non ci sta,mica mi accontento della sorella più bruttina no?

Ah, molti anni fa io una volta ho fatto proprio così. E devo dire che alla fine non mi andò affatto male!

Mai darsi per vinti! Mai arrendersi!
comandante Peter Quincy Taggart
Galaxy Quest, 1999

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa - 12 Anni 6 Mesi fa #185289 da Cyanide
Risposta da Cyanide al topic Re:E se succedesse di nuovo?

Se ci provo con una che mi piace e non ci sta,mica mi accontento della sorella più bruttina no?

Ah, molti anni fa io una volta ho fatto proprio così. E devo dire che alla fine non mi andò affatto male!


:sarcastic:

ad un certo punto uno perde la fiducia in un sistema di ammissione del genere.

Diciamo che a un certo punto, i conti vanno fatti. Tu parli di perdere la fiducia nel sistema di selezione, ma sei proprio sicuro che il problema sia il sistema di selezione e non sia tu?

Se è il tuo sogno non perdere mai la speranza.
Però non cadere nella solita banalità del sistema che non funziona. Il primo passo per il non farcela mai è proprio quello di scaricare il barile, di dire "è colpa di...". Il sistema è discutibile, ma non pensare che all'estero sia più facile, anzi.  E comunque l'esame di ammissione italiano è fattibile. Discutibile, ma non impossibile. E la questione "entrano solo i raccomandati" è abbastanza ridicola, in quanto è palesemente falso. Che possano esistere scorrettezze è innegabile, ma non saranno quelle a portarti via il posto, te lo assicuro. E non troverai di meglio all'estero. Ovunque ci sono scorrettezze.

Ciò che voglio dirti è semplicemente di non fare l'errore, mai, di scaricare la colpa su qualcuno o qualcosa d'altro, devi invece farti una sana e sincera analisi per capire dove hai sbagliato. Perchè da qualche parte hai evidentemente sbagliato e non ti sei accorto di cosa sia, perchè evidentemente lo fai sistematicamente. Devi ripensare al percorso di studio, a cosa hai studiato e a come hai studiato e a come hai agito durante il test. Sicuramente hai ripetuto sempre lo stesso errore e, se ci pensi, riesci a trovarlo e correggerlo.
Non voglio essere cattiva, ma 38,5 punti al terzo tentativo sono davvero pochini. C'è davvero qualcosa che sbagli, probabilmente nel metodo di studio, che è molto diverso dallo studio per un esame universitario.
Ti parlo anche per esperienza personale, anche io non sono entrata la prima volta, per poco: feci 40 punti. D'istinto cercai il capro espiatorio al di fuori di me stessa. In realtà il problema stava nel mio percorso di studio, ma non volevo ammetterlo: per pigrizia avevo quasi del tutto accantonato chimica e studiato alla buona fisica, "tanto mi ricordo", e tutto perchè "se dò il massimo in cultura generale, biologia e matematica, è fatta". Errore grossolano, mai dare per scontato che vada tutto bene, mai auto-eliminarsi la possibilità di fare punti in più. Ho imparato dal mio errore, mi sono corretta e ce l'ho fatta.

E, altra cosa che non dovresti fare, è quella di guardare "l'ultimo dei ripescati". Guarda al primo entrato, non all'ultimo dei ripescati! Mira in alto, non in basso! È lo stesso errore che feci io, guardare l'ultimo entrato dell'anno precedente e mirare al suo punteggio, come anche dire "mi basta fare questo punteggio per entrare". No, bisogna mirare al meglio, al massimo possibile, bisogna guardare il primo e dire "non sono da meno, anche io posso e devo fare così". Non che poi io abbia veramente totalizzato il punteggio del primo entrato, ma la cosa mi ha aiutato e non ci sono andata neanche troppo lontana, perchè il puntare in alto aiuta a migliorare se stessi. Il dire "mi bastava un punticino in più per essere ripescato/per entrare" no, non aiuta per niente.
Melius abundare quam deficere
So che è difficile e un po' crudo detto così, ma è la verità.

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov)
Ultima Modifica 12 Anni 6 Mesi fa da .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
12 Anni 6 Mesi fa #185292 da DRHOUSE86
Ciao Cyanide,grazie delle tua considerazione.Ci tengo subito a precisare che non sono di quelli che da la colpa ai raccomandati o in toto al sistema,anche se ribattendo spesso sulla questione test può sembrare così.
Ti premetto inoltre che l'errore comune che feci in entrambi i test (36,5 e 38,5 punti) fu quello classico di pensare "va be ma a biologia 21 punti li faccio,cultura generale è facile e sono 33...qualche altro tra matematica e chimica ci esce,e fisica chi ci perde tempo".E' matematico che alla fine qualcosa vada storto e perdi punti in quelle che ti eri posto come base (cultura generale e biologia),ma è un errore che fanno in molti.Quest'anno il mio approccio è già del tutto diverso!Sto dando la priorità alle materie dove sono carente e sto cercando di capire davvero ciò che studio,senza pensare "va be ma poi lo vedo dopo".Inoltre parto con una mentalità diversa: mi sono detto "ma può mai essere che io non sono in grado di passare uno stupido test del genere???impossibile!".La determinazione c'è e ce la sto mettendo tutta per arrivare al test con uan preparazione teorica migliore possibile.Considerando poi che non parto a digiuno come capita a molti,i presupposti per entrare ci sono tutti.Le vostre parole non fanno altro che darmi nuova forza per andare avanti!  :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: vitaleDocSam
Tempo creazione pagina: 0.380 secondi